Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 27 giugno 2011

Ritorno in Abruzzo, finalmente...


A pochi passi dai Centri Federali del tennis...

Volevo renderlo diverso, questo mio ultimo week end in terra laziale...
Troppi, troppi giorni passati sui libri e, per la verità, nessun week end di completo relax, al di fuori da caos e nevroticismi cittadini...
Per la verità ho deciso di partire 2 ore prima, dopo una gentilissima mail di risposta in relazione ad una mia eventuale partecipazione alla gara di 13,8 km di Castel di Sangro, 11esima edizione del Giro del Castello. In una mail ho ritrovato quella cordialità, quella gentilezza abruzzese che, per tutti questi mesi, mi è mancata. Bene...si parte... Dopotutto, ho solamente da prendere un treno e due autobus, per un totale di 5 ore di viaggio, distanza di quasi 300 km. Prima sosta ad Avezzano, e mi vedo circondata dalle suggestive montagne marsicane. E' da più di un anno che non ritorno in quei posti, ma conservo dei ricordi così vivi, da rivivere nella mente tutto, dalle persone, alle strade, a persino il cibo. E poi, tappa a Sulmona, ricca di ricordi a sua volta, per me e la mia famiglia. Poi si passa per l'altopiano delle 5 miglia, stupendo, e si arriva a Castel di Sangro, 800 e passa metri di altezza...e si sente, eccome, la differenza climatica. La calura romana pare lontana...

Sponsor De Cecco...

Sera passata in un bed &breakfast troppo carino: "Arcobaleno", nel quale tornerò molto presto...
La gara, in pieno centro, consisteva in tre giri, e per tre volte si faceva un salitone bello ripido. Devo dire, però, che è la prima gara a circuito che non mi ha annoiato, anzi... Le montagne abruzzesi, attorno a noi, rendevano il panorama qualcosa di unico. Ancora una volta quarta e prima di categoria, dunque niente soldi, ma solo cibarie...devo dire che sono stanca, molto stanca, e che con questa gara chiudo la stagione stradaiola...Riprenderò quando sarò riposata a dovere.

Abbiamo venduto tutto?? A chi chiediamo?

Il tentativo di vendere il cesto stracolmo di cibo a bar, supermercati, trattorie, è stato qualcosa di comico...
Rientro in tarda serata, dopo una bellissima panoramica a Pescasseroli, dentro il parco nazionale d'Abruzzo. Che dire di questa regione? E' una terra unica, un pò selvaggia, accogliente ma anche perfetta per isolarsi un pò, e ritrovare sè stessi. A me, in due giorni, ha dato molto...A presto, Abruzzo, e grazie...

venerdì 24 giugno 2011

Cose...

Interpolazione dei dati...

Pomeriggio di solitudine, in questa aula universitaria...
Alla fine, convinta dal Prof, si è deciso di discutere la tesi ad ottobre: troppo lunga ed articolata e, francamente, questa corsa sfrenata verso la laurea raffazzonata tra La Sapienza e il Foro Italico, mi aveva alquanto "assopito" mentalmente, considerando, poi, che l'ultimo esame l'ho terminato proprio ieri.
Brutto periodo, questo. E gli studi, gli allenamenti, le vicissitudini quotidiane, son state la meno. Periodo di vissuti tristi, di conseguenti pensieri tristi che, per forza di cose, andranno accettati e con i quali si dovrà, sempre per forza di cose, convivere.
Il mondo non accetta che ci si fermi...a lui poco importa come vivono i suoi "abitanti". Il mondo è pieno di gente che "calpesta" gli altri, che passa in testa, che rimane indietro, che si perde nel cammino in maniera improvvisa; che nasce e rinasce ancora...il mondo, deve andare avanti, e basta. Deve sopravvivere, dopotutto. Io, come altri, devo continuare a portare avanti le mie cose...esse hanno le proprie scadenze. Non posso fermarmi. Devo incastrare i miei impegni e concentrarmi mentalmente su quanto ho progettato, sperando vada a buon frutto.
Il fisico, che risente dello stato di debolezza mentale, da una settimana non risponde, e non ho concluso un allenamento. Febbriciattola, tristezza, e quant'altro. Eppure, fuori, c'è sempre il sole...

domenica 19 giugno 2011

...

Avrei avuto tante cose da dirti. E adesso?

WEek ENd di SaliScendi...

"MAIPIùMaiPIùMAIpiù"...mi ripetevo mentalmente intorno al 6° km della Corri Cori, suggestiva gara, molto panoramica, nel bellissimo paese in provincia di Latina. Ragazzi, che fatica...11,8 km di quelli mozzafiato, con i primi 3km ALLUCINANTI...

Belli e bravi...
E sulle gambe mi portavo la gara corsa la sera prima, alle 19:30, 10 km anch'essa, da Campagnano all'autodromo di Vallelunga...mi pareva molto dura (ultimi 3 km in salita) ma al confronto a Cori pareva la Pianura Padana. E non solo, avevo alle spalle una notte di tre ore di sonno (causa cena serale a Campagnano a base di rigatoni e ragù di cinghiale), e chissà quali altri pensieri, forse quelli pre-esame di giovedì, ma non solo, anche pensieri che definirò: "piccole delusioni di circostanza".
41.40 min a Vallelunga, 4 posto, 53'15 a Cori, 5° posto, con davanti persone veramente forti, che mai avrei battuto comunque. Contenta, insomma, soprattutto per aver rivisto molti amici storici laziali, quali (in ordine alfabetico): Marco, Massimiliano, Pietro, Orazio... oltre che aver condiviso le due gare con il mitico Biagio e il mitico Mauro che, tengo a sottolinearlo, alla gara di Cori, mi ha dignitosamente battuto, ma lui è un cyborg! Con Enzo e Gianfranco ho condiviso due piacevoli viaggi: sono due persone veramente gradevoli, tanto...
Fortissima Daniela, come sempre, e grande Paola, in ottima forma a Cori; vere atlete, loro.
Da lunedì si riparte con il solito rituale: una tesi da finire entro il 28 giugno, una full immersion a "La Sapienza", prosciutti, prodotti per il corpo, abbonamenti da vendere, e un imminente trasloco.
Buon inizio settimana a tutti!

sabato 18 giugno 2011

Prima dell'addio, un week end di fuoco...

E alla fine siamo arrivati alla fine, almeno per quanto concerne questo periodo, della mia permanenza romana. In data 15 luglio, ore 14, avverrà la mia discussione della Tesi, per la quale sto dedicando gran parte, se non tutto, del mio tempo... La consegna dell'elaborato dovrebbe avvenire entro 10 giorni prima, ma sto facendo di tutto per sistemare i lavori entro la fine di giugno.
Settimana ancora sotto influsso dei 30 km di Cortina...ho svolto dei lavori unicamente il mercoledì, per di più a pranzo:


Time

2000
7:44
3:52
3:00
1000
3:47
3:47
3:02
400 avg
1:27
3:38
1:30




400¹
1:26
3:35
1:29
400²
1:29
3:43
1:30
400³
1:27
3:38
1:32
400⁴
1:27
3:38
1:30
400⁵
1:27
3:38


Calo di forma prevedibile, ma più che contenta dell'averli svolti.
In questo week end in programma due gare: ore 19,30, Vallelunga race e, nella mattinata successiva, 11,8 km a Cori. Sempre vedendo come si comportano con me il mal di gola-testa che mi han preso da qualche giorno...Buon week end a tutti!!!

domenica 12 giugno 2011

Maratona degli esami...a concludere...



I mitici Max ed Enzo, gente giusta con cui correre!


Ore 16...telefonata di Enzo: "Metti su Rete4, c'è la maratona di Gerusalemme, ti sto vedendo!"... Peccato fossi al parco Rabin, adiacente villa Ada, a godermi un sano pomeriggio senza libri, dopo una gara al mattino sotto un sole piuttosto caldo e, soprattutto, dopo una settimana assurda, dove ho studiato come non mai. Una settimana dove ad ogni piccolo spazio libero studiavo, dove ripetevo esami su esami anche quando ero in moto, dove ho concentrato la testa su tesi e analisi dei dati, ma soprattutto su tre esami differenti, da dare in tre giorni consecutivi...Pedagogia dello sport (il voto uscirà a giorni), Igiene e nutrizione dello sport (trenta e lode, con domande sulla Legionella, le proteine e i marcatori di danno muscolare nelle analisi del sangue; devo dire, però, che i prof con me son stati proprio gentili),  atletica (27, domande sulla VAM, test nel mezzofondo, la partenza dai blocchi, il salto in alto). E sono a quota meno un esame, Sport Olimpico, che darò in data 23 giugno, nelle due settimane di fuoco dove dovrò analizzare i dati alla Sapienza e scrivere gli strumenti e i metodi con il mio Prof...L'obiettivo di laurearmi alla prima sessione, dall'11 luglio, si fa sempre più vicino, ma non canto vittoria perchè c'è ancora tanta strada da fare...E non è detto che si riesca a percorrerla tutta.

Aye! Io, Peppe, Dany!

A causa di questo, ma anche e soprattutto a causa dei 30 km di Cortina che ho ancora nelle gambe, ho limitato i lavori di corsa ad un 500-400-300-200-200-300-400-500-500-400-300-200, giovedì sera...sofferto e con sensazione di pesantezza, con l'aiuto, buon'anima, di Tonino. La tensione emotiva accumulata nella settimana mi ha fatto letteralmente "crollare" il sabato, giorno nel quale mi sono comunque parecchio divertita alla cena alla Casa del Parco delle valli dell'Aniene, con gli amici podisti del Paolo Rosi, Peppe Guglini in primis (ho anche mangiato tanta pasta, come non facevo da tempo).


PODIO!

Domenica si è fatto sentire tutto: le 5 ore di sonno, il mangiare un numero consistente di bignè nella serata, il caldo, le gambe pesanti, il post esami...ecc...ecc...eccc...
Eppure sono straconvinta che ogni domenica chiunque abbia le sue paturnie... La gara di 10 km a sfondo benefico, per la fibrosi cistica, denominata "Formula Run" mi ha fatto ritrovare gli amici laziali, protagonisti con me di una bella mattinata sportiva e solidale all'EUR. Bella giornata...A tal proposito non posso non ringraziare Enzo, anche solo per l'aspettarmi tutte le volte che vado a premio...Ho chiuso la gara in 40'32...sotto i 4' non son proprio riuscita a scendere, ma poteva andare molto peggio, anzi, avrei giurato di non riuscire proprio a tenere quel ritmo, vuoi per il caldo, vuoi per i saliscendi...
Domani si apre un'altra settimana di studio e concentrazione mentale. Carichi, che comunque fuori c'è il sole!

martedì 7 giugno 2011

Cortina-Roma: tutta d'un fiato...

Non bisogna starci a pensare più di tanto, quando si ha voglia di fare una cosa....bisogna farla, e basta, perchè al momento in cui pensi, non la fai. Treno per Bologna, poi per Bolzano, per Fortezza e, infine, per Dobbiaco. Un tempo un pò pazzerello non mi ha impedito di godermi questi tre giorni, e la compagnia di Filippo Schwarzmuller e dei suoi colleghi di Società, Porto 85, nonchè il viaggio di ritorno con Claudio e Mauro, hanno reso questa mia permanenza ancora più gradevole e divertente...

Voglio sciareee (ciao, Gianni!!)!

Porto 85...Che team, ragazzi...SanBenedettesi DOC, guidati da un Presidente factotum, nonchè ex tennista ed organizzatore della Ascoli-SanBenedetto...mi hanno colorato le giornate!!
La gara, bellissima, mi ha permesso di ritornare sulle lunghe distanze, che da tempo avevo abbandonato:30 km lungo il sentiero che collega le due cittadine, con partenza da una piovosissima Cortina, 1200 metri, una salita fino a 1500, poi saliscendi fino al Sud Tirolo. Sofferenza alla partenza, causa altitudine e umidità, ma è un problema che abbiamo avuto tutti.


Laghetto...

                                                                     Yuppi!

Alle griglie di partenza mi sento chiamare e mi trovo il Pasteo, proprio LUI...Così, lo vedo in carne ed ossa, e trovo tempo per parlarci e capire subito la sua simpatia, gentilezza e umanità all'arrivo...E' un mito, il Pasteo è veramente un mito, come me lo aspettavo...Peccato che la pioggia ci abbia poi impedito di parlare un pò di più...
Giornate bellissime, andavo dicendo...in visita al lago di Breiss, piccolo specchio preso da una fiaba, passeggiata a San Candido con discesa con bob (che spasso), risate a non finire e viaggio di ritorno a parlare di amminoacidi, politica, salto ad ostacoli, diete, Casini e non so che altro.
Pronta e fresca per una settimana piena di esami, tre, e lavori per la tesi, sempre per la tesi... Ma ne uscirò viva, niente e nessuno mi affonda...

mercoledì 1 giugno 2011

What's happened?

Periodo piuttosto bruttino...diciamo "grigio", sebbene io, per consuetudine, veda tutto bianco o nero (errore). E' questo un periodino grigio; sta in me, a questo punto, evitare che diventi nero, e parlo soprattutto delle ripercussioni che potrei avere in salute da tutto ciò che mi sta accadendo. Ieri mattina i 15x400 svolti al campo della Farnesina sono stati forse la concreta conseguenza, rilevabile in maniera indiscutibile dai tempi scandalosi, di un periodo NO accompagnato da un virus intestinale, brutta bestia, che non vuol proprio abbandonarmi. Mi sto buttando in tutto e per tutto nell'analisi dei miei dati per la tesi, e in questo momento lo studio sta occupandomi la mente, grazie al cielo... Quando c'è qualcosa che "occupa", però, vuol dire che al fondo c'è qualcosa che deve essere coperto... Scelte dolorose che forse sono quelle razionalmente più giuste, delle quali sono adesso vittima ma delle quali dovrò essere parte cosciente. Lati oscuri delle persone che mi circondano che diventano chiari, e me le fanno conoscere meglio...No, lo studio non occupa: lo studio, l'università, per me è tutto.

:-)

A maggior ragione terrò ancora più stretta la mia coerenza e la mia naturalezza: sto riemergendo dal fango che mi avevano gettato, e lo sto facendo a testa alta, perchè c'è gente che mi circonda che mi è sempre stata vicino, e mi ha sempre creduto. Ho degli ideali, dei valori che porto dentro, e ho degli obiettivi. E li raggiungerò: or come ora lavoro, e basta. Devo laurearmi a Luglio, subito, poco più di un mese, e poi chissà...
La prossima settimana si aprirà con tre esami in tre giorni...da lunedì a mercoledì...a raffica, e forse è stato proprio lo studiare tutti questi batteri e virus intestinali che me li ha fatti venire...


...non era tanto tempo fa...

Continuo per la mia strada, nessuno mi ferma...la strada, adesso, mi porterà a Calalzo. Calalzo...pare un nome insignificante, ma se ad esso aggiungo "Cadore" mi si apre una vallata. YUPPI! Domenica correrò la Cortina-Dobbiaco, ehssì...l'ho deciso in pochi giorni, piglio e vado; non saper dove essere, ma essere ovunque. Perchè la vita va presa così: un giorno hai tutto, il giorno dopo potresti perderlo...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta