Anna Giunchi Blog Personale

mercoledì 4 marzo 2015

Projects

Quando si termina una maratona, rimangono nella mente tanti pensieri, a seconda di come si sia riusciti ad arrivare al 42esimoe195esimo.
Nei primi tempi, tempi nei quali ero neofita nella corsa, se mi fosse capitato di terminare una maratona (sempre), mi sarebbero poi saliti alla mente pensieri emotivi successivi all'entusiasmo: questi mi spingevano a correrne subito un'altra, allo scopo di migliorarmi, cogliendo l'occasione di visitare posti nuovi correndo. Ho corso anche due maratone ad un mese di distanza, e ho ricavato solo infortuni e rallentamento.


Ho passato vari periodi legati alla mia testa da maratoneta: i primi tempi miravo a migliorarmi e ad abbattere sempre quel "muro"...ho poi vissuto un periodo di scarsa efficienza agonistica, nel quale preferivo correre all'estero, solo e unicamente per vivere l'esperienza nuova stando in vacanza.
Recentemente, con la maratona di Sabaudia, ho deciso di tornare a correre in Italia, allo scopo di fare un buon piazzamento, preparandomi a dovere: non ho fatto il personale, ma ho ricominciato a credere ad un buon risultato, e questo è arrivato. Non ho però resistito, appena due mesi dopo, a correre a Malta...percorso non facile, ma rendimento molto buono, considerando meteo, percorso e quantità dei partecipanti. Ora il pensiero: "Se fosse stata più facile sarei tornata ai miei tempi"...ma la Maratona non perdona.
E adesso che farò? Mi preparo per l'estate, sperando di fare una buona stagione in montagna, mentre per l'autunno programmo una trasferta estera, America Centrale o SudAmerica.
Pianificare le cose belle aiuta a vivere il quotidiano con un retrogusto di serenità: la corsa è l'unica cosa certa che ho, nel mio futuro...


5 commenti:

nino ha detto...

almeno un punto femo c'è sempre

Anna LA MARATONETA ha detto...

Esatto, quello in movimento!!

Mauro Battello ha detto...

quanto ti capisco, lo sto vivendo in modo speciale quanto hai detto!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Chi corre ha una filosofia comune. Dunque farai corsa e vacanza?

Alain Guidetti ha detto...

Capisco perfettamente la voglia di ripetere maratone in tempi brevi...ho appena fatto Treviso e invidio gli amici che stanno per partire per Roma. Ma so che mi farei male, molto male...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta