Anna Giunchi Blog Personale

domenica 24 gennaio 2010

Stesse Lunghezze D'Onda...

Un paradiso?? Solo???

Mi è dispiaciuto, e tanto. Mi è dispiaciuto non riuscire a soffermarmi sugli spaccati della natura che mi si offrivano...Un pò mi odio, per come affronto le gare domenicali: troppo agonismo, mamma mia! Eppure, ogni tanto, male non farebbe staccare la spina e godere di una tranquilla corsetta domenicale, anche senza pettorale. Ma io, ovviamente, devo ancora capire molte cose; spesso mi ripeto che correre è un privilegio di pochi: ecco, dovrei tenerlo ancor più impresso nella mente. Oggi io, come gli altri partecipanti, ero una privilegiata: ho potuto godere di una giornata meravigliosa, a contatto con la natura, con gente fantastica, in una cornice sportiva. Ero a Collelongo per una gara in montagna all'interno del Parco Naturale d'Abruzzo...e qui ho detto già molto. Si partiva a circa 900 metri, per poi arrivare in cima alla vetta del monte, 1300 metri, correndo parecchi km con la neve fino alle caviglie (e immergendo i piedi in un ruscello ghiacciato!!). Confesso che di corsa in montagna non ci capisco un'acca, ma è valsa comunque la pena trascorrere una giornata così bella: Anna Maria, l'organizzatrice, è stata fantastica. Gara dunque organizzata benissimo, con rilevamenti cronometrici a tempo di record, percorso segnalato benissimo, cura verso gli atleti, da parte degli organizzatori veramente ammirevole. Senza trascurare l'ottima polentata finale (non era la polenta fatta in bustine, eh!!), decisamente abbondante (per me 4 porzioni!!). Freddino in partenza, ma la giornata ci ha riservato una temperatura ottimale, scaldata da un magnifico sole. Mi son sorpresa del mio stato di forma nella prima parte di gara, dove ho tenuto una media di 3:45, 3:50 al km; tuttavia, all'arrivo sul manto nevoso, ho perso totale controllo della deambulazione (ovviamente ho corso con le A2!!!) e son stata inqualificabile...così come in discesa: mi son pure innervosita, e per punizione stasera mi lego alla sedia. Terzo posto (e come premio...Scarpe da Trail, che non mi serva da lezione...), ma quel che conta è stato arrivare con integro il legamento deltoideo della caviglia, decisamente sollecitato nelle discese sulle pietraie...
Al ritorno, in compagnia di Paolo, un grandissimo, abbiam visitato le parabole satellitari ad Avezzano, che mi han lasciato a bocca aperta per quanto fossero imponenti...
Dopo ne ho approfittato per bombardarlo di domande circa onde radio, frequenze e similari... Che non sono oggetto dell'esame di Biologia e Biochimica di giovedì, ma che comunque fanno cultura. Oggi mi sono arricchita. Decisamente.

16 commenti:

Massimo ha detto...

E' si,le gare di trail sono un altro mondo,molto piu' umano,ci si trova in sintonia con la natura...,lontano dalle esaperazioni delle corse agonistiche su strada....

Per quanto riguarda le le onde elettromagnetiche e' molto interessante il progetto HAARP,tra realta' e fantascienza....

Ezio ha detto...

Bravissima! e bellissimo racconto.

the yogi ha detto...

anna, mai premio fu più azzeccato, dunque! :) secondo me ti è servita eccome.... oh, peccato esserci incontrati di striscio....

massi, purtroppo haarp è una cupa realtà....

Anna LA MARATONETA ha detto...

ciao, Massimo!!!
Progetto Harp, dunque...me lo studierò...mi interessa, la cosa...potete accennarmelo?
Grazie, Ezio, ma il racconto non rende quanto di magnifico ho visto...
E tu, MITICO YOGI, hai colto lo spirito di queste gare, ancora una volta, portandoti la cagnolina!!!

Francarun ha detto...

bello questo racconto, e sono d'accordo con te, avvolte non ci gustiamo a pieno le bellezze del posto. La polenta e mi garba anche a me, e anche se ne hai mangiate quattrio porzioni, è digeribilissima....!!!
complimenti per il terzo posto.

Bacchini Fabio ha detto...

Mi hai fatto venir voglia di fare un pò di Trial...chissà, un giorno o l'altro...
Toglimi una curiosità, ci sarai alla 5 ville di bertinoro????

the yogi ha detto...

già, come leggerai... :D ah, per haarp fatti un giro su google....

Marco Bucci ha detto...

Ti sara' piaciuta insomma... certo che la neve...
No no.. non mi attira per niente...!!
C'e' un articolo con foto su www.podistidoc.it : vedi se ci stai....

Francescarun ha detto...

ebbrava annuccia....chissa se un giorno anch io riuscirò a fare un trail ...complimenti anche per la polenta..baci

Anna LA MARATONETA ha detto...

Franca, ciao!!!
Avevi ragione: digeribilissima, sul erio. Tanto che l'ho sognata anche la notte.
Fabio, certo che ci sarò...rientro proprio per quella gara: mi piace tantissimo e le sono affezionata.
Yogi...bellissimo, sul serio, correre nella natura con il tuo spirito. Sei da ammirare, veramente...
Marco...che mi dici della Miguel? Sì, mi è piaciuta tantissimo. Una fatica, però...ma ne è valsa la pena, del tutto.
Francy: lo facciamo insieme, dai...e poi ci strafoghiamo di polenta: è un ottimo precursore per le barzellette, la polenta...altro che il fegato!!!

Patty ha detto...

certo che anche se non ne capisci un acca non ti risparmi mai.....ma le A2?????

Anonimo ha detto...

Ma la corsa di Miguel no eh?
Fa paura la concorrenza di alto livello?

Anna LA MARATONETA ha detto...

Patty...no, è che non ne capisco e, oviamente, nn mi studio i percorsi!!! Spero al più presto venga anche te, a fare una gara di questo tipo: ti rigenera...

Anna LA MARATONETA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco Bucci ha detto...

Anna non stare a spiegare a questi impavidi anonimi cos'avevi... je dovesse venire qualche rimorso (cosa di cui dubito...).
Comunque visto come sono arrivato, ed i tuoi tempi che sono quasi come i miei, finivi tranquillamente 5a o 6a assoluta, e mica so' cotiche (anonime)...!!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Marco, grazie, sei sempre carino...
Non ritengo sia il caso di perdere tempo; forse c'è gente cui da fastidio che io sia felice di correre, risultati o no. Intanto, domani, vado a pigliar botte da chi è più forte. Ma ci divertiremo cmq!!!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta