Anna Giunchi Blog Personale

mercoledì 18 febbraio 2009

SI ERA PARTITI MALE,INVECE...

I 100 euro che ho vinto domenica mi van tutti nella visita oculistica...

Me lo sto chiedendo: "Cosa sta succedendo?". Forse sarebbe meglio non chiederselo e non fasciarsi troppo la testa, ma sto proprio bene.
Stamattina, per la verità, la giornata era destinata ad evolversi male, complice un vento pazzesco, malgrado una giornata di sole pieno. Mi sembrava di esser in cima al Plan de Corones, quando quel vento gelido a momenti ti porta via, ma poi inizi la discesa della pista Silvester...e passa tutto...
La mattinata romana segnava un grado, come ieri mattina, ma i due giorni scorsi ho scaricato con 1h 10 con 14 allunghi, 5' defaticamento finale, pertanto non ho potuto valutare il mio rendimento cronometrico post mezza colitica.
Oggi, settimana di scarico in previsione del lungo di 3h15, si prevedevano 3x3000, ai Marmi, accompagnati da questo vento a mulinello che mi spingeva da qualunque punto dell'anello. Paura di colite, più che altro...Eppure stavo bene anche stavolta.
Primo 3000:4:01,4:01,4:00;
secondo 3000:3:57,4:01,3:56;
terzo 3000:4:00,4:03,3:57.
Senza spingere, come del resto non ho spinto nel riscaldamento, che questa volta è arrivato a 4'27 senza manco accorgermene...
Me lo sto chiedendo, cosa sta succedendo. E mi vien da pensare che quello stop forzato per il piede mi ha del tutto rigenerato. Non so nulla dei miei valori ematici: a gennaio avevo 13.3 di emoglobina e 39 di ematocrito, nella norma. Mangio meglio: più carne, molti legumi, ho preso la vitamina b12, utile per assimilare meglio il ferro, consigliata dal mitico prof dello IUSM, Parisi...
Non mangio più la classica pasta in bianco a pranzo: troppo poco. Anzi, sto quasi sostituendo la pasta con pane o pizza.
Abito da due mesi nella zona più alta di Roma, come 2 anni fa: e due anni fa stavo al top.
Sto facendo un'ottima preparazione, non faccio più bigiornalieri di corsa, ho rimesso i plantari, ho imparato a sciogliermi le contratture, mi gratifica quello che faccio nella vita, sono serena. Corro e mi diverto.
Ieri, nel mio tragitto a piedi, dallo IUSM a Caracalla, ho anche visto un controllore con l'orecchino, a testimonianza che i look cambiano. ANCHE PER LORO.
Sto bene e basta...perchè chiedere i motivi?

6 commenti:

runners per caso ha detto...

mi ero dimenticata del tuo blog cara Anna dopo ti metto nei miei preferiti..
ciao grande

Anna LA MARATONETA ha detto...

CIAO!!!!!!!In effetti, è u pòche non ci si sente!!!Io non so mica come si fanno a mettere i preferiti...mo ci guardo!Cmq grazie!!Sei in forma???

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

Quando si sta bene tutto viene meglio e con meno fatica.

Anna LA MARATONETA ha detto...

saggio, pasteo!

Alvin ha detto...

Anna, ti ricordi quando ti dicevo che a volte il riposo è il miglior allenamento e tu correvi correvi,ca++o mihai fatto 3:09 a Carpi e ancora volevi picchiare duro... poi quell'infortunio alpiede ti ha obbligata a mollare l'acceleratore per un po'...e adesso ti ritrovi benzina da vendere!!
Sei cazzutissima Anna, io di atletica ne capisco forse un quarto di quello che ne sai te, ma secondo me hai ancora margini molto ampi! Vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Alvin, mi dai una carica!!!!Guarda che la stessa cosa vale anche per te, anche se ti auguro di stopparti per molto meno tempo...un pò di recupero fa solo bene, e il nostro fisico è ben saggio a scegliersi i momenti per far spuntare acciacchi...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta