Anna Giunchi Blog Personale

martedì 16 giugno 2009

MENISCHI E ROTULE...

Quest'anno Madrid. L'anno prossimo so cosa, ma lo scriverò quando sarò guarita...

Era il minimo...non poteva non andar bene l'esame di Traumatologia, dato che sono l'individuo più acciaccato che circola per questa università del Foro Italico...

Mi sto allenando comunque a ritmi molto alti, e ho iniziato a introdurre sedute di allenamento con il tradmill al 15% con in più l'utilizzo di pesetti da 1 kg l'uno, con i quali faccio movimenti per deltoide, trapezio, tricipiti, bicipiti, gran dorsale, trapezio. E il cuore sale, arriva anche a 148 pulsazioni, che per me sono parecchie. 1h di questo e sei completamente raso al suolo. Dalla gioia.

Lavoro così sui muscoli estensori (posteriori) della gamba, in modo da scaricare il più possibile il lavoro del tibiale. Ho provato a fare qualche passetto di corsa e non sento più male. A riposo, però, sento ancora dei cenni, e preferisco rimandare ancora il recupero. Mordendomi la lingua, e vedendomi scorrere garette su garette...

E continuo a sorpassare autobus, con la mia bici (ho battuto il 63, ma c'era il corso Vittorio Emanuele intasato), a fare ripetute in salita, squat, affondi.

La bici...dev'essersi stufata, la scorsa settimana, quando, scendendo da Orti della Farnesina, ha lanciato in aria la camera d'aria anteriore che si è tutta attorcigliata alla ruota IMPEDENDOMI ASSOLUTAMENTE di pedalare...L'ho condotta a mano fino all'università. Pesava. Gli ultimi 100 metri, però, ho usufruito di un passaggio in scooter da parte di un dipendente. Grazie.

Domenica sono stata al festival del Fitness a Roma e mi son divertita troppo: 2 ore di spinning, 2 di tradmill, più una lezione su un tappeto elastico a ritmo di musica. Tutti a ritmo, io no.

Università.

E siamo a meno due esami...mancano diritto e metodologia dell'allenamento, con l'elaborato finale pressochè pronto. Luglio, la data, con una tesi sulla sindrome da overtraining e sintomi premonitori in una maratoneta...studio pilota che la mia prof porta in questi due giorni a Bruxelles e la prossima settimana a Oslo. La cavia: IO. Anni di studi e analisi, ma che sballo vedere il tutto riportato in dei grafici!!!

Superato l'esame di informatica, grande scoglio della mia esistenza (anche se gestisco un blog), e due giorni politici spettacolari nell'Ufficio centrale del mio comune per eleggere consiglieri e sindaco: fra 5 anni mi candido, che si fa meno fatica...

Il mio cellulare, ovviamente, da ieri sera ha deciso di non andare proprio più, e ormai mi rassegno a comunicare con i segnali di fumo...Tutto nella norma, no???

Un pò di soggezione, oggi, nel giungere alle terme di Caracalla e constatare che i miei allievi son tutti in vacanza: a breve rientrerò a casa anch'io, a Cervia, dove però ho ben pronto un allenamento di propriocezione sulla spiaggia...Perchè potrò correre, spero.

"Sindrome da shin split": me l'ha detta oggi il mio prof Mariani: ho quella. Dice che sarò sempre un cane che si morde la coda. Come Totti, eh prof?????

2 commenti:

AiE ha detto...

Allenamento di propriocezione sulla spiaggia? Sembra interessante.
Direi che forse non c'entra niente, ma mi piacerebbe definire un modo per usare l'attivazione corporea in setting psicoterapeutici, magari di gruppo. Qualche volta la propriocezione rappresenta una vera rivoluzione, soprattutto per chi sta al mondo senza sentircisi pienamente.
Va be', ho divagato...
Che roba è la sindrome di cui parli?
Ciao!

Anna LA MARATONETA ha detto...

perchè no...pensiamoci insieme, a un bel progettino di bioenergetica...io ho fatto esperienze di questo tipo...
Sindrome da shin split...dolore dei compartimenti mediali e laterali della gamba. Male al tibiale ogni volta che corri, come se si gonfiasse e ti intrappolasse i capillari, che spingono...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta