Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 16 gennaio 2017

I benefici del viaggio...

Sentivo il bisogno di fare un viaggio, ma non pensavo che mi portasse a tanti benefici fisici e mentali...
Venivo da un periodo di influenza continua, al punto che non riuscivo più a correre ai miei ritmi: evitavo le gare che non fossero di società, alle quali partecipavo per attaccamento alla maglia. Prestazioni scandalose: la peggiore di tutte a Savignano, conclusa con un concerto di tosse. Ho poi voluto correre una faticosissima Forlì-Predappio: non andava e facevo fatica nelle salite che amavo tanto: così ho deciso di fermarmi. Antibiotici per una settimana: io, che li ho presi solo una volta nella mia vita e che evito persino la tachipirina...
Prima ancora dello stop, ricordo due prove di cross andate a ritmi deludenti, nonostante stessi andando meglio in quel genere di percorso che non in quelli più lunghi. E devo aggiungere che, dopo il ritiro a Livigno, ero uscita da un sovraccarico che mi aveva portato a correre la Maratona Alzheimer ad un ritmo non soddisfacente, e a non correre per nulla quella di Ravenna.
Dopo uno stacco di 5 giorni a Roma, dove non solo mi sono consultata con tecnici esperti, ma ho anche svolto il lungo di 34 km e ripetute in salita, sentivo già di stare meglio. Ma è dopo l'esperienza in Florida che mi sono sentita trasformata: in allenamento svolgo già ritmi migliori delle mie ultime gare del 2016, e ho ripreso a fare le ripetute in salita, seppur sotto la neve.
Il motivo del miglioramento può essere un discorso mentale, oppure una "purga" ai polmoni durante il volo... quel che so è che, dopo anni,  correrò la Tre Comuni e, finalmente, preparerò con la mia società i campionati regionali di cross....
A volte basta prendere il volo, staccare un attimo, e si torna più carichi che mai...


2 commenti:

nino ha detto...

Dajeeeee

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao!! Come stai?

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta