Anna Giunchi Blog Personale

venerdì 30 marzo 2012

Back to Bologna...

Settimana un pò stancante...solo un lavoro: 2000 e 6x1000, mercoledì, poi solo scarico. Non è un buon periodo, atleticamente parlando, e sono sempre verso la ricerca della chiave giusta per ritrovare forma e, di conseguenza, motivazione. Di certo mi farà bene ritornare, tra meno di 6 giorni, in Sicilia...c'è in ballo un progetto cui tengo molto e, forse, la testa è più lì che in altro, ma meglio distribuire le proprie energie per qualcosa di utile, destinato a chi merita, che non solamente verso sè stessi. La gara del week end si svolgerà a Sant'Agata, vicino a Bologna, 10 km, Trofeo Terre d'acqua. E, il giorno dopo, una domenica libera, con un itinerario in mountain bike... Buon week end a tutti!

Aspettami, Sicilia...

lunedì 26 marzo 2012

Pesaro dal Faro...

Sabato si torna a Bologna!
Quanto sono belle, le colline marchigiane...Eppure, a Pesaro, si respira ancora tanta Romagna: piadina, locali, aperitivi. Però, laggiù, c'è una montagna...
La gara di 12 km (in origine era 15) del giro del Faro è stata molto impegnativa, ma allo stesso tempo molto suggestiva: merita, merita davvero la partecipazione. Alta qualità dei partecipanti, nonchè ricco montepremi, per un percorso al quale non ero più abituata. Salita per 8 km dai primi 500 metri, per poi proseguire con un saliscendi continuo. In effetti non sono partita bene per nulla, e le mie gambe hanno sofferto subito il brusco cambio di pendenza; ma il veloce recupero in discesa mi ha permesso di condurre la gara in una media di 4' al km, per me lontana da tempo. 6 la mia posizione, 3 di categoria.
Al rientro, dando un saluto a quel mare e a quella montagna molto caratteristica, nella quale Pavarotti soleva rifugiarsi, sono stata sommersa da un profondo legame per la mia terra e per le sue tradizioni. E' vero che amo viaggiare, ma torno sempre a casa, poi...
Buon inizio settimana a tutti, anche a chi ha volato a Ciampino!

sabato 24 marzo 2012

Week end al Mare...

Trial di Ragusa...10 giorni e si torna in Sicilia!
Stasera ritornerà l'ora legale...vorrà dire, per me, lavorare all'aperto, allenarmi fino almeno almeno alle 20, proiettarmi verso l'estate. E, mai come adesso, sento bisogno di mare... Non è stato un inizio anno malvagio, seppur la mia condizione atletica fatichi a decollare. Tuttavia la settimana è iniziata rispettando fedelmente gli allenamenti gentilmente recapitatomi da Ettore...
Un lunedì di 1h30 di corsa difficile da digerire, eppure svolto; 8x1000 mercoledì, 6x400 venerdì, tre allenamenti di scarico e palestra. Ritmi ancora deludenti, e un fastidioso mal di testa che mi accompagna da almeno 10 giorni. Ma tutto passa e, se non passa, passerà.
Mi sta ritornando l'ottimismo nel portare avanti le cose che faccio e fra 10 giorni tornerò nelle mia beneamata Sicilia, a Sferracavallo dagli amici che mi par di conoscere da sempre.
Domenica tornerò nelle Marche, invece, per i 15 km del Giro del Faro. Una distanza un filo più corta delle solite 21. E già sto buttando i piani per la Maratona estera di quest'anno...
Buon week end, amici!

lunedì 19 marzo 2012

Imola: tra l'autodromo e le colline...

Bellissima, la mezza maratona che ho corso domenica. Percorso non facile, caratterizzato da numerose salite, ma con ottima organizzazione e alto numero di partecipanti. Bellissimo correre alcuni tratti in vicinanza dell'autodromo: da appassionata di Formula uno mi sono decisa, una volta per tutte: stoppiamo questo periodo di poca voglia, e riprendiamo ad allenarci come si deve: bisogna diventare una Ferrari!
In settimana ho svolto solo un lavoro sui 3000, 2000, 2x1000, con ritmi scandalosi, residui del trial siculo di domenica. Da mercoledì fino a sabato, invece, solo scarico. Domenica la gara è andata bene come piazzamento: 5 assoluta; tuttavia il tempo di 1h 31 mi ha fatto capire che, in pianura, valgo ancora sull'1h28, ben peggio del personale.
Ho ritrovato molti amici e amiche e riveder Monia e Alessandra mi ha fatto ripensare ai tempi nei quali giocavo agonisticamente, rispettivamente, a tennis e a calcio: mi sono divertita, con lo sport.
Week end a venire incerto, forse si parte per Roma, altro non so...Buon inizio settimana a tutti!!!

Sempre piacevole gareggiare nella mia Regione...

mercoledì 14 marzo 2012

Ecotrail della val d'Ippari: nel bellissimo mondo del Ragusano...

Eccoci, Maurizio!!
La Sicilia presenta un territorio estremamente vasto, con una peculiarità: attraversandola, si assiste ad un vero e proprio mutamento paesaggistico. Anche questa caratteristica la rende unica al mondo.
Domenica mattina mi vedevo impegnata per l'Ecotrail della Val d'Ippari, in provincia di Ragusa, precisamente a Vittoria: 300 km circa da Sferracavallo, dove alle 5:25 Maurizio si è gentilmente offerto di caricarmi!!! Maurizio è veramente una grandissima persona, di buon cuore, e conoscerlo è stato per me un piacere enorme. I suoi amici, poi, son veramente simpatici. Spero di allenarmi presto con loro, al mio prossimo ritorno, allo stadio delle Palme: tornerò per Pasqua.
Una macchina piena di amici siciliani, che condividevano la passione per queste gare molto particolari ed impegnative, ma capaci di regalare emozioni incredibili, all'interno di scenari meravigliosi, dove la prima regola consiste nel rispettare la natura che ospita gli atleti. In macchina il tragitto è stato alquanto lungo, attraversando anche le verdissimi Madonie...emozionante vedere il movimento della natura che cambiava ai miei occhi...

Podio femminile e maschile
La gara, ottimamente organizzata, è stata disputata nonostante il maltempo che ha coinvolto la nostra isola nei giorni precedenti: forti raffiche di vento e pioggia, che hanno determinato un certo numero di tratti fangosi. Bellissima l'emozione nel correre per i monti siculi: troppo, troppo emozionante, malgrado il percorso tecnico e impegnativo. Non sono le gare nelle quali rendo al meglio, e mi sono inceppata in molti punti, ma ho comunque fatto un 4 posto assoluto che mi ha fatto molto piacere: sarà stato il clima siciliano, sicuro...
Ho conosciuto Orazio, troppo forte, e l'organizzatore, Aldo Siracusa, al quale faccio ancora i miei complimenti per l'ottimo lavoro. Gara segnalata benissimo, con ricco ristoro finale. E poi...l'applauso che la gente mi ha riservato alle mie prime parole, mi ha proprio commosso: che gente meravigliosa, mi commuove sempre...
Che dire, se non che tornerò presto a tuffarmi in quei posti meravigliosi? C'è tanto, ancora tanto da scoprire. E io sono pronta, con il bagaglio a mano...

martedì 13 marzo 2012

La montagna sul mare...

Io andavo a correre e vedevo questo...Sferracavallo...

Avrei voluto narrare questi 4 giorni in terra siciliana sotto forma di novella. Ma no, non arrivo a tanto, e forse non risulterebbe comprensibile a dovere nei confronti di chi legge. Sono convinta che le modalità sensoriali siano uno dei patrimoni più belli dell'essere umano, e che vadano oltre l'intelligenza stessa. Al punto che io, attualmente, mi trovo incapace di comprendere e di narrare quanto ho provato e vissuto. Sono andata a trovare persone che conoscevo da sempre, che mi hanno arricchito e cambiato senza che me ne accorgessi, al punto che tutto ciò che mi hanno dato lo custodisco forte dentro: è già parte di me. Vivo, io, in un contesto nel quale, spesso, ci si dimentica del rapporto umano, della conversazione intesa come reciproco dono, della comunicazione non verbale e del valore delle cose semplici in un contesto territoriale dove, però, si possiede tutto. A (ordine alfabetico) Ciccio, Marco, Michele, Sissio, Simone, Sferracavallo tutta, io devo molto. E potrei ringraziare tutti per ore, elencando quello che hanno fatto per me, ma penso che sarebbe più opportuno ringraziarli per essere così come sono, perchè tutto ciò che mi hanno donato faceva parte del loro essere: dopotutto, sono siciliani...

Sfincia di mare...


Arrivo in aeroporto, Punta Raisi, alle ore 7:50, anticipo. Trovo Cicciuzzo ad aspettarmi, e pure Michele, che mi fa la sorpresa. Entro già in un film, e nel primo ingresso in un bar di Isola delle Femmine, nel quale assisto ad uno scambio di battute tra Michele e una sua vecchia conoscenza, già stacco la spina e dimentico il resto: sono in Sicilia e voglio vivere da siciliana, almeno fino a che sarò qui. Conoscenza con Simò, simpaticissimo, con cui instauro subito feeling, e appuntamento con Sissio in zona stadio! Precedentemente ci son stati impegni politici con ottime premesse, nonchè pranzo eccellente tra antipasti e ricci di mare. E, nel pomeriggio...IN BARCA!!!!


BELLA!!!!!!!!

Per la prima volta della mia vita i miei amici mi portano in mare...un'emozione incredibile condividere le emozioni di chi, in mare, ci vive, ci lotta, ci spera. E ci vince, dato che Michele in 10 minuti acciuffa due polpi...Adrenalina allo stato puro: questo è un vero e proprio sport. E' proprio vero, come diceva Michele, che in mare ti senti piccolo. Nella terraferma ci scanniamo per arrivismo personale e bisogni di autorealizzazione, ma ciascuno di noi, se si ritrova da solo in barca, di fronte alla tempesta, è nulla: può venire inghiottito senza che nessuno se ne accorga: e che cambierebbe per il mare, in fondo?
Serata da Cicciuzzo a gustarci il megapolpo (sapeva di mare), dove ho conosciuto anche Marco Capo, troppo forte...ke spettakolo, queste persone, famiglie comprese...

Riserva naturale di Capogallo, Barcarolo...c'è anche questo...

Nella giornata di sabato visiteremo Monreale, e anche qui mi sentirò piccola di fronte a quanto l'essere umano è stato in grado di creare e di rendere visibile ai nostri occhi: l'arte bizantina è affascinante e il patrimonio culturale di questa terra, la Sicilia, ogni volta mi lascia senza fiato. Bellissima giornata, con passeggiata sul lungomare, emozionanti passaggi a livello, panchine immobili ferme a guardare là sempre lui, il mare, e quella montagna che ci si tuffa. Serata a base di cibo locale (MAMMAKEBUONO) a Tommaso Natale....3 km di strappi in salita e si è già in montagna...Ma vi rendete conto? Ho conosciuto molti piatti locali, tra sfincioni, carciofi bolliti come fanno loro, pizze con ricotta, salse in agrodolce, focaccia con ripieno di milza...DOLCI! Come la sfincia, la genovese, il cannolo e, fra poco a pranzo, la CASSATA SICILIANA...
Domenica mattina ho gareggiato a Vittoria (Ragusa) per il trial del Monte Pellegrino, ma della gara parlerò a parte...
In serata Michele mi ha fatto conoscere un paradiso sulla terraferma: la riserva naturale di Capogallo. E di fronte ad un posto che racchiude il Monte Cristallo di Cortina, il mare di Sardegna, i fanaglioni di Capri, i fichi d'india di Malta, oltre al calore della Sicilia stessa, cosa dovevo dire, se nn rimanere a bocca aperta chiedendomi: "Perchè tutto questo?!"


Il mercato di Ballarò!


Lunedì in quel di Palermo, città meravigliosa, con Sissio e il mitico Simò, che mi ha anche donato il suo bellissimo libro: "Ho un mare di cose da dirti", dove quelle montagne, quei paesaggi prendono vita. Pomeriggio da Ciccio e serata in aeroporto, in attesa di un aereo che avrei voluto non partisse mai.
La partenza, o meglio, il decollo, già lo sapevo: i miei viaggi coinvolgenti finiscono sempre così. Ma già penserò a quando tornerò, e quella montagna sul mare si aprirà di nuovo ai miei occhi. Presto riabbraccerò quella gente, anche se so che mi riserveranno sempre una prima classe in poppa. Sono tornata ricca, ricca di cose semplici: il vero vivere, in fondo, è questo. Ah, non ha mai piovuto. C'è sempre stato il sole...
Un abbraccione, ragazzi...

mercoledì 7 marzo 2012

...e la tua vita cambia in un attimo...

Roma...temevi ti lasciassi, eh?

Devo ancora prendere coscienza di quanto mi sta per succedere. Strana sensazione, quando percepisci che la tua vita, in un attimo potrebbe stravolgersi, che i tuoi sogni non saranno più tali ma solida realtà, e che tutto quello che hai fatto negli anni è servito a qualcosa. E che c'è gente che troverà sempre un posto in primo piano nel tuo cuore, per quanto è stata e sarà in grado di dare a te. Chissà, forse non la ripagherai mai a sufficienza. Da ieri, finalmente, ho visto chiaro nel mio futuro e l'ho percepita, la fiducia di chi crede in me; ho visto ancora Roma. E oggi sono felice e piena di energia.
La settimana scorsa è stata bruttissima; un pò per brutti eventi che l'hanno condizionata, un pò per il mio stato di salute sempre, costantemente cagionevole, accompagnato da febbriciattola e malesseri generali. Di buono ci son state le analisi del sangue, con un dignitoso e insperato emocromo a 14.3. Ematocrito sempre basso e ferritina mediocre, a 24.
Allenamenti di scarico con un solo lavoro carino, che io ricordi: 12x200 in salita con 5 km di medio soffocato dalla tosse. Per il resto...Bologna, bella, lavoro su lavoro, con tregua solo la domenica...
Sono felice soprattutto perchè, finalmente, tornerò in Sicilia. e questa volta sarà veramente speciale. Parlavo di persone che meritano, e dove andrò ci saranno....condividerò con loro 4 giorni tra Palermo e Sferracavallo, una borgata sul mare che pare finta da quanto è bella. E anche questo mi pare un sogno, ma alle spalle c'è una storia lunga e profonda di vita.


Sferracavallo (Pa): ma vi rendete conto di dove andrò????

Domenica correrò una gara, il trial di Ragusa, a Vittoria, che decreterà il mio rientro dopo la delusione post Roma-Ostia.
Oggi, 6x1000, e la mente c'era. Dunque anche il fisico. Ho una gran voglia di convogliare la mia energia nella gioia di vivere. Ce l'ho, eccome se ce l'ho....ARRIVO, PALERMOOOOOOOO!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta