Anna Giunchi Blog Personale

martedì 31 luglio 2012

Non dimentichiamo...


In questo blog non ho affrontato un argomento che, a mio modo di vedere, risulta prioritario. Lo faro' adesso. Sono passati più di due mesi da quel 20 maggio nel quale la mia terra e' stata colpita dal terremoto, data alla quale e' seguita, tre giorni dopo, la terribile nottata della scossa delle 23:30. Il lavoro della Protezione civile, nonché dei numerosi volontari, dei comuni, delle regioni, dei semplici privati, e' stato immenso ed e' grazie alla loro forza che oggi, da quasi 9000 sfollati, si e' scesi a poco più di 6000 unita'. Ma l'incubo non e' finito. Feci un proposta, tempo fa, che sarebbe stata quella di destinare i premi, spesso in natura e raramente in denaro, ottenuti dalle svariate gare podistiche del territorio (ma non solo del nostro) agli sfollati.  Si parlava della necessita' di disporre nelle tendopoli di pasta, alimenti confezionati quali biscotti, succhi di frutta, tonno, carne in scatole. Alimenti, insomma, spesso destinati ai premi delle gare locali. Io, personalmente l'ho fatto, e ritengo che sarebbe una bella cosa se altri amici lo facessero.  Mi piacerebbe, inoltre, che le associazioni o gli enti sportivi che hanno generosamente aiutato la gente del mio territorio me lo segnalassero, in modo da potermi creare una lista personale. Purtroppo, l'incubo non e' finito. Vorrei che tutto quello che e' successo non venisse dimenticato in fretta...un grazie a chi mi ascolterà...

lunedì 30 luglio 2012

Affrontare le paure, affinché non diventino fobie...

Doppisti...

Sono passati più di due mesi da quando scrissi quel post intitolato: "Maratonina in ambulanza", in occasione del mio brutto infortunio capitatomi durante il trial dei monti Lucretili a Vicovaro: lacero-contusione con otto punti. Da allora giurai a me stessa che non avrei fatto più gare trial, riservando alla montagna solo piacevoli passeggiate. Invece, prima ho corso i campionati regionali di corsa in montagna (tragici) a Lizzano in Belvedere, poi a quelli ho aggiunto la gara di ieri mattina, a Castiglione dei Pepoli. 16 km tra strada e montagna, che ho pero' cercato di prendere con filosofia. I primi km, circa tre, in salita, strada, ho cercato di svolgerli a passo regolare. Una volta nel bosco ho intervallato corsetta a camminata e, giunta alla discesa, ho deciso saggiamente di camminare, per poi lasciarmi andare negli ultimi 6 km su strada. Una gara bellissima, che e' valsa la pena di correre. E che mi ha fatto capire che, per un incidente, non vale la pena privarsi di certe emozioni...semmai vale la pena affrontarle con un'ottica diversa. Correrò ancora dei trial, magari senza competere, perché ritengo che non ci sia niente di meglio che condividere con altre persone una giornata in mezzo alla natura. Ho terminato la gara 11esima, senza farmi male e comunque soddisfatta. Al rientro al mare avevo ancora le immagini di quelle montagne dentro di me. E domenica sono già pronta per la prossima sfida. Anche con una gamba sola, ma in Argentina ci arrivo...ci potete contare.

sabato 28 luglio 2012

Castiglione dei Pepoli parte seconda...

Castiglione dei Pepoli: laghetto S.Maria, nel parco!

E riecco il grande caldo, con Bologna che tocca punte di 40 gradi. La settimana e' trascorsa in maniera tranquilla, dal punto di vista degli allenamenti: solo un lavoro di 8x1000 a ritmo maratona, intervallato da allenamenti brevi, di un'ora al massimo. Questa settimana ha visto prevalere la stanchezza causata dalle poche ore di sonno dopo la gara di domenica. Giovedì ho avuto il piacere di rientrare fugacemente a Roma, ma non sono riuscita a fare meglio che non una corsa di 30 minuti con allunghi. Domenica tornerò a Castiglione dei Pepoli, appennino bolognese, per una 16 km tra boschi e strade ripidissime, in sostituzione del lungo. La gara, Salto del cervo, è alla sua 17 esima edizione. Il posto, come dicevo, è proprio bello, immerso nel verde, e comprende le località Baragazza, Creda, Lagaro, Rasora, Roncobilaccio, San Giacomo, Sparvo. Molto suggestivo il lago di S. Maria, vera e propria oasi di pace, incastrato in percorsi bellissimi nel bosco. Amo molto queste zone anche perchè alla mia zia di Bologna piacevano in maniera particolare: non a caso i miei parenti hanno casa a Monzuno. 
Staremo a vedere: ma solo l'idea di ritornare in quei posti mi è sufficiente...Buon week end a tutti.... 

martedì 24 luglio 2012

Dal Mugello with love...


Questo week end e' stato alquanto incerto sul a farsi: in forse una gara nell'Appennino bolognese, in forse una gara a Pistoia...e alla fine ho optato per una gara in zona Barberino del Mugello, precisamente a Marcoiano. Giornata incerta a livello di meteo, partenza ore 5:47, direzione Bologna, dalla quale proseguiro' insieme a Francesco, ben conoscitore di quelle zone appenniniche. Percorso alquanto impegnativo a livello stradale, con tanto di valicamento del passo di Futa...arriviamo sul posto, immerso nella vallata, e già si prospetta una gara decisamente impegnativa. 12 km dei quali i primi 2 in salita ripidissima, 6 circa tra discesa e saliscendi e gli ultimi 4, terribili, tutti in salita tra i tornanti. Per mio conto non sono andata male e ho concluso con un terzo posto: pensavo, tuttavia, i km fossero 14, e ho condotto la gara risparmiandomi un po'. Ancora non ho recuperato i ritmi dell'anno scorso, ma sono contenta dell'aver ritrovato motivazione e voglia nel fare fatica. La giornata e' proseguita nelle valli del Mugello, tra chiacchiere con i simpaticissimi abitanti locali e pranzi di tortelli. Niente pioggia, solo un forte vento. Nel pomeriggio, invece, ho avuto un assaggio di quel che mi spetterà domenica: 16 km in partenza da Castiglione dei Pepoli, paese bellissimo nell'Appennino bolognese, con partenza in salita dal paese e meta' percorso dentro il bosco. La preparazione continua, seppur dia maggiore importanza al lavoro, ora come ora. Ci sono tanti luoghi bellissimi che la corsa mi permette di conoscere: questi piaceri domenicali sono per me fondamnentali...

sabato 21 luglio 2012

Verso Rocca di Roffeno...


Convalescente, dopo tre giorni di febbre, eccomi pronta a ripartire. Obiettivo Buenos Aires, come sempre. Il pettorale e' già pronto e ora come non mai devo riprendere mentalmente e fisicamente la condizione. Domenica scorsa mi sono assaporata il primo lungo di due ore, tra la pineta di Milano marittima e le terme di Cervia, mentre in settimana ho svolto un allenamento di 3000-2000-1000-3000-2000-1000. Insomma, mi sto ben abituando a fare i km. Il clima caldo non aiuta, ma devo ammettere che lo stato febbrile che mi ha coinvolto giorni fa mi ha temprato parecchio. Non ho velocità di base, ma ho ancora viva una gran voglia di correre. Domenica gareggerò alla Rocca di Roffeno, zona Castel d'Aiano, 10,5 km saliscendi. Tuttavia mi è stata proposta una alternativa in zona Barberino del Mugello...e valuterò.. Potrebbe esse, dunque, un ritorno sull'appennino bolognese, da me tanto amato. Per il resto proseguo tra spiaggia, tennis e cadute dal Banana Boat. L'estate e' bella, amici miei. Godetevela anche voi: lavoro molto, ma faccio ciò che mi piace. Buon week end a tutti!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta