Anna Giunchi Blog Personale

domenica 25 novembre 2012

E qualcosa rimane...

E come 'l volger del ciel della luna cuopre e riscopre i liti senza posa, così fa di Fiorenza la Fortuna: per che non dee parer mirabil cosa ciò ch'io dirò delli alti Fiorentini onde è la fama nel tempo nascosa.


Piazza Duomo

Ho fortemente voluto questo week end a Firenze, e l'ho vissuto, anche senza correre la 42 km, anche senza una medaglia al collo. Perchè la vita insegna a dar priorità ad altre cose rispetto alla frenesia, al senso del dovere, al lavoro, alla domenica finalizzata esclusivamente ad una gara importante.
Sabato e domenica ho messo la corsa in secondo piano rispetto ad un week end trascorso alla scoperta di una città meravigliosa che, aimè, ho visitato troppo poco in gioventù. Ma ci sarà un seguito.
Ho accompagnato Fabrizio nella sua 42 km, ma altro non ho fatto che tifo; 2h42 il suo tempo, in un percorso tutt'altro che facile, e per quello ho vinto anch'io: un risultato frutto di una seria preparazione, e di allenamenti svolti con la testa. Forse anch'io imparerò qualcosa e tornerò ai livelli di prima.
Ho corso 21 km a ritmo progressivo, seppur abbia accusato non molto il pesantissimo collinare di giovedì; poco contenti i tendini, per il resto tutto molto bello, soprattutto la suggestiva corsa dentro il parco delle cascine.


Pettorali nobili...

Sabato, giornata preparatoria all'evento, abbiamo corso 36 minuti tra lungoarno e centro: dolori ai tendini, probabilmente dovuti a giovedì. Ritiro pettorale in zona stadio (che ridere, per arrivarci...) e cena a base di crostini e mega piatto di penne al salmone, con spumino enorme e gelato finale... Da non dimenticare le Gauffles (quelle frittelle gratinate profumate) con marmellata di fragole.
Nel pomeriggio dopo gara sono rimasta senza fiato a piazzale Michelangelo (c'era chi per prendere l'autobus correva ancora), dal quale si scorge tutta Firenze...Uno spettacolo, così come uno spettacolo è stata la passeggiata a Ponte Vecchio e la prima classe in FrecciaArgento (ci trattiamo bene...).


Da piazzale Michelangelo verso Ponte Vecchio...

Una scusa ai blogtrotters per aver bigiato all'appuntamento di domenica mattina...ho incontrato Nino, ed è stato un piacere...e complimenti per la sua gara: prometto che alla prossima ci sarò!
Per il resto, che dire? C'è sempre un treno che parte con vagoni di ricordi...ma ce n'è sempre uno che ritorna... E tornerò, presto tornerò, a questa lieta Firenze.


4 commenti:

theyogi ha detto...

e quindi uscimmo a riveder le stelle..... che il sommo vate t'ispiri sempre... ;)

Anna LA MARATONETA ha detto...

Yogi...una città da sogno; nn me la ricordavo così. L'hai mai corsa?

theyogi ha detto...

certo, e tra le prime....

Anna LA MARATONETA ha detto...

E prossimamente cosa farai?

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta