Anna Giunchi Blog Personale

domenica 11 agosto 2019

At the end...We'll come back.

Sono mesi che non scrivo piu' su questo blog. Ma non è vero che non mi sia mancato: mi è mancato eccome…
Mi sono sempre comportata così quando non potevo essere presente alle gare per lunghi periodi: mi allontanavo dal mondo della corsa anche virtualmente, quasi a voler negare quel mondo così amato incondizionatamente...e così odiato in maniera ambivalente
Stasera, dietro al mio banco in palestra, ho avuto un flash di una mia gara corsa in Appennino, precisamente a Baigno (Bo): sensazioni bellissime di corsa a perdifiato in discesa, dopo una salita conquistata in frequenza. Penso di aver vinto quella gara due volte: si correva sempre a Ferragosto e partivo all'alba per raggiungere la meta. Ogni domenica gareggiavo sull'Appennino tosco-emiliano: ve lo consiglio.
Adesso mi ritrovo a fare fatica ad avere lo stimolo per prendere la macchina, guidare, parcheggiare, scaldarmi, correre e tornarmene a casa. Vivo di alibi. Ci ho provato, giorni fa, a impormi a salire al Carpegna (PU) per correrne i 15,5 km…nulla, ho preferito correre un medio in zona Cervia. Ma non è vero che non mi vada e che abbia perso passione. 
Indubbiamente i problemi di tiroide mi hanno condizionato: il dover modificare il mio stato fisiologico mi pesa. Mi pesa assumere farmaci, mi pesa guardarmi allo specchio e chiedermi fino a che punto la persona riflessa sia io. Mi pesa non sapere se, il giorno dopo aver pianificato un progetto, sia in grado di metterlo in atto. Mi pesa, a chi mi chiede di uscire, farglielo sapere il giorno stesso.
Lavoro tutti i giorni e mi piace: sono in un ambiente che è pari a casa mia con gente che mi vuole veramente bene, e trovo grandissime soddisfazioni professionali con i miei clienti, persone meravigliose che ripongono fiducia in me. Il lavoro è un'ottima scusa per giustificare la mia mancanza dalle corse, ma non è una scusa reale e me ne rendo conto. Vorrei correre, mi manca correre. Vorrei tornare ad alzare un trofeo. 
Mi mancano le montagne, ma almeno quelle potro' rivederle tra un paio di giorni, sebbene, dopo tre anni, abbandoni Livigno per visitare la acclamata Val Badia. 
Assumo un farmaco, il Tapazole, che provoca dolori tendinei e muscolari: il dosaggio è  minimo ma percepisco il disagio, trascinandomi una borsite retrocalcaneare da mesi. Ma mi alleno ogni giorno, molto spesso sto bene, ma non programmo nulla.
Per fortuna non ho attorno a me solo un mondo fatto di corse e pratico molto sport in genere: ho interessi a dismisura tra politica, musica, letture varie e studio delle lingue…non sono neppure mai uscita tanto alla sera come questa estate e mi godo la vita.
Si va a periodi…adesso sento che ho bisogno di questo. Ma poi, si sa, e' sempre una ruota che gira…non curo verso ne' direzione. 


                                                                             Bon Voyage

1 commento:

margantoniopocopocopianopiano ha detto...

Forza Anna, ritornerai alla grande. Non so di che natura siano i tuoi problemi alla tiroide ma anche io ne ho, anzi ero molto male fisicamente ma una volta scoperto il problema e trovata la cura tutto è tornato in riga ed anche l'efficienza fisica.

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta