Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 4 gennaio 2010

LA TESTA A FORLì...IL RESTO LASSù


E' durato un attimo...

5 giorni in montagna volati...pazzesco. Ho parlato molto con i miei amici della trappola della routine, del bisogno di sfuggire da questa, ogni tanto. Ma poi mi sono resa conto che, laddove potrei staccarmi da questa, la cerco ancora. E allora diciamo così: sono dentro una mia routine, ma questa routine mi dà sicurezza, mi fa stare bene, non mi soffoca. Non posso rinunciarci. Così mi sono allenata (eccome) anche lassù, a SAUX D'OULX.
Un viaggio di andata in totale tranquillità...tutta autostrada, poi si è subito a 1500 metri: volato, senza alcun intoppo, anche grazie alla musica e alle canzoni filosofiche: musica: mia compagna di vita in ogni frangente, da quando son stata messa al mondo, ad oggi!
Ottima sistemazione in un alberghetto come piace a me, dove però non mancava ciò che per la sottoscritta è essenziale: un letto caldo (e per di più servivano anche la prima colazione, dove mangiavo 12-13 pancarrè tostati con marmellata). Collocato a 500 metri dalle piste dove, per arrivarci, si facevano degli strappi in salita da mozzare l'anima. Bellissimo. Temperature che oscillavano da -6 a -20 (se si arrivava in cima)...nulla, considerando un'umidità pari a zero, rispetto a Torino.
Con il mio snowboard ho fatto ridere, ma era troppa la paura nel farmi male, così andavo adagio adagio, cascando come mio solito. E l'incubo della seggiovia, i primi due giorni, è stato forte, al punto che, una mattina, mi sono rassegnata a salire a piedi sul punto in pendenza, per poi lasciarmi cadere con la tavola (ecco, forse questa cosa è più faticosa delle ripetute in salita).
L'ultimo giorno non mi aggrappavo già più al mio amico sciatore Dodo, anche se è in verità è campione mondiale di beach tennis (egli ha avuto la pazienza di aspettarmi non so quante volte): andavo da sola e ruzzolavo con somma gioia.
Il posto mi è piaciuto tantissimo: non tanto per il paesino pieno di localini caratteristici (era un pò che non uscivo tutte le sere, ma tornare un pò ai vecchi tempi mi è servito), quanto per la tranquillità della vallata (tutt'altra cosa rispetto al mio adorato Trentino). Ci tornerò in estate, sicuro.
Gli allenamenti? Tutti i giorni, dalle 17, dopo le 4-5 ore di sci, partendo dall'albergo fino ad una salita che più salita non si può, verso un bosco ghiacciato...poi discesa...poi di nuovo salita...poi allunghi. 1h 10+allunghi+5 il primo giorno, poi aumentando di 5-15 minuti le volte dopo. E l'ultimo giorno ho corso a Forlì, appena rientrata: mi sentivo un leone, in pianura...
Il Capodanno? Spettacolare, considerando gli almeno 13 antipasti serviti dai gentilissimi torinesi Catania (veramente una comica) che avevano accuratamente preparato per noi ospiti (e poi han servito i dolci, le lenticchie...eccetera..). Allo scoccare della mezzanotte, da quella casa al sesto piano, vedevo i fuochi d'artificio della varie vallate (ricordo Bardonecchia): avrei voluto il tempo si fermasse, in quel momento. Inutile dire che mi sono sentita a casa: tutte le volte che salgo in Piemonte mi sento a casa... Grazie, Mario,...grazie, Simona. Troppo, avete fatto tropppoooo!!!
E l'1 gennaio che succede di bello?! Oh...su tutte le macchine parcheggiate..indovinate quale vanno a sfasciare???? Maddai...provate a indovinare!!!
Fortuna che esistono sistemi assicurativi efficienti, che mettono a disposizione macchine sostitutive quali la Nuova Punto, che però i miei amici Mario e Dodo sono dovuti andare a raccattare in una zona Bronx a Torino Nord, zona Caselle, rimanendo imbottigliati nel traffico dei locali sciatori per 2 0re e 45. Io intanto mi sfondavo di km su per le montagne, con la gente che mi incrociava e mi guardava con sospetto riguardo la mia integrità mentale. La stessa sera, poi, si è allagato l'albergo e ho sentito un piccolo presagio di periostite...Buon ANNO!!!!
Ottimo il rientro, senza traffico...ma con il mio solito magone montanaro, che permane or ora. Non so...non riesco proprio ad accettare le montagne che pian piano si allontanano da me, dall'autostrada...proprio no... Non ho solo dei parenti, lassù: c'è anche una parte di me, che non è la testa, ma tutto il resto.
E stamattina, a Forlì, viene a trovarmi la neve. Bello!!! Allora i 20 km di fartlek saranno sicuramente più gradevoli...
Come no...un freddo polare...neve annacquosa, ritmo scrauso...che mi è preso???
MMMMHHHH...a Oulx c'è una macchina sfasciata da recuperare...torno su, che dite????


19 commenti:

Marco Bucci ha detto...

Se ce la fai... il 7 alle 19.30 alla stazione della Piramide, ci ritroviamo per andare a mangiare al Testaccio...anche questo e' routine...
Certo dopo quello che hai vissuto, non e' un granche'... ma perlomeno si fa 2 risate sforchettando...
Ciaooooo

the yogi ha detto...

ce la fa ce la fa, abbiamo deciso per il 7 pensando a lei.... ;) anche la routine è uno 'strumento' in fondo: usarlo e non farsi usare....

Massimo ha detto...

e si...,sei sempre in ciabatte e vestaglia....

Tosto ha detto...

quali sono ste canzoni filosofiche?

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ci sarò, ragazziiii!!! Ehi, avete spostato per me??? Commossaaaa!!!
Evvai, che uscirò anccora dalla routine, con voi!!!
Tosto...le canzoni filosofiche son quelle di Gino Paoli, Fabio Concato, De Andrè...ti piacciono???

Anna LA MARATONETA ha detto...

Massimo...Ciabatte??? Quando viaggio le scordo sempre...

Anna LA MARATONETA ha detto...

nessuno abita a roma nord....vero???

Marco Bucci ha detto...

Roma nord ?!
Ekkolo... : Pineta Sacchetti.

Anna LA MARATONETA ha detto...

benoneeeee!!! potremmo andare insieme, ti va??? Io finisco di lavorare alle 18:45, dal circolo tennis Canottieri Roma...sarò vestita da tennis...è lo stesso???

Tosto ha detto...

De Andrè numero uno, ho molti suoi album il mio preferito è Rimini! Concato ho un album degli anni ottanta! Gino Paoli non ho ascoltato nulla ma non mi ispira chissà.

Anna LA MARATONETA ha detto...

BEH, DICIAMO CHE A MUSICA SEI NIENTE MALE. SE TI INTERESSA...IL MIO PREFERITO è SPRINGSTEEN...

Anna LA MARATONETA ha detto...

Marco, fammi sapere, eh...per me è un pò un casino arrivar fin laggiù con racchetta e borsone...

Marco Bucci ha detto...

Ok Anna alle 18.45 Circolo Canottieri Aniene... e' quello prima della curva per andare all' Acquacetosa vero ?
Verro' con una 600 color sabbia...

Marco Bucci ha detto...

Accidenti...leggo meglio ora : Circolo Canottieri ROMA...!!!
Dov'e' ?!?!?

Anna LA MARATONETA ha detto...

...nn è quello...è oltre...stessa strada dell'aniene: passi ponte duca d'aosta, sempre dritto...passi il tirrenia todaro...è vicino al circolo della marina...Se ce la fai ti aspetto lì fuori per le 18:45-19:00. Se ce la fai, nn preoccuparti...

Marco Bucci ha detto...

Okay.. ce provo, a stasera...
Ciao

Anna LA MARATONETA ha detto...

ciaoooo!!! Volevo lasciarti il cell, ma qui è un pò pubblico...

giovanni56 ha detto...

Il tuo entusiasmo è potente!

Anna LA MARATONETA ha detto...

grazie, Giò!!! Mamma mia...erano anni che non ridevo così!!!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta