Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 19 aprile 2010

TUTTA LA PUGLIA IN DUE GIORNI...

I TRULLI!!! Finalmente li ho conosciuti!!

Gallipoli. Sullo sfondo, proprio lui: IL TACCO.

Risulta alquanto strano sapere che, per attraversare una regione, ci vogliono 4-5 ore...
La Puglia è lunghissima. Mi mancava, nel mio curriculum, visitare la zona salentina. Adoro la Puglia, e avevo già maturato splendidi ricordi da Bari e Cagnao Varano. Domenica mi sono decisa a correre la mezza maratona dello Jonio, invogliata da Nicola, l'amico pugliese sul quale so di poter sempre contare. Una persona fantastica, orgogliosa della sua terra: buono e accogliente come si conviene ai pugliesi Doc. Che panorami che ho visto: spettacolari, semplicemente spettacolari. L'entroterra di Altamura, i fantastici trulli di Alberobello, la riservata spiaggia di Torre Santa Sabina (nel quale, pensate un pò, ho ritrovato un amico vicentino che fece i centri estivi di tennis con me a Serramazzoni). E poi...Gallipoli, dove ho corso la mezza.
E il mangiare??? Focaccia, orecchiette con cime di rapa, riso con patate e cozze.
Una vacanza, insomma, dove Nicola e Maria Pia mi han veramente trattata da reginetta...
Una domenica di sole, fantastica...oltre 20 gradi, per una gara tutta sul lungomare, dove si scorgeva un mare azzurro limpido e un panoramico pezzo di tacco.
Molti iscritti: 800 agonisti, malgrado molta gente corresse anche in zona Bari una tappa del Corripuglia. Di me...lasciamo perdere. Non vado, e son decisa a dare uno stop momentaneo con le lunghe distanze, per dedicarmi seriamente ad un miglioramento di base sul breve e, soprattutto, voglio cercare di lavorare sulla forza.
Dalla partenza sentivo che non andavo per nulla; mi son semplicemente adagiata a correre, vivendo a pieno regime questa esperienza unica, in quella magnifica terra. Perchè quella terra, la Puglia, è qualcosa di meraviglioso: immersa nel verde, completamente coperta di ulivi...con oasi naturali e paesaggi rurali da fotografia. Mi fa strano, ora, ritrovarmi nel caos romano, dopo aver visitato e vissuto quelle atmosfere così...filosofiche. E' gente, quella pugliese, con un profondo rispetto per la propria terra e per chi la visita; ho notato una pulizia encomiabile, e lo stesso aeroporto di Bari, rispetto a Fiumicino, viaggia decenni più avanti (non me ne voglia Fiumicino...anzi, la mia borsa-bagaglio, pazzesco, è uscita a tempo record...). E' un aeroporto modernissimo; domenica era mezzo spoglio causa chiusura aeroporti del nord (la nube...).
La gara, insomma...
Sono partita in testa, ma poi mi son fatta fregare 2 volte. E dunque terza, ma sorvoliamo sull'1h 33.57, che testimonia solo che per le lunghe distanze, ora, non ci sto.
Però è stata una splendida idea, quella della gara. Ho festeggiato il compleanno mio, e quello di Nicola. Mi son portata a casa anche il pane pugliese di Altamura. Che però, fuori dalla sua terra, ha un sapore amaro...

13 commenti:

the yogi ha detto...

bello il pretesto del gara per visitare il bellissimo salento, prima o poi ci casco anch'io!

ps. magari a BA il bagaglio è arrivato prima perché ci sono meno voli.... ;)

MFM ha detto...

Complimenti, la scusa delle gare per viaggiare e conoscere nuovi posti è davvero ottima.
Quanto ai servizi aeroportuali e non è triste notare come noi italiani ci stupiamo di quando le cose funzionino. Dovrebbe essere una cosa normale...

Patty ha detto...

brava Anna, buono il risotto?

Marco Bucci ha detto...

Ohi Anna.... se poco poco mi rimetto, ti vengo a far compagnia in qualche scorribanda pazza come questa eh....!!!
Praticamente da Torino a Lecce...
Mo' ti mancano Trieste e Palermo e ti sei girata lo Stivale in lungo ed in largo x quest'anno......!!

GIAN CARLO ha detto...

Forse se non gareggiavi te la godevi ancora di più ...anche perchè non è da te cedere nel finale.

Anonimo ha detto...

io ho sangue totalmente salentino.
luciano er califfo.

Anna ha detto...

Yogi...infatti queste cose sono nel tuo stile! Ma dai, anche gli ulivi laziali meritano...
Quanto riguarda il bagaglio...sicuramente è per quello, ma facciam finta di no...
MFM...strano che a Bari le cose funzionino più che in altre città più conclamate. son rimasta stupita, sul serio.
Patty!! Buono?? Squisitooo!! E non ti dico la focaccia e le orecchiette!!!
Marco...ma quando ti rimetti???
Trieste? ci feci la mia seconda maratone. e a Palermo andai per il giro di Castelbuono, del quale non fecero il femminile!!!
Gianca...hai ragione. L'avessi fatta camminando...me la sarei goduta di più...
Califfo...e chi aveva dubbi??? Sei un GRANDE Salentino!!!

... E io corro! ha detto...

Sei la più blogTROTTERA di tutti noi. Ti osservo sempre mentre girovaghi qua e la con un misto di ammirazione ed invidia per la mia vita fin troppo sedentaria.
Bel racconto, la puglia è una terra fantastica (tra l'altro politicamente è la regione, a mio modesto parere, meglio amministrata)...l'Italia è una terra fantastica!! (ma in questo caso lascerò in altri luoghi i miei commenti sul malgoverno). :D

Anna ha detto...

Beh, caro Guido...tu sei al confine con l'Europa, e quando ti svegli vedi le montagne. E' come se le scalassi, e arrivassi fin lassù ogni mattina, per quello che produci...Sei un grande, e farai tanto anche per la politica. Perchè ne sai!!!!!l'Italia è fantastica. Ma merita più rispetto!

-Walter- ha detto...

Da salentino non posso che essere contento dei tuoi apprezzamenti per la "mia" terra.
Ti consiglio anche la parte adriatica del salento, parlo di Castro, Otranto, Santa Cesarea Terme...rimarrai entusiasta, credimi.
Un saluto

Anna ha detto...

Che piacere accoglierti, Walter!!!
Vivi a Roma anche tu, ora?
Eh, me l'han detto, di Otranto. Bene, pretesto per scendere ancora in PUGLIA!!!

-Walter- ha detto...

Si Anna, vivo a Roma da un paio di anni e da pochi mesi mi è presa questa fissa della corsa e quindi eccomi qui tra tutti voi con tanto di blog personale.
Otranto è spettacolare come tutti i paesini della parte adriatica che differiscono da quelli del lato ionico (tipo Gallipoli per intenderci) perchè sono prettamente scogliera. In ogni caso se ti è possibile visitare il Salento in estate fallo, non te ne pentirai.
Anche se personalmente credo siano maggio e settembre i mesi migliori: fa caldo uguale, c'è più vegetazione e molta meno confusione!!

Anna ha detto...

Otranto e anche Lecce...mi han detto che son due perle. Insomma, devo tornare in Puglia. Che dire...benvenuto tra i Blogtrotters, allora!!!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta