Anna Giunchi Blog Personale

mercoledì 10 agosto 2011

CorriBianco 2011...Un'occasione per conoscere la Calabria...

Kemboi...primo classificato. Pronto per Londra!

Zaid Issam!

Fisici da spiaggia!!

E' maturato tutto in pochi giorni...Giuseppe mi parla della Corribianco, gara che mi ha sempre incuriosito, mi dice che lui sarebbe stato presente (gli vogliono bene tutti, incredibile, ed è amico con qualunque organizzatore). E così, in un attimo, ho prenotato il volo per Lamezia e sono scesa a Bianco, per passare 4 giorni meravigliosi. Non è certo la caoticità di Milano Marittima; mi trovavo in un agriturismo all'interno di una cornice naturale fatta di uliveti, vitigni, alberi di fico di tutte le varietà, piante di more, granoturco e quant'altro. In mattinata correvo nelle colline adiacenti, molto aspre e caratteristiche, ma già alle 8:30 il caldo si faceva sentire. Il mare, limpido, pareva una piscina, e l'agriturismo offriva una spiaggia privata a neppure 200 metri dallo stesso. E poi...la compagnia di Giuseppe e famiglia...volete mettere???


Il girelloooo!!

Corribianco 2011...decima edizione. Una gara unica, che vede fra i partecipanti i migliori atleti del mondo, quali Ezekiel Kemboi, Kiptolo Chumba Dixon, Bauhs Scotty, Too Edward Kiptanui...keniani, americani, marocchini; mentre a livello femminile ho avuto il piacere di gareggiare (non competere!) con atlete quali Anna Incerti, Nadia Ejjafini, Angela Bizzarri, Feyene Gemeda, Gloria Marconi e via di questo livello...Abbiamo fatto il bagno in mare con gli amici keniani, condiviso il pranzo e la merenda pregara con loro. Organizzazione impeccabile, per un evento che ha coinvolto tutto il paese di Bianco e la Regione stessa, in una manifestazione preceduta dalla corsa non competitiva e dalle numerose gare per ragazzi. La competizione femminile, iniziata alle ore 22:30, in una serata umidissima, prevedeva 4 giri del percorso fra lungomare e centro cittadino, per un totale di 6,8 km, mentre il maschile, successivo al femminile, ne prevedeva 6. Emozionante la partenza, nella quale lo speaker, bravissimo, ci ha chiamato una per una, intervistandoci anche all'arrivo. Vedendo tutte quelle persone forti io a tutto avrei pensato meno che arrivare seconda come senior (venivano premiate le prime 10, per questo mi è andata bene), al punto che, al momento della premiazione, ero già andata a dormire... 27 minuti e 59, dunque per nulla brillante, ma comunque contentissima, soprattutto di essere lì. Ho ritrovato Massimo e il gruppo GTV, che hanno avuto anche la cortesia di ritirarmi il trofeo. Il giorno dopo è stato dedicato alle visite alla villa Romana e ai musei di Locri, oltre agli allenamenti e ai bagni con il piccolo Alessandro; una serata sul lungomare, con tanto di Torneo di Braccio di Ferro in un locale molto in voga. Lunedì è stato un giorno caratterizzato, dopo l'allenamento al caldo, da un'altra corsa, disperata, causa rischio di perdere l'aereo per Bologna. Viaggio su treno regionale da Bianco a Reggio Calabria, con il simpaticissimo Zaid, atleta marocchino; in seguito fuga a Lamezia centrale con Treno veloce in ritardo...taxi fino in aeroporto e volo pigliato...al volo!
Soggiorno splendido, nel quale ho coltivato la mia passione per le melanzane condite in ogni maniera (c'era pure la sagra), conoscendo una terra unica, che può offrire tanto, con gente con grande cuore, che aspetta solo di trasmettere la propria voglia di vivere ai propri ospiti. La chiamano Calafrica...perchè fa venire il "mal", quando devi lasciarla...


8 commenti:

theyogi ha detto...

certo che fai 'na vitaccia, pure te... ;) e sempre in mezzo ai ragazzoni, poi!

Davide R. ha detto...

Che bello!!!!!! ma quanto ti sei divertita?????? quante avventure in quei 4 giorni... caspita avrei voluto vedere l'agriturismo!!!!!!! e anche la gara... chissà che spettacolo!!!!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Yogi...son sempre alla caccia del Maschio Africano...e questi...altro ceh vu cumprà!!
Davide...è un'altra gara che ti consiglio. I posti ricordano molto la Egna del Sud...

Marco Bucci ha detto...

Ogni botta una tacchia, come se dice a Roma...!!
Vabbeh, ma questa ormai e' una consuetudine e non stupisci piu' ma brava te lo meriti lo stesso...!!!
Ciaooooooo

Grezzo ha detto...

Quel mare smeraldo somiglia proprio alla nostra terra, gran bella gara comunque, non ti sei lasciata intimidire dai BIG che c'erano ai nastri di partenza.

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao, Marco!!! Ma come stai??? Per me è un periodo fortunato. Voglio passarti un pò di fortuna, perchè non ne posso più di vederti infortunato...
Ciao, Grezzo!! Grazie per i complimenti, ma temevo proprio di arrivare ultima!! Sai che vorrei fare la maratona di Cagliari???

Grezzo ha detto...

Anna, a me lo hanno sconsigliato, perché a quanto pare c'è molta disorganizzazione, pensa che lo scorso anno il gruppo di testa composto da 3 keniani si è perso per la scarsa visibilità della segnaletica del percorso in mezzo alla pioggia, e infatti ha vinto Filippo Lo Piccolo, per un caso fortuito perché non gli hanno fatto sbagliare strada. Se cambi idea c'è la maratona di Olbia a Dicembre, lì fanno le cose meglio, almeno stando a quello che ho visto io e a quello che hanno fatto lo scorso anno con la mezza maratona.

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ah, ok...grazie per le informazioni...Mi avevano invitato e mi eran sembrati molto gentili. Ho visto che sarebbe un pò un casino con gli aerei...per cui mi sa che mi limiterò a Torino a novembre o, semmai, Olbia...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta