Anna Giunchi Blog Personale

sabato 2 ottobre 2010

UN ECOCARDIOGRAMMA UN PO' PARTICOLARE

C'è chi si laurea...

Curioso...vivere per anni pensando di avere una patologia che non si ha...
Devo prendere atto del fatto che la mia università, dal punto di vista medico-sportivo, non lascia passare nulla. Ci sono professionisti, insomma, che ti seguono veramente con cura, e monitorano ogni tuo minimo stress fisiologico. Professionisti, appunto.
Veniamo al dunque...Mi reco in ambulatorio per effettuare l'annuale visita per la prova da sforzo e la dottoressa (udito fine) percepisce un leggero soffietto al cuore. Al che le dico che nel 2006 mi trovarono un prolasso della mitrale con minimo rigurgito, e ho sempre pensato che il soffietto (che pochi medici mi riescono a sentire) potesse esser dato da quello. I dottori mi invitano dunque a fare avere loro il mio eco di 4 anni fa, cosa che faccio, via fax, onde ripetere poi l'esame. Nel referto del 2006 stavano scritte un pò di cosette, che potevano far pensare ad un cuore con qualche difettuccio: si parlava di un'ipertrofia ai limiti del patologico, di un'ectasia dell'aorta, di un prolasso della mitrale, appunto... Ormai non mi stupisco più di nulla, e a tutto ciò ho sempre creduto...
Confesso che, mentre mi ispezionavano il torace con il sondino, pensavo le mie condizioni fossero bruttine (il cardiologo, poi, faceva facce perplesse), invece... Cuore sanissimo... Addirittura il prolasso è roba minimamente percepibile, data la quantità di sangue che il mio cuore da maratoneta deve pompare. Gli atri sono grandi, ma il cuore ha proporzioni perfette: questo rientra in un quadro di cuore di atleta che i medici di allora non seppero identificare... Un' altra preoccupazione in meno, dunque...Ero raggiante.
Inoltre si stanno delineando ottime premesse per il futuro: inizio a stare meglio e di giorno in giorno corro più sciolta; ho ampie motivazioni in quanto, da lunedì, supervisionata da Luciano, partirà la mia preparazione invernale, con deliziosi lavori di forza e forza resistente, tra le altre cose... L'ambiente di lavoro (lunedì inizio a fare preparazione atletica per la scuola tennis del Circolo Antico tiro a volo) sembra bellissimo: simpatici colleghi e logistica ottima. Sto anche riprendendo a studiare e, al mio fianco, ho un bel libro di fisiologia sottratto al prof: stasera si studia il controllo motorio...
Tutto ciò non bastava...avevo bisogno di altre novità: domani, infatti, io e Marco andiamo a correre la mezza dei Castelli romani, e sarà una giornata di pieno sole, come oggi. Non basta, tutto questo, per stare bene??

9 commenti:

kaiale ha detto...

bene Anna, anche io ho un'extrasistole ventricolare, ma tutto normale.
se vuoi un buon libro sul controllo motorio ti consiglio PRINCIPIO DI NEUROSCIENZE,; ha un paio di capitoli al riguardo davvero fantastici.
in bocca al lupo per domani: divertiti

Alvin ha detto...

Magari non basta ma mi pare la via giusta per rinprendere a macinare forte, ma Luciano chi er califfo?

Marco Bucci ha detto...

Finalmente ti vedo ottimista e contenta..!!
E' un piacere vederti cosi' che bello....!!!

theyogi ha detto...

il soffio al cuore l'abbiamo in tanti, e a me consola! ;) a quest'ora l'avrai già corsa: bellissima sta mezza...

Anna LA MARATONETA ha detto...

ciaoooo!!! Ale...da chi è scritto, questo libro? mi interessa assai, ma penso di trovarlo cmq su internet...
alvin, ciaooo!!! No, non è er Califfo, seppure sia di calibratura eccelsa...
Luciano Albanesi, tecnico della Lazio runners Team.
Grazie, Marco...e tu, invece? Ti vedo carico a palla con il judo...quello, dopotutto, fu il tuo primo amore...
Yogi...mezza bellissima, ma...massacrante!!! Perchè non c'eri??

theyogi ha detto...

scherzi? Dom prox c'è la 30km di ostia! ti ci trovo?

Barbara ha detto...

Cercavo runners che amassero scrivere. E sono approdata qui. Ma complimenti! Pensa un po’, io a Colonna ero tutta felice per aver concluso la gara con una media di 5.04 e poi leggo il tuo post! Ma così non vale! Neanche ho cominciato e già mi butto giù… Troppo brava!
Dai, vedrai che con una minima dose di riposo e il giusto allenamento, recupererai le tue energie in meno che non si dica. Poi, con un cuore così!
Ancora complimenti e buona corsa!

Anna LA MARATONETA ha detto...

cIAO, yOGI...EHNNò...DOMENICA PROSSIMA RIAPPRODO IN ROMAGNA. E' un periodo che sono allergica ai lunghi..
Ciao, Barbara!! Ma dai, non ci siamo viste???
Il crono non conta...conta come uno si sente. Io, purtroppo, non stavo bene...Complimentissimi a te, che sicuramente te lo sei guadagnato, il tuo ottimo tempo, e hai appena comiinciato! GRANDE! Spero di vederti presto, sei proprio molto gentile!!

emanuela Pesaro ha detto...

anna ,pure io ho un lieve prolasso alla valvola mitrale,e un ritardo nella polarizzazione ..ma come vedi tutto bene ,stai tranqui. un bacio ciao grande!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta