Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 28 marzo 2011

1 EDIZIONE JERUSALEM MARATHON...INDIMENTICABILE...

Confesso di essere ancora emozionata nel ritrovarmi a narrare quello che probabilmente è stato uno dei viaggi più belli e carichi di emozioni da me mai vissuto...Sto scrivendo e sorrido.

Dolcetti dopanti...


Border Collie a Tel Aviv



MIIIIII!!

La terra che abbiamo visitato è una delle più belle del mondo e, del resto, non riesco a trovare parole per descrivere la città di Gerusalemme, in quanto essa è qualcosa di unico...E' diversa da tutte le altre che ho visto, è carica di storia di migliaia di anni, possiede una atmosfera magica che risulta amplificata da chi, come me, ama il proprio passato... Se a questo si aggiunge poi una bellissima compagnia che con me ha condiviso emozioni uniche e intense, giornate stupende (a parte la prima di pioggia), un risultato in maratona del tutto inatteso, beh...Verrebbe voglia di ritornarci, per rivivere tutto d'accapo...

I fantastici!!

Tutta mia Tel Aviv!
YES!
Eppure, all'arrivo, la terribile notizia che due ore prima era stato fatto un attentato alla stazione dei pullman a 300 metri dal nostro albergo, mi ha fatto gelare il sangue. Chi era con me sa i momenti di panico che ho vissuto in quell'istante...in tanti hanno cercato di rincuorarmi (ero la più impaurita di tutti): ho vissuto le prime ore di black out completo, agitata, sì, ma anche agitata per tutte le persone che avrebbero saputo del fatto e che si sarebbero preoccupate per me...
I messaggi di Davide e di Guido testimoniano la loro vicinanza...e ve lo scrivo anche qui nel blog: GRAZIE.

Prima Age Group e settima assoluta!!

Eppure laggiù la gente prende queste cose come ordine del giorno...la cultura è differente, la gente è differente...non sono riuscita a sradicarmi da questa mia occidentalizzazione... Il fatto che i terroristi abbiano fatto scoppiare la bomba ai piedi dell'Expo della Maratona ha fatto capire quanto questa prima edizione della competizione internazionale potesse essere scomoda... E il pensiero che, fra 10.000 partenti, qualcuno potesse farsi saltare per aria mi è preso, lo ammetto...
Ma la sera stessa eravamo in centro a mangiare "pita" e quella tipica zuppa di ceci che si chiama...mhhhh...non ricordo...

Notare il militare con mitra...

La mattina pre-gara ho corso 35 minuti in zona adiacente all'albergo, sotto la pioggia (ormai ce sò abituata)...ai nostri occhi preponderavano salite immense....totale di 1600 metri di dislivello per una città a 900 metri s.l.m., per nulla calda (il giorno pregara abbiamo preso pioggia a tutta)...Ad ogni passo che facevamo, ogni luogo che visitavamo, era accompagnato dal seguente pensiero: "Ma come faremo, domani, a correre 42 km e 200 metri così???". Al 40esimo km presi già visione dell'ultima terribile salita spaccagambe (sebbene persino gli ultimi 500 metri si riveleranno massacranti)...La compagnia è tutto un dire: Gianfranco, Nino, Tonino, le mitiche Serpolli, Enzo, Mauro, Salvatore, Lucilla (Andreucci, atleta forte!!!), mogli e compagne, gruppo Ovunque Running, un bel gruppo di Grosseto, totale di circa 250 italiani, tra cui i mitici Aldo e Giovanni (I COMICI, mancava Giacomo).
L'emozione del pomeriggio pregara è stata unica: visitare il Muro del Pianto e percorrere le strade della via Crucis entra nel cuore e nell'animo di chi è credente come me...Abbiamo girato i 4 quartieri (armeno, arabo, musulmano, cristiano) e risulta incredibile come 4 religioni "convivano" in questo piccolo spicchio di storia millenaria...C'è stato poi un momento molto forte, per me...quando io e Tonino abbiamo toccato la pietra sotto la quale è stato sepolto Cristo...

Rezzonico o Gervasoni??

Oasi!!!
Sirenetta

Premetto che la mattinata, trascorsa al museo dell'olocausto, mi aveva toccato alquanto, e già avevo messo in conto che questo viaggio sarebbe stato contornato da notevoli riflessioni...La giornata trascorre così...fra le contrattazioni con taxisti furbetti, ricerca di palle con neve da regalo, ricerca di tetti dove salire, pizzette speziate, sesterzi da pagare e scrosci d'acqua...Che spettacolo... Sera a mangiare pasta al pasta party e poderosi dolcetti, tra foto con un Fascinoso sindaco (vero, Alessandra???) e taxy with men inside....Ehm...Da ridere a crepapelle...
La gara...Partenza ore 7 in punto, dunque sveglia alle 4:20...non male...Prima griglia per me, con bei gruppetti di africani, in compagnia di Lucilla, in forma e carica come sempre...
La gara è qual che non si può dire: meravigliosa ma massacrante...Il fatto che, alla partenza, le 4 keniane si mantenessero sui 4'40 al km mi insospettiva...



Salite, salite, salite, salite, discese ripide poi ancora salite, fino al monte degli ulivi....poi ancora alla porta di Jab(???così si dice??), quartiere armeno e via ancora a salire...Non so come sia riuscita a terminarla, ero determinata in tutto e per tutto, ma ricordo bene che al 38esimo mi veniva da piangere dalla fatica e un amico mi è stato a fianco...così come ricordo che al 39esimo una ragazza mi ha incitato salendo con me per uno strappo ripidissimo....Ho corso gli ultimi km poi a fianco di due israeliani, ai quali chiedevo continuamente quando sarebbero finiti gli ultimi 400 metri nel parco, durissimi...100 metri poi su fondo fangoso...mazzata finale per le caviglie...

Il gruppo CASINO

Dopo poco arriva Tonino che abbraccio di gioia, protagonista di una gara incredibile, ma del resto la sera prima avevamo mangiato gli stessi dolcetti!!
La classifica ufficiale mi darà 7ima assoluta e prima di categoria, con premiazione sul palco...3h 32...ancora non ci credo...Ma il trofeo è qui, per cui è tutto vero...76esima totale.
Emozioni fortissime, che mi han limitato a 4 ore di sonno per notte dalla gioia....a te, Toni, grazie. A tutti i miei compagni di avventura una speranza nel ritrovarci ancora tutti insieme per una competizione così bella. Gianfranco docet.
Pomeriggio post gara ancora al Muro del pianto, serata di cena ricca in albergo...

FAME!

Mar morto!!

E la mattina dopo, sotto un bellissimo sole, corro 50' in supertapascio, giusto in tempo per passare una giornata stupenda tra il deserto della Giudea, con visita nell'oasi, e Masada...luoghi incantevoli...Pomeriggio nel mar morto, preoccupandosi di non bere l'acqua...Pazzesco, si galleggiava come dei dannati...
Arriviamo a Tel Aviv in serata, mentre la mattina successiva facciamo una corsetta tutti insieme sul lungomare. Spettacolo...il mare, azzurro, cantava e ci guardava...

La coppia...sinapsi chimiche...

Passeggiata di 4 ore(!) in zona centro prima di partire, 16.30, da Tel Aviv a Fiumicino...Volo tranquillo, malgrado una donna Rompiballe che non gradiva il nostro allegro indovinare i cruciverba a caso urlando in romanaccio (Serpolli forever)...

Suonavo il Do...

Sulla sicurezza degli aeoroporti non ho nulla da dire: all'andata mi han chiesto di tutto, persino il tempo che ho in maratona, mentre al ritorno mi hanno sventrato il marsupio, pezzo per pezzo...L'arrivo a Roma, 20.30, si è portato addosso un carico di ricordi e emozioni incredibili: in questi 5 giorni sono passata dal terrore alla gioia da 7 cielo (e 7ima posizione), ridendo, scherzando, godendomi la vita che, ricordiamolo, è una sola... Alessandra me lo diceva: "Non devi rinunciare a qualcosa che vuoi..."...questo viaggio l'ho voluto, e l'ho fatto. E ce l'ho stretto, ancorato al cuore (ah, già, ho anche imparato che le navi non hanno i cavi).
Per di più lo Stato di Israele ci ha dato un gradito riconoscimento: "Ambasciatore dell'amicizia per lo Stato di Israele"...

Il sindaco di Tel Aviv

La valigia è pronta...dove si va adesso???

26 commenti:

nino ha detto...

complimenti per la gara. certo che essere lì a poche ore dall'attentato non deve essere stato facile.
grande

Anna LA MARATONETA ha detto...

Grazie, Nino...non è stato facile ma sai, tornare indietro non si poteva...Per fortuna, perchè è stato tutto bellissimo...

Davide R. ha detto...

Anna avrei così tante cose da dirti per commentare questo post... ti ammiro moltissimo per tutto quello che sei in grado di fare... sopratutto per la tua tenacia nelle decisioni e nel vivere la vita con così tanto entusiasmo.. per il resto ti dico solo che ti ascolterei per ore mentre racconti questa avventura!!!
Complimenti Anna.. per tutto!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Davide...mi sei sempre vicino, e ti ringrazio, perchè sento che vivi la vita come te. Vorrà dire che in Sardegnaaaa ti farò una testa così!!

Marco Bucci ha detto...

Beh direi che ti sei fatta onore... BRAVA .!!

Rocha ha detto...

Bel racconto, l'ho letto molto volentieri ... hai saputo far rivivere l'esperienza che hai vissuto attraverso le tue parole.

theyogi ha detto...

tra i posti più suggestivi della terra, a prescindere.... ma parliamo di sport che è meglio! time più che onorevole considerando le difficoltà, anche se forse era la cosa meno importante... ;)

Ezio ha detto...

:=) tutto bello!

Tosto ha detto...

letto tutto!
bellissima esperienza direi anche adrenalinica :)
immagino che in questo momento tu sia ancora li col pensiero :)

fathersnake ha detto...

Che concentrato di emozioni!
E' stato molto più di una gara e sicuramente ti rimarrà dentro per sempre.
Complimenti!

Anna ha detto...

Ciao a tutti!!
Ciao, Marco!!! Grazie, ma francamente era ora...pronto per il Lidense 2012?
Rocha...ancora adesso sono emozionata per quanto ho vissuto...era tutto così irreale...cultura diversissima...tanta devozione per la religione, giovani che festeggiano le festività tutti insieme...stupendo.
Yogi...sarebbe piaciuto tanto anche a te...l'altro, oltre la maratona, era vastissimo ed emozionante.
Ciao, Fregno!!! Ricordati la barzelletta in sospeso...
Tosto, hai letto tutto sul serio??? E non ti ho annoiato?? WOW!! La culla della religione...eppure si tirano le bombe :-(
Ci mancava il FatherSnake, con la sua divisa, che correva da Gerusalemme a Betlemme...posti meravigliosi...peccato per la pace, che non ci sarà mai..

Giancarlo ha detto...

Bella....bella...bella!! Emozionante esperienza quella che hai vissuto e che in piccola parte hai fatto vivere a me leggendoti e vedendo le tue foto, ammirevole Anna! gnaaaaa!!!

Master Runners ha detto...

Bellissima esperienza e grande gara!
Brava AnnaG! :)

Anna ha detto...

Ciao, Egno!!! Ricordati che the roof is over the table!!
Master!!!! Ciaooooo!!! Dovevi esserci, è stato troppo, troppo bello!!

GIAN CARLO ha detto...

Un'altra grande esperienza l'hai messa nella valigia della vita ... fai bene ad essere legata al passato, ma già proiettata verso il futuro.

Tosto ha detto...

no non mi sono annoiato :)

... E io corro! ha detto...

Un allenamento perfetto per la prossima 5 laghi eheh... Brava il tuo girovagare ti rende la (nostra) regina dei blogtrotter...

Ps. Che non ti salti in mente di andare in Libia ora eh ;)

Anna LA MARATONETA ha detto...

grazie, giancarlo...esperienza da tenere nel cassetto dei ricordi, dopo questo posso tutto!!!
Grazie mille, Tosto...temevo di essere prolissa...
Guidooooo!!! ma davvero mi vuoi ancora alla 5 laghi?? Io vengo, ehhh!! E poi, pronti per Torino!!!

toni ha detto...

Sono arrivato in fondo in anaerobico.
Letta tutta d'un fiato, così come vissuta.

lello ha detto...

un altra avventura , complimenti ..emozionante leggere queste righe.. certo che essere a 2 passi da un attentato .... che paura!!!!!!!!!!!!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Tutto in anaerobico, Toni, ma non i mille di ieri...forse i 200 che ci aspettano oggi...GRAZIE!
Uèèèè, Lello!! Paura?? Diciamo terrore....ma questo viaggio mi ha dato molto...

Alvin ha detto...

bellissima esperienza!!!!!!!!!

Anna ha detto...

Grazie, Alvin....ancora ho i brividi...

Paolo "Cibulo" ha detto...

complimenti, oltre che per la gara anche per l'esperienza, cose che non si scordano. Brava!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao Paolo,
benvenuto nel blog... e' stata un'esperienza che porto dentro.
Vale la pena provare... vai!

mesunazi ha detto...

My cousin recommended this blog and she was totally right keep up the fantastic work!

generic nolvadex

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta