Anna Giunchi Blog Personale

domenica 15 ottobre 2017

Tre Monti 2017...


Sono lontani, e mi guardo bene che tornino, quei periodi cupi nei quali, tormentata da pensieri e problemi, vedevo intorno a me tutto buio… Un periodo lungo, durante il quale ho pensato un po’ a tutto: overreaching o, peggio, overtraining, calo di ferro, eccesso di cortisolo? Ecco, forse quest’ultimo si sarebbe potuto indicare nella mia “diagnosi”. Ero stanca, stressata, stufa di lavorare in un ambiente per me del tutto negativo. Un ambiente che mi opprimeva e non mi dava possibilità di esprimermi, pur avendo tutti i numeri per farlo.
Mi è dispiaciuto solo in parte dover andare fino a Roma per realizzarmi professionalmente, soprattutto per quanto riguarda i rapporti umani. Mi è dispiaciuto perché ho famiglia a Forlì, quella mi manca. Eppure, guardandomi alle spalle, sono più che contenta della scelta fatta, perché a Roma sto proprio bene, e cerco di rientrare a casa ogni week end per attutire certe nostalgie.
A Roma le persone, che conoscevo dalle mie passate esperienze universitarie, sono qualificate, dirette e molto professionali nel campo presso il quale lavoro (atletica leggera). Certi atteggiamenti  tenuti nei mesi scorsi a mio danno personale sarebbero stati troncati alla base nei contesti lavorativi nei quali sono ora…anzi, meglio, certa gente non sarebbe mai e poi mai entrata in ambienti nei quali in primo luogo si chiede serietà e professionalità.
Tutta questa premessa per dire che a Roma sono rinata. E lo sto vedendo anche dalla mia forma fisica. La scorsa settimana, nel mio ritorno ai cross nel bellissimo parco dei Cedri a Bologna, ho vinto la categoria con un piazzamento tra le assolute e oggi al Giro dei Tre Monti ho corso con lo stesso ritmo del 2016. Che non ha nulla a che vedere con i ritmi che tenevo un tempo, ma che va più che bene, per ora.
Sto lavorando molto sui ritmi e i progressivi (grazie a Sante Binacchi che ha cucito un programma di allenamento su misura per me: gli devo veramente tanto) e i risultati si stanno vedendo. Stanno tornando le sensazioni date dalla produzione di lattato, sensazioni che non riuscivo più a provare causa incapacità di arrivare a soglia…

I tempi sono lunghi, lunghissimi, e per questo mi monitoro giorno per giorno. La chiave della felicità è stata trovata e adesso sto assaporando la gioia nel riscoprirla.

Anni passati a Rieti...

Nessun commento:

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta