Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 3 ottobre 2011

Sardegna nel cuore, e addosso...

Fu una telefonata di Andrea Pusceddu, uno degli operosi organizzatori della Maratona di Cagliari, che fece partire il tutto...Un invito alla Maratona di Cagliari, 2 edizione, per la Maratona della Solidarietà, evento che avrebbe coinvolto tutta la Regione, e non solo, con partenza da via Roma, in un percorso molto suggestivo tra Monserrato, Selargius, Quartucciu, Quartu S.Elena...con finale sul lungomare, con tanto di bagnanti intenti a godersi una giornata pienamente estiva (31 gradi). L'idea di ritornare in Sardegna mi piacque molto da subito, e non potei certo rifiutare: nella mia testa sentii rimbombare: "Egnaaaa!"... Cagliari è una città storica, bellissima, che ebbi modo di conoscere, come già ho scritto, durante la Granfondo del Sulcis.


Arrivo, doloroso...
Gli organizzatori mi hanno trattato da Regina, manco lo meritassi...Volo Meridiana da Bologna con Scalo ad Olbia, pranzo in ristorante tipico (spaghetti con granchio, che buoni!), in compagnia dell'organizzatore Sergio Mameli (bravissimo, non solo come professionista), del mitico Fulvio Massini (con il quale ho condiviso l'interesse per la ricerca), Andrea, sempre in giro a portare qui e là gli esigenti (fin troppo) atleti...

I Fantastici SEI!

La giornata di sabato si apre con un convegno, ore 15, intitolato: "Maratona: il piacere di superare il limite", e la relazione di apertura del Dott. Renato Versace non può che catalizzare il mio interesse, dal momento che parlava proprio di cose che studio...E poi, via così...Relazioni di Carlo Lai, Madau, Marrosu, Massini stesso...tutto molto interessante, all'interno della bellissima Aula Magna di Villa Satta.
La compagnia di atleti con la quale ho condiviso questi due giorni è stata spettacolare: Monica Casiraghi (semplicemente una persona unica...non solo plurimedagliata nelle Ultra e vincitrice di 42 maratone, ma straordinaria per le doti di umanità), Betta Tatiana (per lei il personale, bravissima), Correale Veronica e Giorgio Calcaterra (mamma mia, quanto siete fortiii!!!), Marcella Mancini (vincitrice e mia compagna di stanza, con la quale mi scuso per il casino!). Albergo storico in pieno centro, Hotel 4 Mori...200 metri dalla partenza. Non potevamo chiedere di più.

Podio!
La gara.
Circa 800, fra competitivi e non. Giornata ideale per correre, seppur la temperatura sia salita in modo considerevole dopo le 11, compromettendo le prove di molti atleti, me compresa. Imposto la gara intorno ai 4'25...nei miei piani c'era un progressivo, che non riuscirò a fare, soffrendo molto dal 32esimo in poi. Chiudo 4 assoluta in 3h13.17, pur essendo passata in 1h34 alla mezza. Risultato, per me, più che soddisfacente, malgrado oggi accusi contratture ovunque; la gioia nell'aver vissuto questa avventura mi conferma che ne è valsa la pena...La rifarei, e la rifarò!
Alla partenza, finalmente, vedo il grande Davide, sempre sorridente...Imposterà la sua gara intorno ai 4' al km. Al'arrivo, purtroppo, mi dirà di esser stato male...vuoi il caldo, vuoi la crisi di glicogeno...non è stato certo l'unico...Peccato non ci siamo visti a sufficienza per parlare, ma questo, da un lato, è un buon motivo per ritornare presto!


Ottimi i ristori, ottimi i servizi, con il coinvolgimento di una marea di poliziotti municipali...
Premiazioni all'interno del campo sportivo (amo le gare dove si arriva nei campi di atletica!!), poi di corsa (in macchina) in albergo (abusando della gentilezza degli organizzatori!!), poi di nuovo in aeroporto dove, in fase molto lucida, mi metto in coda al check in dell'Alitalia, pur volando con Meridiana.
Che dire, di tutto questo?
Mi viene in mente una frase che mi disse il mio prof di traumatologia, Pier Paolo Mariani, quando gli raccontai la bellissima esperienza della Gran Fondo del Sulcis: "La Sardegna è bellissima, peccato sia un isola"...Lì per lì non capii...ho sempre pensato che essere un isola fosse il suo bello. Ieri sera, sorvolandola dall'aeroplano, mi tornò in mente quella frase; è vero, è un peccato sia un isola, perchè, quando riparti, ne percepisci di più la lontananza... Eppure, io, me la porto nel cuore, come porto nel cuore un bellissimo premio che gli organizzatori mi hanno dato in mano: la maglietta della GS Amsicora...
E dunque, grazie, amici sardi; vorrà dire che vi indosserò, e via avrò sempre con me!

9 commenti:

Davide R. ha detto...

Che dire... una avventura incredibile... e mi ha fatto veramente piacere rivederti!!!!! Anna, io son sicuro... tu nelle gambe puoi andare sotto le 3 ore di sicuro!!! hai un grande potenziale... e chissà quante gare ancora farai splendidamente!! Ci vediamo alla prossima!!! Ancora un grosso complimenti!! e bisogna ringraziarti anche per il bel post e l'amore per la Sardegna!! ciaooooooooooooooooo!!!

Francarun ha detto...

Sei un MITO vivente Anna con quel caldo hai fatto una grande Maratona. Ti stimo Fratella !

Marco Bucci ha detto...

BRAVISSIMAAAA....!!!

...la prossima volta fatti servire gli spaghetti conditi con le uova di riccio di mare (che ho imparato a cucinare pure io). ;D

Rocha ha detto...

Complimenti Anna, ottimo risultato e buonissimo tempo viste le condizioni atmosferiche !

Patty ha detto...

anche tu in quanto a umiltà e bravura non sei da meno.......complimenti!!!

theyogi ha detto...

che brava, vedi che a frequentare certa gente si finisce per assomigliargli...?! ;))

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao, Davide...ci teniamo pronti per Olbia, allora??? La farai??? Complimentoni per la tua gara; era un periodo di estremo carico e sei stato fenomenale...
Franca, macciaooo!!! Io, un mito??? no no nonnoononnno, soprattutto se a dirlo sei TU, che sei una persona unica. Conto di vederti presto, ma sul serio...
Marcoooo!!! Ma tu come sei andato a S.Ippolito??? Sono molto lontana dal mio personale...ma tentar a Torino non nuoce. Spaghetti con riccio? Me li faresti quando torno a Roma?
Ciao, Rocha!!! Ma come stai? Grazie per i complimenti...non ho i ritmi maratona, adesso, ed è andata fin troppo bene...
Grazie, Patty, che belle parole...cerco di esser obiettiva. Son stata in un posto stupendo, mi son divertita e ho corso. Il resto è solo in più.
Yogiiiiii!!! ci somigliamo? Che bellooooo!!!! Prossima cena???

lello ha detto...

sei proprio una campionessa di vita e di sport... grandissima maratona con quel caldo.... UN MITO...
volevi prendere il volo sbagliato!!! destinazione????
prima o poi ci incontreremo......
concordo col dire che monica e' una ragazza umile e fantastica

Anna LA MARATONETA ha detto...

...conosci anche tu Monica???? E' troppo, troppo grande...Dai, ma io e te quando ci vediamo, allora??? Grazie per i complimenti, ma ti ripeto che TU sarai da meglio...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta