Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 11 maggio 2015

Vergato: Va come Deve Andare

La mia stagione inizia adesso, con i primi caldi, le giornate limpide e, soprattutto, le gare in montagna. Ho una certa venerazione per l'Appennino Bolognese: sarà perchè so che la gente si aiuta, lavora, sa cavarsela in tutto ed è estremamente disponibile, sarà per i posti, che mi piacciono moltissimo... Forse per me, nata in città, certi valori umani suscitano una certa sorpresa quando si ritrovano, in quanto si ritiene che siano stati soffocati dalla frenesia del quotidiano. Eppure, in montagna, esiste gente che, nel vederti  con la tavola da snowboard, in solitudine, a 10 km dagli impianti, ti chiede se hai bisogno di un passaggio...e ti riporta anche giù in paese. Questa gente c'è ancora...
E ci sono manifestazioni podistiche organizzate perfettamente, tra scenari splendidi della vallata, che si scoprono dopo 7 km di salita, a sentieri di bosco perfettamente corribili...
Gare dove non manca nulla, dal tifo, al nastro all'arrivo per il primo/a assoluto/a, ai premi in quantità, alla disponibilità e organizzazione DOC. Il tutto, ovviamente, ad un costo di iscrizione ridicolo.
In queste manifestazioni si vede non solo la risposta del comune, Vergato in questo caso, ma anche il calore della gente (perchè il tifo c'era, eccome)...un Paese in festa, ricco di atleti.
E, non solo...non è mancata la lotteria finale nella quale, oltre ai premi del mio primo posto, mi sono vista in mano un paio di occhiali da sole!!!
Percorso bellissimo, dicevo, giornata fantastica. E, ciliegina sulla torta...non solo ho ricevuto la coppa, che ad un atleta fa sempre piacere, e premi sia di genere alimentare che sportivo, ma anche un bellissimo mazzo di fiori. Molto partecipata anche la corsa giovanile: mi piacerebbe portarci anche i miei piccoli atleti.
Perchè in certe manifestazioni si vede non solo l'esperienza, ma anche la passione e l'amore per la corsa...

3 commenti:

Fabrizio Calabrese ha detto...

Come hai fatto ad arrivare a Vergato in tempo per la gara? Al mattino presto non ci sono treni per arrivarci...

Anna LA MARATONETA ha detto...

Siamo andati con la tua macchina perché hai dormito da me. Pensavo te ne fossi accorto

Fabrizio Calabrese ha detto...

Era presto e dormivo ancora.

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta