Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 13 gennaio 2014

Bella Napoli, Bella...


Un onore esserci...Trofeo San Giuseppe Vesuviano!

Ci sarà un motivo per il quale questa città è unica al mondo, perché scrittori del calibro di Goethe, al passaggio nel 1787, hanno detto: “Vedi Napoli e poi muori”, tanta è la bellezza della città.
Perchè ovunque ti ritrovi a passeggiare, sia per le meravigliose vie del centro che per il lungomare o per le caratteristiche e uniche zone popolari, ti ritrovi a sentire qualcosa che c'è solo lì.

 E se io fossi napoletana, sarei orgogliosa di tutto questo: dell'abitare in una delle zone egemoni della Magna Grecia, di poter godere di panorami mozzafiato, di vivere in un centro pieno di vita, di mangiare prelibatezze, di potermi sentire a casa perchè qui la gente ti guarda negli occhi ed è contenta di averti come ospite. Non ultimo, vi è un clima di 16 gradi a metà gennaio.
Ma Napoli non è solo questo...Napoli va visitata per poter essere descritta, perché va oltre tutto.
Anni fa ci sono stata di passaggio due volte, ed era da parecchio tempo che lamentavo il non esserci potuta più andare, il non aver mai visto piazza del Plebiscito, ad esempio.
E ci sono tornata, dopo una due giorni in un'altra città da me amata, Roma, approfittando di questa splendida invenzione che si chiama Alta velocità (ho preso per la prima volta anche Italo...eccellente!).
Approfittando della guida da lontano, ma come se fosse con me, di Monica, napoletana Doc trapiantata a Pistoia, che ringrazio tantissimo, io e Fabrizio abbiamo percepito quel che è la napoletanità: è arte, innanzitutto. In questa città vi è antico ovunque, vi sono ben radicate le identità delle popolazioni che vi si sono nel passato insediate: il risultato è un intreccio di culture e tradizioni che rende vivo l’interesse del visitatore.
Stazione centrale completamente rinnovata, servizio bus e metro a tutt’andare, con fermate che sono vere e proprie opere d’arte…e poi vi è la circumvesuviana, la FUNICULARE (prima cosa che dovrò prendere, perchè non l'ho fatto), isole pedonali colme di gente in camminata per le zone storiche del centro.
Deliziosi i fritti, ottimo rapporto qualità prezzo nelle trattorie (consiglio la pizza fritta e la frittura all’italiana da DiMatteo), squisito il caffè nocciolato, sempre consigliato da Monica. Suggestiva Spaccanapoli, un gioiello che divide la città, unici i quartieri spagnoli.
E ottimo il prezzo degli alberghi (anche se in pieno centro con tanto di vista sul Maschio Angioino), gentilissimo il personale.
Ma Napoli è oltre…




Carica!


E la gara di 10 km corsa a San Giuseppe Vesuviano, organizzata a meraviglia, con tutto il calore del paese a sostenere i 900 competitivi, è stata possibile grazie a Monica, che ha reso possibili le nostre iscrizioni, e ad Elio, che molto cavaliermente ci ha portati sul posto.
Percorso difficile, completamente chiuso al traffico, corso per buona parte anche sui sassi del Vesuvio. Il tifo mi ha aiutato e ho fatto podio: 5 assoluta.
Bravissimo lo speaker Marco Cascone, preparatissimo e accogliente come pochi sanno essere: partecipare ad una gara con lui presente è una vera e propria garanzia. Gentilissimi gli organizzatori nel farci depositare le borse, meravigliosa, e mi ripeto, la gente del posto.
C’è ancora tanto da vedere, e ho come l’impressione di aver visto solo una minima parte...

Tempo tre settimane e cavalcherò ancora su Italo...verso Napoli!



Sopra il Vesuvio per Voi!




6 commenti:

nino ha detto...

sedici gradi e corri in maglietta ?? ahiahiahiahia!!!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

In effetti non avevo realizzato che lì fosse estate!

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Ed ora? Quale nuova avventura? Mi piacciono questi resoconti dove la corsa è il tramite per conoscere posti nuovi!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Grazie, Fausto!!! Prossima meta? Ancora Napoli per la mezza maratona, perchè c'è tanto da vedere ancora!!

Romana De Lillo ha detto...

ecco, mi mancava qualcuno che mi mettesse in testa la voglia di Napoli, e di correre a Napoli. Brava per il risultato ma ancora piú brava per la cronaca, una dei post piú belli del tuo blog! complimenti!

clemente bifulco ha detto...

asd atletica san giuseppe: clemente
dopo questo gran parlare di nord e sud e dopo le tue parole di aggregazione territoriale non possiamo far altro che invitarti per la prossima edizione del trofeo di san giuseppe vesuviano l' 11/01/2015. Impegni permettendo, ci sono già due pettorali assegnati per calabrese giuseppe e anna giunchi. ;-)

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta