Anna Giunchi Blog Personale

sabato 30 luglio 2016

Tra staffette e gare serali..,

Una settimana divertente, questa, con molte corse. A partire da giovedì sera, dove ho passato una bella serata a ritmo lento sui 7,6 km di Pisignano, in occasione della festa dello sport. Al mattino avevo corso 3000-2000-1000 x 2 a ritmo maratona (ho deciso di correre la maratona Alzheimer). Sabato pomeriggio ho invece corso la frazione di 12 km della Staffetta per non dimenticare la strage del 2 agosto di Bologna. Un evento al quale ho partecipato l'anno scorso, molto sentito nella nostra regione. 12 km, dicevo, con partenza da Tagliata fino a Savio, sotto un sole cocente, scortati da fedeli ciclisti.
Un bel recupero da domenica 24 luglio, dove, in una giornata insolitamente meno calda, correvo a Rocca di Roffeno la durissima 10,6 km. Quest'anno, nonostante il mio secondo posto assoluto, concludevo in 47'57, mio miglior tempo da quando corro questa gara. È' da dire, però, che il finale è' stato modificato. 
Ho corso non al meglio, avvertendo sul finale un po' di pesantezza nelle gambe post Comano, ma posso ritenermi soddisfatta della media di 4'26, sempre buona per una gara in montagna.
Il mio programma domenicale prevede la 10 km di Zocca (ancora montagna, dunque)...durissima, se ben ricordo, la corsi tre anni fa.
Sono a una settimana dalla mia partenza per Livigno, dove correrò ad alta quota per 15 giorni, nella speranza mi siano proficui per la Maratona Alzheimer: l'anno scorso, infatti, mi risultarono dannosi perché sovraccaricai e, presa dalla voglia di fare, feci troppo.
Adesso, contando sul fatto di essere in gruppo, mi affiderò a chi avrà un po' più di ragione di me...

lunedì 18 luglio 2016

Fine dell'Inferno. Ma eravamo in un Paradiso...

Ho voluto difendere il titolo, e ci sono riuscita.
Consapevole del fatto che non correvo in zone a me note, e consapevole del fatto che avrei trovato 3km di insidiosa pietraia, avevo unicamente una speranza: confermare il titolo italiano F35.
La gara, come avevo scritto nel precedente post, era la Scalata del Monte Giogo, Trofeo San Giorgio: 12 km di salita da 500 a 1500 di altitudine, con partenza dal centro sportivo di Comano. Clima fantastico: pulita giornata di sole e oltre 300 partenti.
Partita in testa, mi trovo a mio agio sull'asfalto, ma le prime due concorrenti riescono a passarmi, dimostrando molta più disinvoltura con le strade di montagna.


Mi adatto ad un passo poco sotto i 6' al km, ma all'ingresso del bosco, dopo lo strappo all'interno del borgo, mollo psicologicamente e mi innervosisco.
Inizio a spingere quando vedo alle calcagna la 4 assoluta, anche lei molto più a suo agio sulla pietraia. Negli ultimi 6 km di asfalto mi lascio andare ad un ritmo più sciolto e riesco a conquistare il terzo posto assoluto, 1 di categoria, in 1h17.13.
Un arrivo unico, uno dei più belli e suggestivi abbia mai visto: l'ex base Nato a 1500 mt, con imponenti radar macroscopici, che domina una visione sul mar ligure, con il Golfo dei Poeti (che ha dato anche il nome alla splendida società organizzatrice), nonchè sulle Alpi Apuane e l'Appennino Tosco-Emiliano. Che dire? Fantascientifico.

 Titolo consolidato!

Il tutto a coronare un week end divertentissimo, ospite all'Agriturismo "I chiosi", dove ho provato gli sgabei, i testaroli (nomi che ho memorizzato dopo giorni) e squisite prelibatezze locali. Il tutto insieme a gente ospitale, organizzata e di umanita' straordinaria...Unico rammarico: sono stata troppo poco.
Francesco Fedele, instancabile organizzatore, mi ha detto che, all'arrivo, lo avrei ringraziato. E non solo per il tricolore lungo le strade, per l'accoglienza già dal mio arrivo in stazione, per la compagnia con Giorgio Calcaterra e per la splendida medaglia...Aveva ragione su tutto, tranne sull'Inferno...
Grazie, grazie di cuore per avermi permesso una esperienza così bella...

sabato 16 luglio 2016

Campionati italiani di corsa in salita!

Pochi allenamenti in salita, qualche gara ogni tanto...Purtoppo il lavoro mi ha dato poche possibilità di prepararmi a dovere in montagna. Ma sono arrivata ai Campionati Italiani di Corsa in salita. Quest'anno si correranno a Comano (MS), in occasione del Trofeo San Giorgio. 995 mt di dislivello in 11 km, scalata al monte Giogo. Comano, splendido paese che si affaccia sull'Appennino Tosco-Emiliano, si trova a 600 mt slm.
Gli organizzatori, fin dal mio arrivo,  si sono subito dimostrati gentilissimi. Arriverò insieme al mitico Giorgio Calcaterra.
Sono in un buon periodo per quanto riguarda i ritmi in pista, ma la montagna e' un'altra cosa, e forse avrei dovuto fare più potenziamento.
Pronta a difendere il titolo, mi armo di volontà e mi preparo psicologicamente...
Questo qui sotto è il punto dopo i 3 km di corsa nel bosco: l'organizzatore Francesco Fedele ha voluto specificare che sarà la "Fine dell'Inferno"...


sabato 9 luglio 2016

Campigna una settimana dopo...

A distanza di un anno correrò la 21 km della Campigna: un trail, questo, che potrebbe servirmi in vista dei Campionati italiani di corsa in salita di Comano.
Una gara che ricordo con molto piacere, nonostante certi punti, tra i quali La Burraia, fossero stati caratterizzati da parecchia pietraia.
Una occasione per rigodermi il fresco di quei posti meravigliosi, a distanza di solo una settimana. Una gara di 21 km, che però ricordavo fosse un pò più lunga.
Giovedì ho ripreso ad allenarmi in pista sui 1000 e i 400, con un ottimo riscontro cronometrico. Il tutto fa pregustare una buona stagione montanara, almeno spero...



lunedì 4 luglio 2016

Per le strade di Ravenna. All'alba: pomeriggio in montagna

Domenica ho passato una bellissima giornata. Una bellissima e lunga giornata.
In primo luogo, alle 6 della mattina, ho corso la 16 km Urban Trail a Ravenna, esperienza unica per me. Erano un genere di gare alle quali non avevo mai partecipato, ma che si sono rivelate una piacevole scoperta.
Bellissimo correre all'alba insieme ad oltre 600 persone, bellissimo scoprire luoghi della città a me sconosciuti. Bellissimo ritrovare anche luoghi conosciuti, ma sotto una luce differente.
Si correva lungo i corsi d'acqua della città, e vi erano tratti piuttosto impegnativi, seppur buona parte della gara fosse sull'asfalto.
Ho chiuso la mia prova come prima donna, soddisfatta ancora una volta della mia voglia di correre.
Il pomeriggio, poi, è stato ancora più bello: escursione di 26 km (andata e ritorno) tra Campigna e Camaldoli, sui sentieri di montagna: un sentiero spettacolare, che non avevo mai fatto. Un totale di 6 ore di camminata, tra panorami e faggeti. Per adesso, non chiedo nulla di più, se non poter correre, e magari farlo in mezzo alla natura...


sabato 2 luglio 2016

Luglio, col bene che ti voglio...

Il mese di Luglio è arrivato, e la voglia di correre è tanta. Ho anche scoperto gare non competitive serali, divertenti e corse per il puro piacere di essere in compagnia. Poche sere fa, ad esempio, ho corso gi 8 km a Forlimpopoli, in occasione della Festa Artusiana.
Il caldo estivo, ben sopportabile, rende possibili gli allenamenti, seppur sia meglio correre non più tardi delle 8:00 di mattina. Faccio sedute a sensazione, in pista e in pineta, senza trascurare il circuit training , e devo dire che sono molto contenta di come sto.
Domenica correrò una bellissima gara di 16 km a Ravenna, la Ravenna Urban Trail. Cosa insolita, la gara partirà alle 6:00 di mattina.



Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta