Anna Giunchi Blog Personale

venerdì 31 ottobre 2014

Raffreddore pre"Vallazza"

Purtroppo, malgrado ci corressero anche i miei allievi e malgrado fosse un appuntamento molto sentito in Romagna, non correrò "I Gessi", bellissima gara in partenza dall'Ippodromo di Cesena che corsi per due anni.
La mia Società, infatti, da anni non rinuncia a "La Vallazza", competizione che si svolge in quel di Molinella, per due anni graziata dal bel tempo ma che, in alternativa, offre sempre considerevoli strati di fango.
Una gara alla quale sono sempre andata piuttosto bene, anche se quest'anno la vedo dura, causa un raffreddore scoppiatomi nella sera del giovedì 30 ottobre, sera nella quale ho cercato il gatto, scomparso inaspettatamente, per tutta la sera...Tutto risolto, per fortuna.
A poche settimane dalla maratona, una 30 km a Ravenna il mese prima (in occasione della Maratona ci saranno infatti anche la 21km e la 30), poi si inizierà ad entrare nell'ottica della competizione e si lavorerà sì sulla potenza aerobica, ma anche sul ritmo da tenere in gara.
Week end freddino (è arrivato, purtroppo) dove ho concluso un progetto della Podistica Cervese cui tenevo molto: inserimento dell'atletica leggera nelle scuole a Cervia. Anche per quest'anno gli istituti hanno aderito e le insegnanti sono state gentilissime e collaborative. Buon week end a tutti!


Allenamenti e piccoli campioni...

lunedì 27 ottobre 2014

Lungo andato...

Una domenica senza gare...pare strano, dato che ormai le competizioni mi fanno compagnia per tutti i week end. Ma c'era da correre IL LUNGO, l'allenamento più noioso, almeno per me, nella preparazione per una maratona, così ho "sacrificato" una domenica per corrermi 30 km (2h45 il tempo).
Partita dalla pista di Cervia, sono arrivata fino a Valverde di Cesenatico, passando attraverso il bellissimo parco di Levante. Ritmo molto soft, soprattutto in partenza, dato che le temperature, scese considerevolmente, richiedevano un certo riscaldamento. Ultimi 30 minuti in progressione, con chiusura  a 4'30.
Spero, per questa maratona, di tenere una media intorno a 4'25. Devo tenere conto del meteo e della preparazione invernale di questo ultimo mese che svolgerò, ma ammetto di sentirmi bene e di avere discrete ambizioni.
Settimana trascorsa con un bel lavoro in pista e ripetute in salita da 100 mt, sempre svolte a Cesenatico. Le dune sono arrivate e si prepara l'inverno...




mercoledì 22 ottobre 2014

Tre Monti 2014

Anche questa gara, bellissima e di altissimo livello, anche internazionale, è stata archiviata. Un'ottima prova, la mia migliore negli anni, a testimonianza di un periodo decisamente buono a ridosso della  Maratona di Sabaudia. Il clima, insolito, era caldo e umido, cosa che ha reso difficile la prova per molti atleti , ma che invece mi ha favorito dato che, al contrario, rendo peggio con il freddo.


Anche quest'anno la Tre Monti ha reso omaggio all'ex Ministro

Il percorso, con partenza e arrivo dall'Autodromo, merita sempre...mentre correvo mi sono tornati in mente i miei ricordi da sedicenne, quando andavo a vedere la F1, tifando Schumacher...
Vi erano delle splendide Porsche provenienti da Stoccarda, impegnate per dei training di guida sportiva (vi era anche la Macan Turbo, un miniCayenne): un altro collegamento con il mondo tedesco dopo l'esperienza di Monaco, dove visitai la sede della Bmw gustandomi anche le meravigliose Rolls Royce Shadow e Phantom (casa acqusitata dalla Bmw). La Germania mi attira, molto, anche a livello lavorativo. Chissà...intanto imparo il tedesco.
Tornando alla corsa, devo dire che il beneficio dell'acqua di mare sulle mie articolazioni si sente, così come gli allenamenti propriocettivi sulla sabbia...speriamo che il clima tenga. Per il resto io continuo a correre...


La partenza all'autodromo

giovedì 16 ottobre 2014

Munich ein Jhar nach


Un giorno in più di permanenza, a distanza di un anno, per potermi gustare meglio un'altra avventura in Germania. L'anno scorso, invitata dalla Regione Emilia Romagna, corsi la terza frazione della staffetta in compagnia delle mie "colleghe" della Gabbi Luana, Silvia, Ana, e vincemmo la gara dando ognuna di noi il meglio che potesse. Certo, un viaggio di 7 ore in pulmino e' sempre piuttosto stancante, soprattutto se, come e' avvenuto quest'anno, si parte la notte.
Ma l'esperienza e la visione di una realtà molto più organizzata ed efficiente della nostra vale sempre la pena. Vale la pena rendersi conto di cosa voglia dire visitare un paese civile, dove le regole vi sono e si rispettano, non si interpretano ne' si adattano a chi è' "raccomandato" o "protetto". Un paese dove vi è cordialità e rispetto di persone e ambiente, ma dove i furbi vengono trattati di polso. E' qui dove la gente spende perché ha i soldi e sta bene, ma dove, allo stesso tempo, la benzina e gli alimenti al supermercato costano molto meno: si paga il "più", ma l'essenziale e' garantito a tutti, a costi minimi. 
Il clima, una volta freddo e nebbioso, ci ha regalato un bellissimo sole e una giornata calda nel pomeriggio della mezza maratona, mentre in Italia, purtroppo, capitavano ondate di maltempo con esiti anche tragici.
Certo, la crisi economica c'è anche in Germania, e la dimostrazione si ha avuta proprio in occasione nella maratona e mezza maratona di Monaco: organizzazione impeccabile, calore della gente su tutte le strade, ma montepremi minimi, direi quasi nulli. Eppure eravamo 20.000 iscritti, con gente stipendiata addetta all'evento.
La gara, 21 km, non era facile. Ho pagato molto la notte insonne del venerdì e l'inizio della corsa alle 14:00, per me insolita soprattutto per la gestione del pranzo. Percorso collinare, con un arrivo meraviglioso. Me la caverò con 1.32.10, 20esima assoluta e terza di categoria. Nessun premio.
Non ero in condizione ottimale ma, a distanza di giorni, sento di aver recuperato il sonno e di poter allenarmi al meglio in vista della maratona.
In Italia ho trovato un insolito clima tropicale, che mi fa preannunciare ad un meraviglioso autunno...
Un grazie alla regione Emilia Romagna, a Thomas Benedetti e alla allegra compagnia per questa bellissima occasione: certe cose ed esperienze vanno semplicemente vissute.

mercoledì 8 ottobre 2014

Back to Carletta 2014!

2006. Fu un anno per me molto particolare.
Dopo un periodo molto brutto dal punto di vista fisico, decisi di iniziare a correre, preparando una maratona. In poco tempo ebbi numerose soddisfazioni: ricordo che gareggiavo ogni domenica (come adesso). Ricordo come fosse ieri quando corsi per la prima volta "La Carletta", gara del riminese che vanta ottima organizzazione e percorso accattivante di 12 km. Non ricordo se allora si corresse la parte finale dentro al parco, ma ho ben impressa nella mia mente la soddisfazione per quel 2 posto. A distanza di anni sono tornata, arrivando terza con un tempo differente per pochi secondi: ho ritrovato un'ottima organizzazione, più elevato livello tecnico, un clima (in senso meteo) più mite e dunque migliore.


Malgrado il massaggio del giorno prima (sono diventata più saggia e, per evitare danni ad articolazioni, voglio scaricare per tempo i muscoli carichi di km a scopo preventivo) la gara e' andata molto bene perché ho impostato una progressione che mi ha consentito di arrivare bene nella salita conclusiva. E la gara era premiata bene, come gli anni scorsi.
Sono zone, quelle di Rimini alta, panoramiche e climaticamente deliziose: le consiglio a chi voglia farsi una sana passeggiata a pochi km dal mare.
A pochi giorni dalla mezza Maratona di Monaco posso dirmi soddisfatta dei lavori che sto svolgendo: la maratona scelta e' quella di Latina, il 6 dicembre. Ho preferito, per quest'anno, una meta italiana, in modo da puntare ad un buon tempo, se possibile. Se non fosse, va bene lo stesso, perché l'anno successivo vorrei andare a L'Avana...


Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta