Anna Giunchi Blog Personale

martedì 27 dicembre 2011

Sant'Agata...Un Santo Stefano tra le Lamborghini!!!

Si avvicina la fine del 2011 e, complessivamente, devo dire che è stato un buon anno, a prescindere dalle corse e dalla carenza (tocchiamo ferro) di infortuni. E' bello poter rilevare che ho corso ogni giorno, per tutti i 365...


Pescara...bellissima città


Un augurio che la cosa perduri, anche nel 2012 che incombe. E l'augurio vale anche per Voi. Parlando di gare, e avendo corso ieri l'ultima del 2011, vorrei menzionare i risultati per me più significativi di questo anno che sta per lasciarci:
-la vittoria in data 23/2, alla GranFondo del Sulcis, gara di 25 km dalla quale è partito un amore per la Sardegna, terra meravigliosa;
-il 7 posto ass alla Maratona di Gerusalemme, una maratona durissima quanto affascinante;
-la vittoria alla Collevecchio-Montebuono, nella magnifica cornice del reatino;
-il 4 posto ass alla mezza maratona del Golfo dell'Asinara, una delle gare più belle da me mai corse, sempre nella cornice della splendida Sardegna;
-la vittoria a Gaggio Montano, Stramarano, 28/08/2011, gara dalla quale è partita una passione per gli itinerari bolognesi;
-la vittoria a Torrita di Siena, grazie alla compagnia di Ettore, 11/09/2011;
-il secondo posto ass, sudatissimo, alla Porretta-Corno alle Scale, i 30 km più duri dell'anno, ma comunque conquistati (e di questo sono orgogliosa!!!);
-la vittoria alla maratonina dei colli bolognesi, 25/09/2011, con l'augurio che la gara venga conservata anche nel 2012;
-il 4 posto ass alla Maratona di Cagliari )(2/10/2010) un'accoglienza meravigliosa che non dimenticherò mai;
il 3 posto ass alla mezza maratona di Pescara, 15/10/2011, anche se ancora nn sono riuscita ad avvicinarmi al personale del 2009;
-il 1 posto Senior alla stracittadina di Novoli (LE) 20/11/2011, in ricordo di una meravigliosa esperienza in terra pugliese;
-la vittoria a Calderara di Reno, mezza maratona, 29/10/2011...ancora grazie ad Ettore;
-il recente 2 posto ass(8/12/2011) alla mezza maratona di Monte Scudo...durissima (anche qui Ettore sa...).
E poi, ancora...La Vallazza, terzo posto ass, la corsa a Selci (Rieti), 2 posto ass, o il primo posto senior nella magnifica CorriBianco, in terra di Calabria, dove con Giuseppe e gli altri atleti ho vissuto un'esperienza unica.
Insomma, una bellissima annata, che non sarebbe stata resa possibile senza il sostegno, che perdura tutt'ora, del mio allenatore Luciano.


Caro Babbo Natale, la vorrei tanto...


Venendo a gare recenti...ieri, 26 dicembre, ho corso una gara partecipatissima e organizzata alla grande, e di questo devo prendere atto: la stracittadina, 8 km (o 8,2) a Sant'Agata (BO). Freddo, molto freddo, ma tanti, tanti atleti di tutte le categorie, da giovanissimi a master. Per me è stato un piccolo risveglio poco sotto i 4 al km, avendo chiuso la gara in 32 minuti, e spero, a poco a poco, di riprendere un pò di velocità. Una cosa che mi ha estasiato: gli atleti avevano come apripista due Lamborghini. Io, e lo sapete, per queste macchine perdo la testa...
Domani partirò per Madonna di Campiglio e, tra snowboard e ciaspolate, mi allenerò un pò in altura...
BUON ANNO DI CUORE, a presto!!!!!!


La macchina più bella mai fabbricata...

sabato 24 dicembre 2011

Auguri di Buon Natale a Voi e Famiglie!

Calcetto scacciacrisi...


Una settimana di forma, in proiezione ad un 2012 che spero sia bellissimo, per tutti...
Allenamenti settimanali: 1500+1500+3000+1500 cross, mercoledì.
500x400x300x200x100, 3 serie, venerdì. Per il resto...Lunghi, calcetti, bigiornalieri, tennis.
Dal 28 al 1 gennaio il tanto ambito ritorno in montagna, Madonna di Campiglio, con tanta neve che mi aspetta. Ma fino al 26 dicembre una gara nella testa: una 8 km a Sant'Agata, Bologna. Un primo passo verso un pò di velocizzazione.
In Romagna, oggi, si è affacciata un qualcosa che sapeva di nevischio: i gradi sono scesi e sta arrivando una labile parvenza di freddo. Che, confesso, mi mancava.
Buon Natale a tutti, amici...Salute, Serenità, Successo, Soldi...E buono Spread!

domenica 18 dicembre 2011

Mezza Maratona di Castelmaggiore. Un ritorno...

Una settimana da disastro, atleticamente parlando...Poca voglia di allenarmi, gambe stanche, poi...
Un semplice scarico ai femorali, e le gambe ritornano a girare. Venerdì e sabato le temperature sono salite fino a 13 gradi, con tasso di umidità notevole. Cambi di temperatura improvvisi non soliti, in Romagna. Ero al tappeto, sul serio, da dopo la gara di Montescudo, e non mi ero resa conto che mesi, mesi, mesi di carichi di lavoro senza alcun massaggio di scarico si sarebbero poi ripercossi sulle mie gambe.


Tre completini da provare!!!
Da venerdì 15 dicembre ricomincio a correre un pò più sciolta (il massaggio è stato fatto giovedì), sabato ancora meglio e domenica riesco a concludere una 21 km con 1h27.32, insperato, per me. Mezza Maratona di Castelmaggiore, ottimamente organizzata, nel bolognese. Sentivo i bicipiti femorali molto più reattivi, e la dimostrazione del beneficio del massaggio è stata confermata dal fatto che i polpacci e i quadricipiti, che scaricherò lunedì, non erano del tutto brillanti. Molto contenta del risultato, malgrado un pò di stanchezza mentale negli ultimi km, dovuta a pochi allenamenti duri e, soprattutto, a pochi medi. Una giornata a -2 gradi, molto pulita, in un percorso molto scorrevole. E qui, in occasione delle premiazioni, lo speaker Cuoghi, ha annunciato il mio passaggio per il 2012 alla GS Gabbi, presidente Nerio Morotti, società caratterizzata da un bellissimo team di atleti, nonchè molte donne forti e simpatiche.


Podio femminile...io, quarta...

Ho il calendario 2012 sotto gli occhi, e si incomincerà con il Campionato Regionale di Cross Lungo, per poi passare al Nazionale, continuando con Campionato nazionale su strada di 10 km. Inoltre, udite udite, parteciperemo alla Roma-Ostia 2012 (Campionato italiano assoluti di mezza maratona). Sarà un anno, spero, ricco di soddisfazioni. Io darò del mio meglio. To be continued...

Il mio Primo Tifoso, che mi dà forza...

venerdì 16 dicembre 2011

Lenta ripresa...


...e intanto c'era chi vinceva il musotto...


La gara di giovedì 8 dicembre, seppur molto bella e con buon risultato, mi ha lasciato dei segni. Indolenzitura terribile ai quadricipiti, al punto da aver avuto grosse difficoltà a salire e, soprattutto a scendere le scale (con lunghe code alla metro). Male a tal punto che, domenica, ho dovuto rinunciare al tanto ambìto trial di Monte Fogliano (VT). Peccato, perchè la Gara in questione, nei bellissimi scenari del Viterbesi, pareva qualcosa di meraviglioso. Grazie comunque a Ettore, per la compagnìa e per avermi reso partecipe all'evento, e al suo sesto posto assoluto!!!! Ponte dell'immacolata a Roma, tra convegni, corse a Villa Ada e amici.
Tutt'oggi, venerdì 16 dicembre, le gambe non rispondono a dovere: il massaggio ai bicipiti femrali di ieri, tuttavia, mi ha ridestato un pò...
Una settimana positiva, se non altro per l'ufficializzazione del mio ruolo di responsabile commissione sport all'Udc di Bologna. Un incentivo a fare ancora di più, credendoci. Domenica mi aspetta la 21 km di castelmaggiore, a quella, proprio, non volevo rinunciare...

giovedì 8 dicembre 2011

Un rientro positivo...

Podio!
Premetto che la gara che ha sancito il mio ritorno alle corse, e' andata molto bene... Testa e fisico, pero', non c'erano per nulla. La gara in questione, bellissima, e' stata la 21 km del Monte dello Scudo, nel bellissimo scenario della Val Conca, nel riminese. Gara ottimamente organizzata dal rinomato Golden Club Rimini, che mi ha consegnato il pettorale 440. Giornata primaverile, e non esagero, perché meglio di cosi' non poteva essere. Sole pieno sulla Valle...una giornata chiara, limpida. Al punto che dalla cima del paese, arroccato che e' una meraviglia, si vedeva meta' Romagna. E, laggiù, il mare. Percorso durissimo, per me...discesa a BUSSO per 5 km, 7 km in piano e saliscendi (li' mi son data un po' di ritmo) e ultimi km da urlo, con pendenze del 12%, a detta dei cartelli, quasi da camminarle. La testa, ripeto, non c'era. Ero lamentosa dai primi km e, queste gambe, erano ancora dannatamente pesanti; le sentivo cosi', oh, che devo farci?! Saranno stati i 12x400 di martedì, sara' che corro tanto, ma...no, non le sentite per niente bene, se per 'bene' intendo 'reattive'. 1h38 il tempo. Il 'test di sopravvivenza' mi ha dato seconda, e sono strafelice di questo, seppur non mi sia vista determinata e ringhiosa come al solito. Comunque, se l'ho terminata, vuol dire che i denti li ho stretti, SERRATI... Il risultato finale non sarebbe comunque cambiato, perché la vincitrice ha corso una gara eccellente, e andando sciolta senza sentir la fatica che ho sentito io. Un invito a me stessa alla prudenza, dunque, e ad un buon scarico nei prossimi giorni, che passero' a Roma. A tutti buon ponte dell'immacolata!!!

martedì 6 dicembre 2011

CORPORE SANO IN ALBO...

Per sensibilizzare...


Si chiamano Scienze Motorie. Sono quelle discipline che si occupano di attività fisica e di sport, attraverso studi integrati di medicina (fisiologia, anatomia), psicologia, pedagogia.  Sono Corsi di laurea di durata triennale, che prevedono  un biennio di specializzazione nei rami tecnico-sportivo, preventivo-adattato, scolastico, manageriale.
In alcune facoltà italiane è previsto un test d’ingresso, e vi è l’obbligo delle frequenze, nella mattina e nel pomeriggio.
Durante la formazione triennale, lo studente potrà praticare e apprendere la metodologia di numerose discipline pratiche, variabili da Università ad Università, ma anche teoriche  (inerenti al settore biomedico, giuridico, economico, metodologico didattico e dell'allenamento, psico-pedagogico e musicale).
Tutte queste discipline verranno poi concluse con esami orali, scritti o pratici, a discrezione del piano di studi.
Insomma, tutto questo per dire che 3 o 5 anni di studio, con tanto di prove di valutazione, non possono certo essere semplificate in uno, due week end di corsi “paralleli”, nei quali si rilascia un attestato che permette a colui che ha pagato il corso di insegnare in palestra, come se fosse laureato.
Eppure…il corpo umano è qualcosa di straordinariamente complesso, è qualcosa in continua evoluzione ed è quantomeno necessario che le conoscenze alla base di chi, con esso, lavora, non possano non prescindere da solide basi culturali. Altrimenti, e non è la prima volta che è successo, potrebbero farsi dei danni, soprattutto se la clientela è rappresentata da anziani o da bambini.
In un momento di grave crisi economica quale è questo che stiamo vivendo, i proprietari delle palestre preferiscono assumere personale più “economico” rispetto a quello con alle spalle titoli accademici. Da non dimenticare, inoltre, che in Italia non esiste nessun ordinamento giuridico che limiti l’apertura delle palestre ai soli laureati. In poche parole…basta possedere soldi in quantità da poter investire… e può essere aperto un centro fitness.
La legge italiana, infatti, non rende obbligatoria la presenza del Laureato in Scienze motorie nelle strutture ginniche.
Senza fare nomi e cognomi, riporterò un esempio reale…
In una nota squadra di pallavolo vi è un preparatore atletico che, durante la mattina, svolge un lavoro in Procura, percependo regolare stipendio. Se la stessa persona, nel pomeriggio, svolgesse l’attività di medico, senza averne la qualifica, verrebbe subito arrestato per truffa ed esercizio abusivo.
Non stupiamoci, a questo punto, se nelle nostre palestre proliferano personal trainer che caricano di pesi il vecchietto che vuole dimagrire, o se i nostri ragazzi, nella squadra di calcio dei pulcini, vengono allenati come se fossero degli adulti, infortunandosi dopo brevi periodi.
La soluzione a tutto questo è la creazione di un albo? E che albo sia, allora!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta