Anna Giunchi Blog Personale

giovedì 30 dicembre 2010

Here Comes The Sun...du du du du...

Sempre con la valigia...SONO IO!

Rientro in terra romagnola, dunque...ci voleva, dopo un periodo un pò pazzerello tra università, lavoro, studio, doppi allenamenti... Nella mia testa sempre la convinzione di stare male, malgrado viaggi sempre a mille fra duemila impegni, malgrado mi alleni due volte al giorno, fra corsa e palestra, pur sentendomi "lenta", malgrado abbia anche preso 27 all'esame di diritto dell'ordinamento sportivo. Romagna. Mi mancava il freddo...mi mancava la bassa padana, con le sue foschie...Amo la mia terra, amo i miei compaesani, amo la mia famiglia...
Il 26 dicembre, a malincuore, ho saltato la mitica Fabrona, gara che vinsi nel 2009, con circa 5 minuti sulla seconda; non ero in vena, residui del virus. Mi alleno, ultimamente, a ritmi blandi, senza spingere più di quello che il mio fisico potrebbe sostenere. In questo periodo mi manca un pò di continuità...Eppure, e questa è la bella notizia, le analisi del sangue danno un ottimo 14.2 di emoglobina, con 123,0 di ferritina e 41,7% di ematocrito. Basta questo per essere sereni, almeno per ora.
Sto lavorando, inoltre, ad un bel programmino i-phone, grazie all'ausilio di mio fratello, genio dell'informatica: "Anna Giunchi personal trainer"...in poche parole farò fare esercizi fisici tramite questa applicazione...
Ma per il 2011 la Maratona estera può essere qui annunciata: Gerusalemme, città ricca di storia e fascino: se ne parlerà a fine marzo, con la mia Società. Intanto mi preparo per un Capodanno in montagna, ad Andalo, dove allo snowboard e allo sci di fondo affiancherò i miei allenamenti di corsa...Dopo un mese circa, invece, tornerò sulle piste di Madonna di Campiglio, posto dove ogni anno lascio sempre un pò di me.
Insomma, l'effetto del 2011 si sta facendo sentire: ho una gran voglia di fare sport all'aria aperta, e di rivivere ciò che, per un certo periodo, ho perso....BUON ANNO, AMICI!!!!!

domenica 26 dicembre 2010

Buone feste!!!!!!!!

Ci mancava, il virus intestinale, ci mancava proprio...
Dopo l'ennesimo calo di ferro che mi ha tenuto fuori dalle competizioni per due settimane, ecco arrivare una mazzata di 5 giorni di virus intestinale che mi ha sottratto 3 dei miei preziosi kili. Forse era un segnale che si rendeva necessario un pò di riposo casalingo, con annesse visite e informazioni di ritorno quali: "Ma io, cos'ho?".
Il supporto di Luciano, in questo periodo, è di notevole importanza: sono mesi in cui non ne azzecco una e, appena sto bene, me ne capita un'altra. Lui mi aiuta, e cerca di capirne qualcosa. Adesso, che la borsite sembra dare tregua, arrivano rotture e imprevisti di ogni tipo...Spesso mi sono trovata in condizioni in cui mi sono vista costretta ad accettare un periodo di non forma: sapevo il motivo e cercavo di curarmi. Ma questa volta, sta durando veramente troppo, e confesso che non è facile, soprattutto quando non si capiscono le cause. Mah, grazie al cielo mi dedico ad altro...


Mi alleno per quello che posso...studio, scrivo la tesi, vado a vedere le sedute alla Camera dei Deputati e mi sfogo con la politica (che bello), ma non posso negare che attendo con ansia la fine di questo 2010. Basta, non ne posso più... 
Forse, il mio corpo sta dando il peggio adesso, perchè, con l'anno nuovo, risorgerà. Con la speranza che per voi tutti, amici, le festività siano meravigliose, vi faccio i miei più sinceri auguri...

mercoledì 8 dicembre 2010

Gran Galà Lazio Runners

Tavolo di premiati: Paolo Lodi, Marco Orazi, Anna Giunchi

Domenica 5 dicembre...
Al seguito di una mattinata disastrosa, sul percorso fangosissimo del Trial dei due Laghi, da me scandalosamente concluso solamente grazie ad un compagno di team che mi ha letteralmente raccolto da una pozzanghera, mi sono rifatta con una serata in compagnia degli amici della società, magnificamente diretta dal presidente Fabrizio, un personaggio unico, che in quanto a predisposizione per il palcoscenico ha da invidiare a Pippo Baudo. Sto imparando a prendere questi momenti "no" con filosofia, dando la priorità ai rapporti umani, dai quali sono quotidianamente avvolta e protetta. Mai come domenica è emerso quello spirito familiare del nostro team laziale, nel quale tutti sono atleti con la "A" maiuscola, accumunati dalla medesima, gloriosa maglia...nessuna rivalità fra noi, anzi...lodi e baci accademici verso chi di noi conquista risultati positivi. Mi hanno premiato per un' annata fatta di alti e bassi, ma in quel momento maturavo la consapevolezza che anche se non ne avessi azzeccata una, mi avrebbero premiato lo stesso. Ogni domenica i miei compagni di team mi premiano, sia che arrivi ultima, sia che raggiunga il podio... E' questo il bello di questo sport, l'ambiente che vi è attorno (perlomeno nelle mia società); è questo che conserverò nel cuore, in ricordo di questi bellissimi anni romani. Voglio un grande bene a tutti, e riesco ad esprimerlo meglio scrivendo, che non a parole. Ho ancora con me la giacca di Orazio, tanto per dire...
La preparazione prosegue: sono entusiasta e devo tutto a Luciano: un persona veramente qualificata e straordinariamente umana: svolgo due allenamenti in pista a settimana, sui 400 e sui 1000, e in diverse occasioni mi monitora la preparazione. Combattendo fra cali di ferro, intolleranze da ferrograd, integrazioni con lievito di birra, vitamina c, riduzione di latticini, borsiti retrocalcaneari, sto cercando di risollevarmi: day by day, non mi ferma nessuno, neanche la pioggia...

Con coach Luciano...

Ho anche iniziato a bere la Guinness: il fatto che abbia agenti antiossidanti mi sembra un ottimo pretesto per ubriacarsi...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta