Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 22 dicembre 2014

Bei tempi...

Sarà l'aria di mare, che mi accompagna estate e inverno, ma sto riprendendo i miei vecchi tempi nella corsa. Di tempo ce ne è voluto, ma con gli allenamenti, la passione e la fortuna, sono convinta si possa raggiungere molto di quello in cui si spera. La 21 km di Castelmaggiore, gara molto veloce condizionata solo da un tratto in sterrato che ha portato i Garmin a rilevare circa 300 metri in più rispetto ai 21,097 classici (l'anno scorso era addirittura più corta di circa 400 metri, dicono i garministi) è una gara che piace molto, in quanto perfettamente corribile: eravamo oltre 3000, al punto che parcheggiare la macchina si è rilevata una bella avventura fangosa. Bravissimo e gentilissimo, come sempre, lo speaker Fausto Cuoghi: non sbaglia mai e sa sempre coinvolgere i presenti.


Sono partita leggermente forte ma ho tenuto costantemente un ritmo di 4'08-4'05 al km, giungendo quinta con 1h28.16, un tempone, per me, considerando la lontananza da mesi, di quei ritmi.
Merito sicuramente dell'allenatore, del massaggiatore che mi permette di avere una buona forma muscolare, dell'alimentazione e di chissà che altro, ma sono molto contenta di come sta andando questo periodo.
Avere un hobby che gratifica vuol dire molto: amo correre, mi rilassa e mi aiuta ad avere stima di me stessa.
Buona settimana a tutti.

Il podio

venerdì 19 dicembre 2014

Castelmaggiore: ultima mezza

Ed eccoci giunti all'ultima mezza prima del 2015, la mezza di Castelmaggiore. Temperature ottimali, tutto sommato gestibili, che mi hanno consentito di allenarmi e recuperare bene la Maratona di Sabaudia.
I ritmi sono ripresi come volevo, anche se la scorsa settimana avevo accusato un pò di stanchezza negli ultimi km. Sto bene e mi diverto al lavoro, ma troverò cosa fare in questo periodo natalizio, a parte la partenza per Londra.
Sto riprendendo con gli allenamenti in palestra, le salite sui cavalcavia. Il calendario sociale ricomincerà a febbraio, seppur gareggerò anche il 26 dicembre, giusto perche' a Natale non c'e nulla...Per adesso ho davanti a me l'obiettivo di Malta...gara tutta saliscendi, tanto per cambiare..
A tutti, per ora, Buone Feste!


lunedì 15 dicembre 2014

Savignano 2014, due anni dopo...

Ultima gara sociale, dalla mia società corsa dopo due anni. Ricordo che, due anni fa, era freddissimo e vi era ghiaccio lungo le strade, ed andai male, precisamente 4 minuti peggio di quest'anno, e non ero proprio in vena.
A distanza di 7 giorni dalla maratona posso ritenermi soddisfatta, molto soddisfatta del mio tempo, seppure sia partita un pò forte e sia calata, ma devo dire di aver recuperato bene, anzi, forse la Maratona mi ha dato più forza mentale. 4'03 la mia media in questa 13,7 km completamente pianeggiante.
E mi è piaciuta anche molto, nonostante il livello molto competitivo...forse è proprio quello che dà lo stimolo a correre più forte, arrivando a non gestire bene la gara, mio difetto piuttosto noto.
Mi preparo ad allenamenti in salita e preparazione in palestra, ora.
Dal 2015 ripartiremo con il campionato sociale. intanto ho in progetto la Maratona di Malta a Febbraio, e mi preparo per il Capodanno a Londra. Dopo anni, di nuovo Londra, che amo alla follia...


venerdì 12 dicembre 2014

Nostalgia romana...

Ritornare a correre nel Lazio, ripassare per quelle zone nelle quali ho vissuto per anni, mi ha fatto capire quanto ancora, in me, sia rimasto di quei luoghi. Ho passato anni universitari stupendi, dove ho assaporato il piacere della ricerca nella fisiologia dell'esercizio fisico, proprio quel settore che avrei desiderato approfondire, cosa che purtroppo non mi è stata possibile.
Sono scappata da luoghi che amavo per problemi non determinati da me e forse ho agito troppo d'impulso, "Forse avrei rimpianto tutto ciò", e infatti così è stato. Perchè di quella città ho conosciuto e apprezzato tutto: dalla unicità di certi quartieri, al mangiare all'aria aperta, alle piste ciclabili, ai parchi...Ho apprezzato l'essere sempre in un posto nuovo in ogni week end, anche quando i posti erano sempre gli stessi. E mi piaceva cercare anche le zone popolari, perchè in una città non esiste solo il centro storico e ogni aspetto di vita ha il suo fascino. Ho passato pomeriggi a passeggiare tra villa Ada e Villa Borghese, parcheggiando, come sempre, lo scooter in piazza Ungheria, correndo gare ogni domenica avventurandomi con il treno o la metro... coltivavo la mia passione per la politica andando ad incontri e assistendo alle sedute alla Camera dei Deputati.
Ho anche corso la sera sotto l'Olimpico, illuminata dalle luci del Foro Italico. Ho circolato in tangenziale con i piedi zeppi di acqua e la sella dello scooter perennemente fradicia. Quello scooter che, da quando l'ho riportato a casa, è perennemente fermo, ma ha ancora la targa "Roma".
E' una città che mi è entrata nel cuore. I suoi colori, i suoi profumi, la sua vita e la sua accoglienza mi mancano. E mi sono messa in testa di ritornarci, e di riprovare ancora.




mercoledì 10 dicembre 2014

Obiettivo invernale raggiunto: 2014 ottimo anno

Quest'anno mi ero posta due obiettivi: il primo, estivo, di correre a buoni livelli nelle gare in montagna, cercando di conquistare una buona posizione alla 5 passi in Val Carlina. Sono stata molto bene e sono riuscita a guadagnare 15 minuti dall'anno scorso alla Cortina-Dobbiaco e a vincere un pò di gare in montagna, quali la mezza di Suviana, la gara di Rocca di Roffeno, Ridracoli, Baigno, Frassignoni, con secondi posti alla Berzantina, alla Pistoia San Marcello e la tanto desiderata vittoria alla 5 Passi in Val Carlina. Altre gare molto positive sono state la gara a coppie di 26 km da Punta Marina a Cervia, la 30 km a Ravenna (terza), la 11 miglia dell'Alzheimer, 1 posto.
Insomma, un bellissimo anno, che non poteva concludersi che non con un ritorno a un buon ritmo in Maratona.




Gabbi a Sabaudia!

Mancavo dal 2012 alle 42 km in Italia, e quest'anno ho volutamente preferito una gara in Italia ad una maratona vacanziera in Centro America. Ho scelto di ritornare nel Lazio e in particolare a Sabaudia, dove corsi anni fa una 21 km e una 9 km della tappa Corrilaghi. Ritornare in quei posti per me è sempre un piacere e sono stata accolta, come sempre, da un clima meraviglioso. Mi ha aiutato moltissimo Fabrizio che mi ha corso a fianco per tutti i 42 km, permettendomi di gestire al meglio la gara. Abbiamo fatto lo stesso tempo, ma per lui e' stato un allenamento.
3h11, per me: è stato un ottimo tempo e posso ritenermi più che contenta, nonostante il mio calo negli ultimi km dovuto probabilmente al cambio terreno (abbiamo corso qualche km dentro il parco del Circeo). Partita a 4'25, con 1'33 di passaggio alla mezza, ho poi perso un pò di ritmo concludendo con 3h11 anzichè le 3 ore e 6 sperate. Ma non importa, perchè erano anni che non riuscivo a tenere questi ritmi e la gara collinare non permetteva certamente un buon crono. Concludo con un 36esimo posto assoluto nella classifica generale e il secondo femminile.


La gara era organizzata al meglio e non mancava nulla. Per soli 20 euro di iscrizione abbiamo avuto ben due pasta party con tre primi piatti differenti (gnocchi, zuppa, pennette), dolci secchi, acqua, vino, pacco gara, servizio eccellente ai ristori, medaglia, coppa per i primi e premi alle categorie. Organizzatori gentilissimi e disponibili, percorso senza traffico e con begli scorci sul mare.
Direi che meglio di così non i sarebbe potuto fare, e sono tornata a casa con la gioia di una bellissima esperienza, ritrovando il sole laziale che mi mancava molto. Bello visitare il centro di San Felice Circeo e torre Paola: erano anni che lo desideravo.
Spero sempre di ritornare a vivere in quei posti che mi hanno dato molto: per adesso ne conservo bellissimi ricordi.



lunedì 1 dicembre 2014

Prima di Sabaudia...corsa a Lugo!

Stavolta manca veramente poco...il tempo sta iniziando assumere i caratteri tipicamente autunnali, con freddo, nebbia e umidità. Un week end a Sabaudia, nel ridente Lazio dal quale manco da mesi, può essere l'unica cosa a temperare questo periodo di svogliatezza causata proprio dal clima.
Stavolta manca solo una settimana, dicevo, e ho svolto l'ultimo allenamento un pò duro domenica, dove ho corso 1h10, con 9,8 km di gara a Lugo a 4'16, quindi a ritmo medio, concludendo, grazie a Fabrizio, con 10 minuti un pò più veloci sul finale.
Non sto male e spero di mettere a frutto la lunga preparazione.
Staremo a vedere...

domenica 23 novembre 2014

Vallesina: ne è valsa la pena


Allegra compagnia jesina

Mi è piaciuta veramente molto questa gara. Desideravo, a distanza di due settimane dalla maratona, correre una mezza per provare il ritmo, e ho deciso di correre a Jesi, in occasione di questo evento, che avrebbe ospitato anche il campionato regionale individuale e assoluto master su strada. Una gara impegnativa, che non permette certo di fare il tempo, ma caratterizzata da un percorso saliscendi che a me e' piaciuto particolarmente. Numerose salite e tratti in sterrato, com anche belle discese che permettevano di recuperare.
Una noia al tendine mi ha un po' frenato a inizio gara, ma ho chiuso in progressione nella parte finale.   Sono arrivata sesta, 1h30.19.  Ottima organizzazione, dicevo, e splendido allestimento nel centro cittadino: l'arrivo in piazza della Repubblica dei 2000 partecipanti non sarebbe potuto avvenire in maniera migliore. Bel servizio deposito borse e buone premiazioni.
Direi che l'esperienza e' valsa la pena, seppur ancora non sappia se sarei in grado di tenre 42 km interi a buon ritmo...staremo a vedere.
Per ora, buon inizio settimana a tutti!

lunedì 17 novembre 2014

Beata Stanchezza

Era normale, dopo una 30 km, sentire le gambe un pò stanche, pertanto prendo il risultato della gara sociale di domenica scorsa, La Camminata dei 2 Mulini, così come è stato, senza emotività. Un risultato di qualche secondo peggiore del 2013, con una partenza a buon ritmo che però non sono riuscita a tenere, quindi un calo nella parte centrale e una progressione finale nell'ultimo km. Un pò di difficoltà nello sterrato, ma per il resto non mi lamento: 4'07 di media nella 14 km (53'43), 8 assoluta.
Settimana di lavori in pista allo scopo di velocizzarmi, lavori che interromperò per qualche settimana allo scopo di evitare sovraccarichi eccessivi da tartan. Cercherò anche di partecipare a qualche cross, in modo da allenare la potenza aerobica, nonchè la propriocettività (fattore allenante è la non regolarità del terreno).
Domenica prossima svolgerò la 21 km a Jesi (AN), a scopo di test preMaratona: la voglia di correre c'è sempre, ovunque.
Il resto...in previsione della neve programmo già un ritorno sulla mia tavola, almeno per un week end, e un bel Capodanno a Londra.
Buon inizio settimana a tutti!!!


Podio di categoria ad Anzola Emilia: sono seconda

domenica 9 novembre 2014

30 km di Ravenna: 4'20 al km


Un bell'arrivo, ero soddisfatta...terza alla 30 km

Ritengo che un evento quale una maratona di portata internazionale sia un vanto per una città, soprattutto se la città ha dietro un patrimonio artistico come Ravenna. La città, che può vantare 8 monumenti paleocristiani (Basilica di San Vitale, Mausoleo di Galla Placidia, Battisteri degli Ariani e degli Ortodossi, Basilica di Sant'Apollinare Nuovo e in Classe, Cappella Arcivescovile e Mausoleo di Teodorico) dal 1996 nel Patrimonio UNESCO, ha organizzato un grande evento, comprendente la Maratona Internazionale (nessun keniano, solo due forti atleti russi), la mezza maratona, la 30 km, la 10,5 km non competitiva, con o senza pettorali, la Urban walking e passeggiate in generale.
Personalmente apprezzo il fatto di investire le risorse nell'organizzazione di un'ampia gamma di manifestazioni, piuttosto che limitare i premi e le risorse ai soliti atleti ingaggiati. E ritengo che una iscrizione comprendente ristori, piadina e pasta party, docce e assistenza, massaggi e spogliatoi dislocati in buona parte della città, oltreché ingresso gratuito con pettorale nei musei per la giornata di sabato, sia del tutto ben spesa.
Il percorso, toccante le tappe più belle del centro, comprendente due giri e, nel caso della trenta km, un giro esterno in zona Pala De Andre' (nel caso della maratona era diretto anche verso Punta Marina), mi è piaciuto molto. Ho corso la 30 km in preparazione per la maratona, allo scopo di provare il ritmo, tenutosi con una media di 4'20 al km. Sapevo vi fosse una nutrita concorrenza, ma ho comunque svolto la mia gara in 2h13, piazzandomi terza assoluta. Nel giorno precedente, recatomi nella città per il ritiro del pettorale all'Expo', ho avuto modo di riapprezzare ancora la sua storia artistica, nonché ho approfittato dell'ingresso gratuito alle terme di Punta Marina, vinto con la gara a coppie di Milano marittima, ormai parecchi mesi fa. Tornando all'Expo': si poteva fare il test dell'indice di grasso corporeo, particolare che ho trovato solo qui, e vi erano numerosi stand che offrivano prodotti locali.
Vi sono stati problemi nella nostra gara di 30 km, in quanto alcuni atleti, a quanto pare non correttamente segnalati, hanno corso 4 km in più: problema risolto stipulando le classifiche con i tempi fino al 27esimo km. Personalmente non approvo le critiche e le lamentele facili di certi podisti: ritengo che correre debba essere innanzitutto un piacere, ma soprattutto ritengo si debba riconoscere del merito a chi cerca di organizzare al meglio una manifestazione, contando soprattutto su numerosi, numerosissimi volontari e, ripeto, di volontari si tratta...

Due atleti Gabbi!

Inviterei chiunque critica con facilità a provare ad organizzare solo in parte un evento, soprattutto di tale portata. Certo, fare partire insieme tre competizioni, senza griglie, non deve esser stato facile, ma tutto ciò ha permesso una vasta gamma di affluenza  di persone da ogni parte d'Italia. Gli speaker sono stati bravissimi e il pubblico e' stato presente e caloroso. Anche il clima, ottimo per correre, ci ha graziato. Gradevoli le band lungo il percorso (hanno suonato anche le canzoni di Gianni Morandi, presente alla 21 km). I premi non erano ricchi, questo e' da dire, ma anche questo aspetto era ben chiaro dal regolamento: erano comunque prodotti genuini.
Il percorso, a detta di molti, non era facile: personalmente ho avuto la sensazione di correre bene e sciolta, ad eccezione dei punti nel centro storico fatti di fondo sassoso.
La medaglia e' stata una delle cose più belle, essendo fatta con un mosaico: una delle più belle e originali che abbia mai conquistato.
Una manifestazione alla quale ho partecipato con molto piacere, che ha dato onore alla mia terra: tornerò con molto piacere. Concludo con un invito alla consapevolezza che correre alla domenica e' una fortuna, qualunque sia il livello di chi lo fa: i problemi nella vita sono altri e la corsa deve essere una maniera per fuggirli...
Buon inizio settimana!

lunedì 3 novembre 2014

La Vallazza! Sole sulla campagna...


Un onore condividere un podio così...

E siamo giunti ad un appuntamento fisso nella prima settimana di novembre 14 km sotto il sole, in una giornata insolitamente calda.
Per me 2 minuti meglio del 2013, che ci regalò, se ben ricordo, un'altra splendida giornata, climaticamente all'incirca come questa. Sempre piacevole condividere una mattinata con la mia Società: mancano solo due gare e completeremo il calendario sociale.
Allenamenti che danno i loro frutti, dove mi impegno a sforzarmi nelle progressioni. Sperando il maltempo non arrivi, aspetto Ravenna...Correrò infatti, come già detto, la 30 km, allo scopo di capire il ritmo da tenere per la Maratona sempre più vicina... Buon week end a tutti, intanto!!

venerdì 31 ottobre 2014

Raffreddore pre"Vallazza"

Purtroppo, malgrado ci corressero anche i miei allievi e malgrado fosse un appuntamento molto sentito in Romagna, non correrò "I Gessi", bellissima gara in partenza dall'Ippodromo di Cesena che corsi per due anni.
La mia Società, infatti, da anni non rinuncia a "La Vallazza", competizione che si svolge in quel di Molinella, per due anni graziata dal bel tempo ma che, in alternativa, offre sempre considerevoli strati di fango.
Una gara alla quale sono sempre andata piuttosto bene, anche se quest'anno la vedo dura, causa un raffreddore scoppiatomi nella sera del giovedì 30 ottobre, sera nella quale ho cercato il gatto, scomparso inaspettatamente, per tutta la sera...Tutto risolto, per fortuna.
A poche settimane dalla maratona, una 30 km a Ravenna il mese prima (in occasione della Maratona ci saranno infatti anche la 21km e la 30), poi si inizierà ad entrare nell'ottica della competizione e si lavorerà sì sulla potenza aerobica, ma anche sul ritmo da tenere in gara.
Week end freddino (è arrivato, purtroppo) dove ho concluso un progetto della Podistica Cervese cui tenevo molto: inserimento dell'atletica leggera nelle scuole a Cervia. Anche per quest'anno gli istituti hanno aderito e le insegnanti sono state gentilissime e collaborative. Buon week end a tutti!


Allenamenti e piccoli campioni...

lunedì 27 ottobre 2014

Lungo andato...

Una domenica senza gare...pare strano, dato che ormai le competizioni mi fanno compagnia per tutti i week end. Ma c'era da correre IL LUNGO, l'allenamento più noioso, almeno per me, nella preparazione per una maratona, così ho "sacrificato" una domenica per corrermi 30 km (2h45 il tempo).
Partita dalla pista di Cervia, sono arrivata fino a Valverde di Cesenatico, passando attraverso il bellissimo parco di Levante. Ritmo molto soft, soprattutto in partenza, dato che le temperature, scese considerevolmente, richiedevano un certo riscaldamento. Ultimi 30 minuti in progressione, con chiusura  a 4'30.
Spero, per questa maratona, di tenere una media intorno a 4'25. Devo tenere conto del meteo e della preparazione invernale di questo ultimo mese che svolgerò, ma ammetto di sentirmi bene e di avere discrete ambizioni.
Settimana trascorsa con un bel lavoro in pista e ripetute in salita da 100 mt, sempre svolte a Cesenatico. Le dune sono arrivate e si prepara l'inverno...




mercoledì 22 ottobre 2014

Tre Monti 2014

Anche questa gara, bellissima e di altissimo livello, anche internazionale, è stata archiviata. Un'ottima prova, la mia migliore negli anni, a testimonianza di un periodo decisamente buono a ridosso della  Maratona di Sabaudia. Il clima, insolito, era caldo e umido, cosa che ha reso difficile la prova per molti atleti , ma che invece mi ha favorito dato che, al contrario, rendo peggio con il freddo.


Anche quest'anno la Tre Monti ha reso omaggio all'ex Ministro

Il percorso, con partenza e arrivo dall'Autodromo, merita sempre...mentre correvo mi sono tornati in mente i miei ricordi da sedicenne, quando andavo a vedere la F1, tifando Schumacher...
Vi erano delle splendide Porsche provenienti da Stoccarda, impegnate per dei training di guida sportiva (vi era anche la Macan Turbo, un miniCayenne): un altro collegamento con il mondo tedesco dopo l'esperienza di Monaco, dove visitai la sede della Bmw gustandomi anche le meravigliose Rolls Royce Shadow e Phantom (casa acqusitata dalla Bmw). La Germania mi attira, molto, anche a livello lavorativo. Chissà...intanto imparo il tedesco.
Tornando alla corsa, devo dire che il beneficio dell'acqua di mare sulle mie articolazioni si sente, così come gli allenamenti propriocettivi sulla sabbia...speriamo che il clima tenga. Per il resto io continuo a correre...


La partenza all'autodromo

giovedì 16 ottobre 2014

Munich ein Jhar nach


Un giorno in più di permanenza, a distanza di un anno, per potermi gustare meglio un'altra avventura in Germania. L'anno scorso, invitata dalla Regione Emilia Romagna, corsi la terza frazione della staffetta in compagnia delle mie "colleghe" della Gabbi Luana, Silvia, Ana, e vincemmo la gara dando ognuna di noi il meglio che potesse. Certo, un viaggio di 7 ore in pulmino e' sempre piuttosto stancante, soprattutto se, come e' avvenuto quest'anno, si parte la notte.
Ma l'esperienza e la visione di una realtà molto più organizzata ed efficiente della nostra vale sempre la pena. Vale la pena rendersi conto di cosa voglia dire visitare un paese civile, dove le regole vi sono e si rispettano, non si interpretano ne' si adattano a chi è' "raccomandato" o "protetto". Un paese dove vi è cordialità e rispetto di persone e ambiente, ma dove i furbi vengono trattati di polso. E' qui dove la gente spende perché ha i soldi e sta bene, ma dove, allo stesso tempo, la benzina e gli alimenti al supermercato costano molto meno: si paga il "più", ma l'essenziale e' garantito a tutti, a costi minimi. 
Il clima, una volta freddo e nebbioso, ci ha regalato un bellissimo sole e una giornata calda nel pomeriggio della mezza maratona, mentre in Italia, purtroppo, capitavano ondate di maltempo con esiti anche tragici.
Certo, la crisi economica c'è anche in Germania, e la dimostrazione si ha avuta proprio in occasione nella maratona e mezza maratona di Monaco: organizzazione impeccabile, calore della gente su tutte le strade, ma montepremi minimi, direi quasi nulli. Eppure eravamo 20.000 iscritti, con gente stipendiata addetta all'evento.
La gara, 21 km, non era facile. Ho pagato molto la notte insonne del venerdì e l'inizio della corsa alle 14:00, per me insolita soprattutto per la gestione del pranzo. Percorso collinare, con un arrivo meraviglioso. Me la caverò con 1.32.10, 20esima assoluta e terza di categoria. Nessun premio.
Non ero in condizione ottimale ma, a distanza di giorni, sento di aver recuperato il sonno e di poter allenarmi al meglio in vista della maratona.
In Italia ho trovato un insolito clima tropicale, che mi fa preannunciare ad un meraviglioso autunno...
Un grazie alla regione Emilia Romagna, a Thomas Benedetti e alla allegra compagnia per questa bellissima occasione: certe cose ed esperienze vanno semplicemente vissute.

mercoledì 8 ottobre 2014

Back to Carletta 2014!

2006. Fu un anno per me molto particolare.
Dopo un periodo molto brutto dal punto di vista fisico, decisi di iniziare a correre, preparando una maratona. In poco tempo ebbi numerose soddisfazioni: ricordo che gareggiavo ogni domenica (come adesso). Ricordo come fosse ieri quando corsi per la prima volta "La Carletta", gara del riminese che vanta ottima organizzazione e percorso accattivante di 12 km. Non ricordo se allora si corresse la parte finale dentro al parco, ma ho ben impressa nella mia mente la soddisfazione per quel 2 posto. A distanza di anni sono tornata, arrivando terza con un tempo differente per pochi secondi: ho ritrovato un'ottima organizzazione, più elevato livello tecnico, un clima (in senso meteo) più mite e dunque migliore.


Malgrado il massaggio del giorno prima (sono diventata più saggia e, per evitare danni ad articolazioni, voglio scaricare per tempo i muscoli carichi di km a scopo preventivo) la gara e' andata molto bene perché ho impostato una progressione che mi ha consentito di arrivare bene nella salita conclusiva. E la gara era premiata bene, come gli anni scorsi.
Sono zone, quelle di Rimini alta, panoramiche e climaticamente deliziose: le consiglio a chi voglia farsi una sana passeggiata a pochi km dal mare.
A pochi giorni dalla mezza Maratona di Monaco posso dirmi soddisfatta dei lavori che sto svolgendo: la maratona scelta e' quella di Latina, il 6 dicembre. Ho preferito, per quest'anno, una meta italiana, in modo da puntare ad un buon tempo, se possibile. Se non fosse, va bene lo stesso, perché l'anno successivo vorrei andare a L'Avana...


lunedì 29 settembre 2014

Centopassi sul rivale...

Una bella comitiva a Cento
Avevo la testa orientata ad una bella 14 km in quel di Savignano...Una gara che corsi anni fa, ai miei primi km agonistici.

Invece abbiamo partecipato alla Centopassi, gara ottimamente organizzata ma a...qualche km di distanza in più rispetto a Cervia. Bello ritrovarsi insieme, bello ritrovare la nebbia, dopotutto.
Sono stata contenta della prima parte della mia gara, tenuta con un buon ritmo, ma non mi sono piaciuta per nulla sui km lungo il rivale del fiume, dove ho accusato la mia corsa dispersiva e ho perso numerose posizioni: non era la mia gara.
8 assoluta, con un ritmo sotto i 4 al km solamente nei pezzi in asfalto; mi sto rendendo conto sempre più di essere una stradaiola, ma devo anche riuscire a prendere confidenza con percorsi irregolari. Approfitterò dell'occasione della fortuna di poter insegnare atletica a Cervia con un ripasso generale sulla...tecnica di corsa.
In attesa della mezza maratona di Monaco, 12 ottobre, dove correrò per una iniziativa dell'Emilia Romagna (è il secondo anno), mi godo questi giorni di sole in Romagna. Spero in un inverno come l'anno scorso, perche' dopo una estate così chiedo solamente un pò di sano caldo tropicale!!
Buone gare a tutti!

martedì 23 settembre 2014

Week end di Fuoco!

Due gare in due giorni, ma non devo esagerare...Non voglio, per l'entusiasmo, ritrovarmi coperta di infortuni...
Ad entrambi gli appuntamenti non potevo però mancare: il primo, con grande valore affettivo per noi atleti/e Gabbi (e non solo) è stato il memorial Franca Morotti. La moglie del nostro Presidente manca a noi tutti ed è difficile accettare il fatto di non vederla più la domenica con noi. Ma è comunque sempre presente, e sono convinta che abbia avuto un grandissimo piacere della manifestazione organizzata dalla Società a San Lazzaro, all'interno di un circuito di due giri da 2,3 km.

Una bella "sparata" nella quale tutte abbiamo dato il massimo, in un percorso piuttosto nervoso. 4 posizione combattuta per me, con 22'10 di crono finale. Soddisfatta, ma soddisfatta soprattutto per avere corso per una persona splendida come Franca era.


Insieme per Franca. La partenza a San Lazzaro

Ancora più soddisfatta, ma solo agonisticamente parlando, è stata la mia vittoria il giorno successivo alla 10 miglia (16 km) dell'Alzheimer, da Cesena a Cesenatico: molto caldo e umido ma sono stata molto contenta del mio ritmo a 4:07, che mi ha permesso di chiudere la prova in 1:06. Complimenti a Fabrizio, primo nel settore maschile. Una gara organizzata benissimo, con un tifo costante per tutto il percorso, dove solidarietà e sport hanno corso insieme. Un binomio sempre vincente, per ricordare un problema che, purtroppo, accumuna moltissime famiglie che si trovano in difficoltà a gestire: problema legato all'aumento della vita media.
Complimenti all'iniziativa, che mi rivedrà presente nel 2015, magari anche nelle distanze più lunghe e grazie, grazie di cuore a tutti per il tifo.

Cesena-Cesenatico: 10 miglia

lunedì 15 settembre 2014

Run Tune Up under 1h30

30 e 18!

Dopo anni di corse in questa gara, cui partecipo con (quasi) continuità dal 2008, finalmente una prova decente.
Ho cercato di sfatare un mito legato a prove pessime sopra l'1h30 (se ben ricordo il mio tempo migliore fu 1h32), e finalmente ho chiuso la prova in 1h29.44!
Le cause del mio scarso rendimento alla gara sono molteplici: percorso impegnativo, numerosi cambi di direzione, clima solitamente umido, affluenza di gente, fondo fatto quasi interamente dei sampietrini del centro storico. Quest'anno sentivo di valere meglio su un percorso regolare, avendo passato la mezza della scorsa settimana alla marcialonga Running in 1h26 (molto più corribile).
Eppure ho sempre amato questa gara, nella quale il gentilissimo Fausto Cuoghi mi inserisce fra i top runners da tre anni, con una ospitalità e cordialità che solo lui sa dare. Gara unica nel panorama bolognese, con 4000 partenti (edizione record) e atleti di altissimo livello.
Anche la mia società ha partecipato, inserendo la gara nel campionato sociale.
E' stato bellissimo condividere questa giornata in compagnia, firmando anche il cartellone della manifestazione insieme a Fabrizio.
Parto impostando la gara sui 4 al km (parto ai 3'53) ma la difficoltà del percorso mi fa chiudere la prova in 1h29.44: 16assoluta e terza di categoria. Media 4'13.
Sono stata molto soddisfatta, dato che sto macinando km...sto bene e sono fortunata.
Si prosegue con una gara sociale sabato pomeriggio, poi si metterà in cantiere la preparazione per la maratona...

GS GABBI Top runners!


giovedì 11 settembre 2014

E avanti!!!

Ritrovare, anche se per una "toccata e fuga" quelli che per me sono tra i posti più belli al mondo e' stata una scelta giusta condita da un solo rammarico: esserci stata così poco da non aver corso sulla mia ciclabile preferita, quella che va da Moena a Canazei. Non ho avuto il piacere di fare le ripetute in salita di 500 mt, con la visione panoramica del centro del paese. Ho dormito a Someda, nella vallata opposta, e mi sono svegliata cullata dalla dolce visione della Val di Fassa.
Archiviata la meravigliosa esperienza della Marcialonga, gara che mi riprometterò di correre nel 2015, posso solo sperare in un buon tempo sulla mezza, la Run Tune Up, sebbene in questa gara abbia sempre fatto tempi orrendi.
Ma ci proverò, perché sarà un ottimo test per la maratona a dicembre (Jamaica, Panama, una gara in Italia?), in attesa che, a febbraio, ne corra un'altra in un altro luogo me molto caro: Malta.
Continuo a divertirmi e a stare bene. Piove ma non mi importa perché poi smette sempre...
Buon week end a chi correrà a Bologna, e a chi no!

8 assoluta alla Marcialonga running!

mercoledì 3 settembre 2014

Avanti, tra strada e sterrato

E di cosa mi lamento?
Tra luglio e agosto ho collezionato periodi d'oro... Agosto, in particolare, e' stato un ottimo mese, agonisticamente parlando: 3 vittorie, 2 secondi posti, un terzo posto.
E il secondo posto di domenica, raggiunto nella 10 km magistralmente organizzata dalla Sidermec Vitali, mi ha fatto molto piacere. Sarà perché, dopo anni, sono tornata a concludere una 10 km sotto i '4 al km (39'39), seppur partendo troppo forte e facendomi staccare dal 5 km, sarà perché ho sentito di essere veramente nel periodo giusto, dopo anni di oblio...

Tante cose possono essere, ma sono contenta di poter aver la fortuna di correre, dato che la corsa e' sempre stato il mio termometro di salute.
Domenica sono ancora incerta sul da farsi, ma probabilmente farò un weekend in montagna.
Intanto in Romagna il tempo orrendo mi fa desiderare ancora di più il mio viaggio in Giamaica...tempo al tempo...
Saluti a tutti e buone corse!

 Il mio secondo posto con i miei allievi|

martedì 26 agosto 2014

Obiettivo raggiunto: Val Carlina 2014

L'allenamento ha dato i suoi frutti. Giornate di allenamenti anche tosti, gare in montagna dure, tra la Toscana e Emilia, che mi hanno riempito di soddisfazioni. Tutte finalizzate ad un unico scopo: un buon piazzamento alla 5 passi in Val Carlina.
Certo, non ambivo per forza alla vittoria, ma ad un podio (l'anno scorso arrivai terza), quello si'.
Purtroppo non vivo in montagna e non ho potuto svolgere allenamenti con regolarità, ma in questo periodo sto veramente bene e quel 24 mattina, favorita dal soggiorno gratuito offertomi dai gentilissimi organizzatori (La Ca', 1000 metri), ero motivata a dovere.

Io e il Coach Marino

Sabato pomeriggio trascorso con Fabrizio a Castelluccio, fino alla vetta del Monte Piella, 1200 metri, per ossigenarsi ad hoc, senza fare troppa fatica...
La gara, quest'anno, partiva da Lizzano in Belvedere anziché da Vidiciatico: dunque la parte finale sarebbe stata tutta in discesa, e forse mi avrebbe svantaggiato, seppur fosse su sterrato.
Imposto la gara ad un buon ritmo, sento che in salita le gambe vanno. Il coach Marino mi rassicura, sul percorso, che prima o poi arriverà la discesa... Mi sento sicura sullo sterrato, riesco persino ad andare benino sui sassi. Non vi e' fango e le A1 si sono rivelate una buona scelta.
Dopo la salita de La Ca' mi lascio andare e vado: ormai ci sono! Non mi pare vero, ma Fabrizio, dalla chiesa di Lizzano, mi viene incontro e mi dice di esser sola al comando.
Ormai e' fatta e sento già' la gente che mi incita: ho vinto la Val Carlina, obiettivo raggiunto!
E' stata una bella estate, malgrado il clima, perché' posso dire di esser tornata ai miei livelli, con entusiasmo e passione. Dopo due anni interminabili post infortunio sento di aver ripreso elasticità al ginocchio destro.
Mi rimane da aspettare la Run Tune Up di Bologna come test sulla mezza, per vedere se mi ricordo qualcosa della corsa in pianura...
Go!!!!

Soddisfazione

giovedì 21 agosto 2014

Be yourself

Sto bene e, in questa settimana, ho riscoperto la bici, la pista, le cose che più amo. Ho dedicato tempo al gatto e, dato che ho passato due settimane di ferie, ho fatto mente locale su cosa ho avuto e cosa ho perso. E ne ho tratto che ho tanto, tanto da avere, in futuro.
Per l'inverno ho già programmato quello che farò e, dopo ricerche ed informazioni, ho prenotato il mio viaggio in Giamaica in occasione della maratona, a dicembre. Troverò caldo e clima tropicale...non a caso la gara parte alle 6 di mattina!!!

Allenamenti in pista

Questo week end correrò la 5 Passi in Val Carlina, la gara da me più attesa, anche perché è la più bella della zona. Sto bene, anche se non ho potuto contare su continuità di allenamenti in montagna, ma molto presto troverò spazio e tempo.
Per ora...buon week end a tutti, l'estate sta finendo!!!!


Allenamenti al Corno alle scale

lunedì 18 agosto 2014

Tra Baigno e Ferrara...

Il periodo buono continua e agosto ha preso una marcia brillante.
Dopo la bella gara di Frassignoni, abbiamo corso la dura quanto ben organizzata gara di Baigno, Appennino Bolognese: 10,3 km tra salite e discese di montagna, in una giornata piuttosto freddina (l'estate e' andata così...).
Sono riuscita a vincere stando bene, con un tempo di 48 minuti, e posso ritenermi veramente soddisfatta anche questa volta.
Il giorno prima, con Fabrizio, siamo andati al Corno e, come sempre, ci siamo ossigenati a dovere (malgrado il freddo): la montagna e' sempre la cosa più bella, mi piace ricordarlo. Il giorno di ferragosto abbiamo pure fatto una visita a Vigo, paese con un sasso enorme (mi piacciono i sassi) e a Sasso Marconi.


Dopo due giorni corro a Montesanto di Ferrara, dove chiudo in 27 minuti la 7 km tra frutteti e...fango, dietro alla fortissima Ana: sempre un piacere rivederla, ed e' sempre un piacere correre una gara premiatissima, organizzata anch'essa molto bene.
Domenica correrò la 5 passi in Val Carlina, la gara estiva cui tengo di più. Quest'anno si partira' da Lizzano in Belvedere.
Diamoci sotto!

La bellissima targa di Baigno!

lunedì 11 agosto 2014

Frassignoni!

Una bella gara in Toscana, in un paesino a 700 mt di altitudine, dove seguivamo sentieri di montagna in un circuito fatto da giri comprendenti anche il centro del paese. Peccato per alcune sviste organizzative che hanno portato alcuni atleti a ridurre di molto il tragitto del percorso.
Io ho svolto un giro corto e uno lungo ma, da quel che avevano detto, i giri corti sarebbero stati due...
Controlli regolari e riconoscimento del mio primo posto. Mi dispiace per chi, invece, non ha passato i controlli e si è visto annullare la prova. Purtroppo il taglio dei fondi ha portato a molte carenze di personale anche negli eventi podistici: le associazioni locali ce la mettono comunque tutta.
Sono comunque molto contenta del mio stato di forma e della mia ripresa post Carpegna: la camminata al Corno alle Scale del giorno prima e' andata molto bene e le salite delle gare passate mi sono servite.
Il giorno prima, infatti, mi sono allenata con Fabrizio al Corno e abbiamo raggiunto il lago Scafaiolo e la Croce, camminando sul crinale. La sera abbiamo soggiornato a Gaggio Montano, dove ho conosciuto anche gli animali di sua mamma: stupendi.
Sono anche stata contenta della mia corsa in discesa, un po' più temeraria...
Settimana di gare, questa...tra ferragosto e la domenica si correrà a volontà. Buon ferragosto a tutti!


Frassignoni! Io e Stefania, 4 assoluta!

lunedì 4 agosto 2014

Il Carpegna non mi è bastato...

Archiviata anche la bellissima gara sul monte Carpegna, che tiene impegnati gli atleti su 22 tornanti (7 km a salire, 7 a scendere, tot 15,5), metto in conto di tornare spesso in zona, in quanto il pomeriggio passato da me e Fabrizio in compagnia dei nostri compagni di team Emanuela e Giuliano (gentili e ospitali e' dire poco) all'interno del parco del Sasso Simone e Simoncello ci ha aperto in un paradiso del trekking. Un posto, questo, ideale per escursioni e pic nic.
La gara non è' andata come speravo: un virus di stagione fatto di febbre a 37-8 per 2-3 giorni mi ha colpito mercoledì, giovedì, venerdì, compromettendo molto le mie condizioni fisiche. Avrei voluto correrla tutta, la salita, ma dal 5 km in poi ho iniziato a sentire le forze allontanarsi...peccato.
Terza ma con onore, dato che comunque ho terminato la gara, seppur non come avrei voluto: andrà meglio nel 2015. Vedevo il conteggio dei tornanti e mi sembravano eterni...ho provato a non mollare, ma le condizioni erano quelle che erano...Non mi sono sentita il Pirata, in quel momento.
Comunque già sto meglio e sta anche tornando un po' di appetito. E comunque, ripeto, il Carpegna non mi è bastato...

Sasso Simoncello

La montagna e' qualcosa di meraviglioso e manca un mese alla Marcialonga Running, che decreta un mio ritorno dopo anni: voglio rivivere le emozioni che solo la Val di Fassa ha saputo darmi: ritrovare quel sentiero di ciclabile che porta fino a Canazei...voglio svegliarmi la mattina e sentire il profumo di quella valle, di quel paese.
E poi, la gara: vorrei risentire l'emozione del ritiro del pettorale durante il sentiero che mi porta a Pampeago, sotto gli impianti di risalita, ma voglio anche ritrovare Cavalese sotto il sole, al mio arrivo...e rivedere le luci della valle, di notte. Amo la montagna, lo ripeto.
Per il resto, continuo a lavorare divertendomi e a correre nella mia pineta: e' già lontano quel virus, e io ho una gran voglia di godermi questo mese di agosto...

Podio Carpegna

martedì 29 luglio 2014

Roffeno come volevo!

E' stato un week end rovinato un po' dal maltempo, ma non per questo sgradevole, anzi...ho visto posti meravigliosi del nostro Appenino e sabato mi sono allenata persino al Corno, a 1600 metri.
Purtroppo è una estate un pò anomala per il maltempo, ma sono riuscita comunque ad allenarmi a modo, sebbene metta in conto di prepararmi bene su sentieri sterrati, in modo da prendere confidenza con le discese tecniche che tanto temo.
Panorama post gara

E domenica mi è andata bene, in quanto a Rocca di Roffeno, gara durissima di 10,2 km, la parte del percorso più impegnativa non era più composta da pietraie ma da più innocuo ghiaino.
Sono partita a 3'40 al km, ma il percorso era in leggera discesa, dopodichè ho cercato di stringere i denti, ricordandomi i 3 km di salita finali. Il clima era ottimale per correre, e la sera prima avevo approfittato dell'opportunità di dormire a Villa D'Aiano, a pochi km dalla partenza. L' allenamento e l'ossigenazione al Corno mi avevano fatto bene, seppure risentissi un pò degli allunghi in salita corsi il sabato pomeriggio.
Claudio Bernagozzi, come sempre, è stato molto gentile e professionale.
Domenica tornerò in zona Carpegna per il Giro del Monte Carpegna, gara stupenda cui manco da tre anni.
Si preannuncia un bell'agosto fatto di gare in montagna, nell'attesa di correre la 5 Passi in Val Carlina e, soprattutto, la Marcialonga Running.
E andiamo!

Un podio simpatico!


martedì 22 luglio 2014

Ecotrail con sorpresa post gara...

Una giornata partita con entusiasmo, ma conclusa con un retrogusto amaro...per fortuna, però, senza grossi danni.
Dopo tre anni ho pianificato di ritornare a visitare anche le montagne della mia zona. Sono tornata a San Leo il giorno di Pasqua e, per questa estate, ho deciso di correre il trial (bellissimo) di domenica scorsa (parchi Sasso e Simoncello) e di ripresentarmi, ad agosto, per una delle gare per me più belle del riminese-marchigiano e dintorni, che è' il giro del Monte Carpegna.
Parto con l'idea di correre una gara impegnativa di 21 km (dislivello da 960 metri, se ben ricordo, a 1400), ma estremamente panoramica, seppur, alla partenza, mi avessero messo a conoscenza dell'esistenza delle discese "tecniche" da me tanto temute.
Primi 2 km circa sull'asfalto, in semi autosufficienza (per la prima volta nella mia vita parto con una bottiglia in mano, in quanto le boccettine nella fibbia da me ritratte in foto non si sono rilevate comode già dal riscaldamento): vedo sassi ostili già dai primi km. Un piccolo pensiero circa il tornare indietro dopo che un partecipante mi ebbe detto che dopo sarebbe stata peggio c'è stato, ma non volevo privarmi di questa esperienza.
E il panorama era fantastico, soprattutto quando mi sono trovata a correre in una distesa verde, alla vista dei campi da sci: fantastico.
Iniziano le discese tecniche e perdo di vista la prima concorrente: mi arrendo e le cammino per la maggior parte.
Concludo la prova in seconda posizione, senza neppure consumare le maltodestrine (meglio così).
Al rientro scoprirò, ma dopo qualche ora, di esser stata derubata di bancomat e carta di credito, con il secondo scasso della mia portiera destra dopo soli 4 mesi dalla riparazione dal precedente furto ove mi rubarono di tutto.
I ladri han fatto solo due tentativi di prelievo 1 ora e 15 dopo, tramite un codice fasullo da loro letto nel mio telefono...telefono per l'occasione messo fuori uso mordendomi la SIM. Nessun furto di denaro contante dal portafogli, per non trarmi in sospetto da subito.
Tutto a buon fine, dunque, seppur ricordassi due individui, in lontananza, osservare le macchine parcheggiate.
A portare i documenti e le carte si rischia anche questo, e vi invito a non farlo...
Per il resto...sono pronta per il prossimo week end a Rocca di Roffeno...e sarà ancora montagna!



Con le munizioni!

lunedì 14 luglio 2014

Una bella Berzantina...

Un'altra di quelle giornate nelle quali stavo bene, malgrado la sveglia alle 5, la settimana di lavoro e il tempo anomalo...
E poi, correre ancora sull'Appennino e' sempre un piacere, e sempre con piacere mi impegno per continuare a fare sane fatiche domenicali.
Malgrado, come ripeto, stessi bene e abbia condotto per buona parte la gara in testa, non ricordavo la stessa così dura, fatta da ripide salite anche su sterrato. Percorso più lungo del 2013 e per me 2 minuti meglio dell'anno scorso (sicuramente aiutata anche dal minor caldo). Una gara con oltre 30 edizioni, molto sentita dai locali (e non solo), alla quale ho partecipato con molto piacere, anche per la gentilezza degli organizzatori.
Secondo posto, ma inaspettato date le avversarie valide, in una giornata ottima, come dicevo, per la forma fisica. Sono contenta e ritengo una fortuna poter correre tutte le domeniche divertendomi, riprendendo i livelli che non speravo più di ritrovare.

 
PB in Berzantina 2014!! 

giovedì 10 luglio 2014

CAMPIONATI ITALIANI UISP DI CORSA IN MONTAGNA

Sapevo, ho sempre saputo di non essere una discesista su percorsi tecnici. Ricordo quando, nel 2012, corsi questa gara valevole come Campionato Sociale, in seguito al mio famoso infortunio, e presi la decisione di camminare tutta la discesa.
Quest'anno l'ho corsa un pochino, ma partire seconda nella salita di 5km e ritrovarsi dodicesima lascia un po' di amarezza. A ciascuno i suoi limiti. Terza di categoria e medaglia di bronzo, consapevole dei miei limiti da cervese.
E' comunque stata una bellissima esperienza: sarà perché adoro Vidiciatico e ritengo questa gara ottimamente organizzata, sarà perché gli scenari sono splendidi. E correrò nelle zone anche domenica, per la Berzantina, così come correrò a Rocca di Roffeno o alla 5 passi in Val Carlina: l'Appennino è un mondo da scoprire, che mi infonde sempre pace e tranquillità.
Settimane di lavoro (di quello non mi lamento) con le prime soddisfazioni dai miei ragazzi di Cervia, appassionati almeno quanto me.
Per luglio non correrò la Stralivigno, ma valuterò la Marcialonga Running per settembre, mentre a dicembre, il 6, correrò la 42 km in Jamaica. Domenica, invece, la Berzantina.
Non è estate, ma arriverà...

In salita...e stavo bene!

martedì 1 luglio 2014

San Marcello 2014...


Podio femminile San Marcello

Sembra passato parecchio tempo dal mio infortunio del 2012. Mi capito' in occasione di una trasferta laziale, in un trail. Una caduta, un periodo infernale interminabile, poi una lentissima ripresa. La mia corsa, già molto dispersiva, era cambiata e le mie gambe non giravano più a dovere. A distanza di due anni, la cicatrice e' migliorata e il tessuto e' meno ispessito: sto ricominciando a correre come ricordavo.
Il 29 giugno e' trascorso e per il secondo anno ho corso la Pistoia-San Marcello: 30 km della 50 km ultra alquanto nota agli appassionati.
6 minuti meglio del 2013, nonostante non ricordassi questa gara così dura. Purtroppo non mi sono allenata a dovere in salita e l'ultima esperienza simile e' stata durante la mezza di Suviana gara che, al confronto, mi è parsa molto più soft. 
Salire fino alle Piastre e' stata una vera e propria prova di resistenza: ero stanca dalla settimana trascorsa ma il fisico ha risposto bene, e sono arrivata seconda, supportata anche da un gentilissimo ciclista. La salita dell'Oppio, poi, e' stata il colpo di grazia finale ma, a differenza del 2013, conoscevo il percorso e ho usato la testa. Avevo un po' di indolenzimento causatemi dal Katun e l'Ispeed di Mirabilandia...
Una due giorni divertente, offertomi in tutto e per tutto da Fabrizio, gentilissimo, che ha vinto anche quest'anno, confermandosi dominatore su questo genere di percorso. Tutto bello e divertente, a partire dall'incontro all'expo con Monica, rivista con molto piacere, alla cena ove erano presenti anche i due vincitori maschile e femminile dell'edizione di quest'anno. Una cena dove la padrona dell'hotel si è' sentita rispondere che al menù di atleta a base di riso in bianco e pollo con patate al forno avremmo preferito linguine allo scoglio e fritto di pesce: gli unici ai tavoli.
Cena però che ci ha portato bene: con la fatica che si fa il minimo e' mangiare a dovere.
Giornata piuttosto calda, iscrizione record di partecipanti, molti di questi impegnati nella 50km: evento unico per chi lo conosce.
Non so come siano riusciti ad arrivare in cima, ma devo fare i complimenti a questi atleti: per me San Marcello e' stata più che sufficiente, ma in futuro, chissà...
Domenica altra gara panoramica: campionati regionali di corsa in montagna a Vidiciatico: dopo San Marcello saremo a vedere...

mercoledì 25 giugno 2014

Gara veloce prima della 30km

Il periodo buono continua, nonostante due settimane di lavoro piuttosto intenso e allenamenti sacrificati alla mattina poco dopo le luci dell'alba.
La gara, Trofeo Cisalfa, corsa ad ottobre 2013, consisteva in tre giri di 2,1km lungo il parco del Navile, caratterizzati da parecchi cambi di direzione e saliscendi. Giornata calda, seppur la partenza fosse stata anticipata alle 8:30 del mattino. Per me un terzo posto del quale sono soddisfatta, con circa un minuto meglio del 2013.
La settimana in corso prevede per me allenamenti più leggeri (tra cui un bel 2000 in pista) in vista della Pistoia-San Marcello, 30 km impegnativa alla quale arrivai quarta nel 2013, in una giornata calda. E poi saranno solo gare in montagna...Buona estate a chi si allena e a chi no; la gara all'estero del 2014 sarà il 6 dicembre in Giamaica...


Un gradito podio!

martedì 17 giugno 2014

Ridracoli 2014...al meglio!

E' da tre anni che, fedelmente, non manco all'appuntamento di questa scalata, 13 km, dal Capaccio alla imponente diga di Ridracoli, vero e proprio spettacolo paesaggistico.
 Nel 2012 vinsi, in una giornata calda, con 1h06; nel 2013 arrivai 3 con 1h03.43.
Quest'anno, con 1h00.43, mi sono aggiudicata il gradino più alto del podio. da dire, però, che non era caldo come l'anno scorso (negli ultimi km ho preso addirittura pioggia).
Cerco di godermi questo periodo buono, allenandomi con criterio nelle prime ore del mattino, non trascurando una buona alimentazione.
Fabrizio, mantenendo fede al 2013, ha vinto con il tempo del 2014, a conferma del buon periodo per entrambi.
Meno 15 giorni alla 30 km Pistoia-San Marcello...e lì si vedranno i frutti!


Premiazioni Ridracoli 2014: vittoria Gabbi!

domenica 8 giugno 2014

Su e giù per la diga...

Era dall'anno scorso che ripetevo a me stessa: "Vorrei vedere il lago di Suviana, o meglio, correrci la gara"... Una maratona, composta da due giri piccoli e uno lungo, notoriamente molto difficile ma con scenari affascinanti, una mezza, 21 km composti da un giro piccolo e uno grande, una 7,8 km, giro unico.

 
Un graditissimo podio!

So, dopo il test di Cortina, di stare molto bene. Vi possono essere una miriade di spiegazioni, ma quella certa e' che sono fortunata, e basta. Sto iniziando a trovare piccole soddisfazioni nel lavoro e, da due giorni, un gattino abbandonato mi sta riempiendo di gioia.
Sono partita alle 5:30 da Cervia (ore 8:05 a Suviana) con l'intento di correre una bella mezza, cercando di non esagerare e di godermi anche il panorama, a detta di tutti meraviglioso.
Le gambe c'erano e giravano, e mi hanno portato a vincere in 1h39.01, correndo tutta la gara, anche nei pezzi più duri. Stavo bene ed ero felice: ho corso sciolta come non facevo da tempo. Sono periodi fortunati che durano nella misura in cui, per l'entusiasmo, non si tenda a strafare.
Il paesaggio della diga, che si alzava progressivamente ai nostri occhi, rendeva la gara veramente unica. Bravissimi gli organizzatori, sempre gentili e amichevoli. Bravissimo il nostro Claudio Bernagozzi. Bravissimi Cesareo Memmo e Tosetti Paolo, primo e secondo nella gara breve.
Correre nell'Appennino e' sempre un piacere. La mia estate di week end montanari sta iniziando...
Buona settimana, amici...arriva l'estate, quella che piace a noi!

martedì 3 giugno 2014

Mountain Mama

4 giorni in montagna fanno solo bene. Se poi si parla di Alto Adige e, soprattutto, della Cortina-Dobbiaco, i 4 giorni diventano terapeutici!
Luoghi incantevoli, giornate ideali per correre, posti dove prima viene il rispetto per la natura e l'ambiente, del quale gli abitanti sono parte.
E' il terzo anno cui partecipo a questa gara, e anche quest'anno il tempo ci ha graziato: sole e temperature decisamente gradevoli.

A un passo dal cielo

Nel 2011 arrivai 23esima con 2h17. Vestivo i colori della Lazio e ricordo che fui soddisfatta del mio tempo. Saltai l'edizione del 2012 causa infortunio che ricordo bene (lacero-contusione ginocchio destro).
Nel 2013, causa sassolino nella scarpa e altre condizioni, arrivai 41esima: 2h25. Quest'anno, 2h15, tornerò ad avere un pettorale con il 20, dato che sono arrivata 26esima assoluta (in questa gara la griglia va guadagnata di anno in anno, altrimenti si parte da fondo).
 Ignorando il 2013, ho calzato le stesse scarpe dell'anno prima, con la conseguenza che un malcapitato sasso, spero non lo stesso che mi disturbò a suo tempo, mi ha fatto compagnia per tutta la gara, con dolore e sosta nel tentativo vano di toglierlo. Nonostante questo sono stata veramente soddisfatta della posizione e del tempo: meglio non avrei potuto fare e, del resto, penso proprio che con le scarpe pesanti sarei andata più piano. Terza di categoria e premiazione sul palco: fa piacere. 4523 iscritti in una gara organizzata al meglio: dal servizio navetta ai ristori (con tanto di serata finale in piazza a Dobbiaco).

Differenze tra me e te...

E' stata una esperienza del tutto particolare, dal pettorale con il nome per me e Fabrizio (o meglio, Giuseppe) e l'ingresso in griglia a 2 minuti dalla partenza, con tanto di ripresa dal responsabile dei top runners, che non ci trovò neppure al momento del raduno di tutti noi "pettorali bianchi" (in ritardo anche in quella occasione), al momento dell'arrivo, dove Fabrizio osò opporre resistenza  nientepopodimeno che  a Fulvio Massini, che lo invitò più volte ad uscire dall'arrivo (stessa scena del 2013).
Un'avventura dove, ogni anno, ritrovo amici di tutta Italia, da Roma, Napoli, dalla Lombardia, dal  Veneto...e ovviamente tanti amici di Bologna e Emilia Romagna.
E' durato tutto troppo poco, e quelle piste ciclabili, il lago di Breiss, le megapizze al confine con l'Austria, i treni colorati e le vallate verdi rimarranno nei miei ricordi almeno per un anno, quando ci tornerò...Le Dolomiti sono un patrimonio solo nostro, del quale dobbiamo essere orgogliosi...

mercoledì 28 maggio 2014

Lippo e poi...Cortina!

Reduce da 20 km a Bruxelles e da una settimana travagliata, si sarebbe ripetuto un rituale: Lippo, gara di 8,2 km (l'anno scorso ridotta a 6 circa per maltempo), "sparata" prima della Cortina Dobbiaco.
La gara, segnata in miglia (media di circa 6'30 a miglio per me) si correva tra lo sterrato lungo il rivale del fiume e la strada. Procedevo bene, in terza posizione dietro alle mie compagne Ana e Luana, poi, ad un tratto, quasi tutto il gruppo (eccetto i primi due e il quarto e il quinto, Fabrizio) sbaglia strada sul sentiero e percorre un miglio in più. Gara annullata con riconoscimento delle nostre prime 5 posizioni, maschili e femminili.
Non è cambiato nulla per me, ma i numerosi atleti premiati nelle categorie hanno avuto un pò di amarezza. Tuttavia, sono cose che possono capitare.
Durante la settimana svolgerò allenamenti tranquilli, in quanto da venerdì a lunedì saremo a Dobbiaco per il terzo anno: 30 km di Cortina-Dobbiaco. E finalmente un pò di montagna, in attesa di una stagione al mare, lavorando...


Podio Gabbi: Nanu, Leardini, Giunchi, Freda

martedì 20 maggio 2014

40.000 persone in 20 km...

Avevo sentito parlare di questa gara, la 20 km di Bruxelles, da chi era stato nella Capitale. E me ne avevano parlato molto bene: come un evento organizzato a ottimi livelli, con bande musicali e grande presenza di pubblico. Ma non pensavo sarebbe stata una delle gare più belle cui avessi mai preso parte. All'uscita dal tram (pieno di gente, dato che la città era chiusa al traffico), mi sono trovata davanti all'arco di Trionfo del Cinquantenario: mi ricordava Parigi, Berlino...grandi capitali europee.
Quattro partenze differenti per i 40.200 iscritti, tra i quali spiccava il Re del Belgio, che concluderà la sua dura prova in 1h58 minuti. 35esimo anno per l'evento, e per l'occasione lo sponsor Mizuno ha stampato loghi splendidi sulle t-shirt del pacco gara.

The Guardian of King's House!

Percorso per nulla facile, essendo Bruxelles una città collinare. Causa il mio ritardo nella iscrizione (le liste erano già chiuse), ho avuto un numero miracolato nelle retrovie dagli organizzatori grazie a Patrick, atleta locale molto noto, che ha anche permesso il mio soggiorno in Belgio. Sono comunque riuscita a correre la mia gara in 1h24.50, real time.
Tantissima gente per tutta la durata del percorso (si respirava aria di libertà dopo il 15esimo), itinerari unici quali il Parlamento Europeo, la casa del Re, e ancora, parchi verdissimi e strade stracolme di gente ai bordi delle transenne, pronte a fare il tifo. I belgi sono molto accoglienti e ospitali.
La gara, in una giornata calda e limpida, è stata organizzata veramente benissimo (l'anno scorso vi erano 10.000 partecipanti in meno), e poteva contare anche su quasi 2000 italiani.
Il Belgio, essendo ricco di boschi, ha un'aria che...si respira meglio (in Germania ho provato sensazioni di purezza d'aria simili vicino alla foresta nera); a Tervueren, zona residenziale a 15 km dalla Capitale, vi sono oltre 100 km di foresta. In Belgio non vi è solo il cioccolato più buono al mondo (con somma gioia ho appreso che hanno anche inventato le waffles, e le farciscono con panna, frutta, mou, nutella e altro bendidio), la birra o i fumetti: vi è arte, rispetto patriottico (purtroppo ho solo visto di passaggio la collina del leone di Waterloo) e altissimo livello di architettura.

Boutte de Leon

Tornando alla gara...Ricordo i penultimi 3 km piuttosto impegnativi, ma l'ultimo, in discesa e diretto al punto dal quale eravamo partiti, mi ha permesso di correre libera, pensando a quanto ami correre e viaggiare. E continuerò a farlo, sempre, perchè è questo che voglio.


Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta