Anna Giunchi Blog Personale

domenica 5 aprile 2009

I GAVE MYSELF...


La Puglia...o meglio, il Gargano...
Sono stata piuttosto titubante se partire o no, perchè avevo un pò perso, causa impegni reciproci, i contatti con il GRUPPO GTV...pertanto ho aspettato fino all'ultimo. Poi ho deciso: niente Stramilano, niente San Benedetto, niente Terni-Narni...si va a vedere il Gargano. Mezza di Cagnano-Varano. Ci andai, al Gargano, ma ero piccola...era Vieste. Ricordavo un cielo spettacolare e zanzare che erano elicotteri...
In settimana, tanto per narrare quel che ho fatto, è trascorso tutto ok: a fisiologia il professore sta spiegando i principi di emodinamica, ma giovedì, contrariamente al suo solito, ha finito 20 minuti prima, e mi son persa potenziali input intellettuali. Vabbè.
Ho praticato canottaggio...mantenendomi assolutamente fuoritempo, e mi piace quando il remo mi travolge del tutto e invoco aiuto. Ho iniziato spinning, dove ho trovato delle persone veramente bravissime. E dunque un BRAVO al Prof. Sacchetti, anche se mi ha strappato il permesso per allenarmi in palestra (ma ho già provveduto a farmelo rifare da un'altra prof).
Sabato non avevo una gran voglia di lasciare Roma, anzi, ho singhiozzato un pò, causa motivi politici; ma il treno per Foggia mi aspettava. Prima classe, ma non perchè son ricca...solo perchè era l'unica rimasta. Non sapevo in quale albergo sarei andata, nè se avessi trovato le coincidenze...ma sono partita. Zaino Maratona di Roma in spalla e via.
Questo viaggio va raccontato. E' un treno che chiamano Eurostar, ma trattasi del vecchio pendolino anni 90, bianco-rosso, dove, appena ti alzi per flesso-estendere le caviglie, se ti va bene ti ritrovi catapultato in braccio al controllore. IL CONTROLLORE DEL TRENO, intendo, NON FRAINTENDETE (FRA ME E QUELLI ATAC VI E' ANCORA UNA DISTANZA DI SICUREZZA CHE SUPERA QUELLA SOCIALE). La prima classe... manco so perchè si chiama così, perchè da Caserta a Benevento ho solo sentito gente lamentarsi perchè non vi era posto per le valigie...Io ho dedicato il viaggio al Professor Mariani: CERCINE GLENOIDEO.
Spettacolare il ragazzo nel quale, in linea d'aria, finiva il mio sguardo (NON ERA BELLO, TUTT'ALTRO): ascoltava le canzoni di Vasco (se lo sentivo io potete immaginare il volume come fosse), e alternava gli umori in maniera, come dire...Schizoide???Rideva, ma ad alta voce, e tre-quattro volte HA PIANTO!!!!
Proprio così. HA PIANTO!
Chiedo scusa se a fine viaggio gli ho riso in faccia, abbiam riso un pò tutti, per la verità, ma era più forte di me. Non sapevo di questa capacità di condivisione umorale del Vasco: il mio coinquilino lo ascolta sempre e non vorrei mi riservasse brutte e impreviste sorprese...
Arrivo a Foggia, 17:05. Il mio amico Massimo mi aveva detto che il treno per Cagnano Varano, il posto dovrei avrei fatto la mezza, sarebbe partito alle 18. Ovviamente partiva alle 17:22 e l'ho preso per un pelo. Dai...si è confuso, Massimo.
Interminabili distese che chiamano Tavoliere delle Puglie...mi sembrava di essere a Ferrara. Fermata a San Severo. "Che posti squallidi, non c'è una collina...". Poi, dal trenino per Cagnano si cela ai miei occhi un paesaggio magnifico. Benvenuti nel Gargano.
All'arrivo Pasquale, presidente e organizzatore della gara, mi porta in albergo, prenotato da lui per me (non so se rendo,eh...questi sono i pugliesi). Sistemo la borsa e passeggio per il centro. Pazzesco, qua si conoscono tutti e mi guardano con stupore...mi chiedono se sono lì per la Maratona (il paese era pieno di affissi)...altri che mi incrociano se lo bisbigliano...
Sì, sono lì per la (mezza) Maratona. Serata con gli organizzatori: troppo forti! Si parla di Puglia, politica (son fissata), ultramaratone. Vedo i pacchi gara: fantastici: maglietta, sali Herbalife, Pane Pugliese (ne accatterò TRE), pasta, dolci... Organizzata benissimo.
Alla mattina, con somma gioia, in albergo...chi mi vedo????Michele e Franco...GTV!!!!Finalmente: esplodo di gioia!!!Lo temevo, perchè li conosco fin troppo, che mi avrebbero pagato l'albergo, BASTARDI, e così han fatto...tutte le volte dico che mi sdebiterò, ma non capita mai l'occasione. Fantastici, troppo.
Prima della partenza Michele mi mette un Tao al collo, che ho ancora qui appoggiato sullo sterno, e che non toglierò...Correvo con la bandana di Rocco (portafortuna: e domani per lui c'è un caciocavallo) e, forse a causa del clima ottimale, sentivo che sarei andata bene. Oggi stavo bene.
La gara è stata spettacolare per il panorama, 200 metri dislivello, e si vedevano i tre laghi, e le Tremiti; completamente chiusa al traffico, con un sacco di tifo...devo dire che ho dato veramente il massimo che potevo, anche perchè fino al 15esimo eravamo due donne in testa, e ho messo su cattiveria, agonismo, e quant'altro. Non c'era condizione migliore, per me, oggi, e ho vinto con 1h25.31. Ora ho quella gradevole febbricciatola post gara tirata: stanotte spero di dormire.
Mai l'avrei pensato...mai avrei pensato mi mettessero il numero 4, il pettorale più basso che mi è capitato... Mi han gasato non poco...
Ho tirato come un mulo e anche il tibiale, che non si è fatto sentire per niente in gara, adesso un pochino è incacchiato, con me...
PARZIALI: 3:53, 3:53, 3:57,4:12, 4:16, 4:14, 4:15, 4:26,4:16,4:12, 4:08, 4:09, 3'55, 3'42, 3'42, 3'48, 3'45, 3'44, 4'04, 4'22, 3'59.
Son rientrata a Roma da poco e da quel che so si è riempita di sole, questo week-end... Mannaggia.
L'affitto è a posto (150 euro più Cibo da vendere: il premio).
Domani, che si fa???
Si ricomincia.

16 commenti:

Danirunner ha detto...

Pettorale numero 4! 1:25'31" il tempo!! un buo tempo!!! il tibiale incacchiato!!!! la solita grandissima Anna!!!!!

giovanni56 ha detto...

UUAUUU!!!
GRANDEEE!!!
tutto da incorniciare

Anna LA MARATONETA ha detto...

grazie, amici!!
infatti quel pettorale...me lo son tenuto!!!!
Il tibiale rompe ancora...

Diego ha detto...

Altro garone !!!
Ottimo crono !!!

Anna LA MARATONETA ha detto...

In compenso, Diego, la notte ho avuto: gastrite, febbre, diarrea...e ha tirato il terremoto...

Rocha ha detto...

Brava, vincere dev'essere una bellissima emozione, peccato non poterla provare :-(
P.s.: anche a me è successo di avere febbre dopo allenamenti pesanti o di non riuscire a dormire la notte dopo gare tirate, credo siano inconvenienti abbastanza comuni.

Jenny ha detto...

Amica, mitica! Sei a Roma il 9-10-11 aprile?

Anche io ieri dopo una gara ho avuto febbre. Credo sia normale no?

Anna LA MARATONETA ha detto...

Grazie, Rocha!!!
Son stata proprio male e mi sto riprendendo un pò adesso, ma ancora lo stomaco non si è aperto del tutto. Ciao, Jenny!!!
Purtroppo in quei giorni rientro a casa da me...non dirmi che scendi...NON DIRMI CHE SCENDI QUANDO NON CI SONO IO!!!
Hai poi fatto l'appia run?

Jenny ha detto...

Ciao Anna. Se non ci sei mica scendo. Scendevo solo per venire a trovarti. Sarà per la prossima spero.

No ho corso qua da noi!

Buona Pasqua!

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ah, bene, così ci accordiamo per vederci qua da Maggio. fra la Maratona di Madrid e rientri a forlì ci sono ben poco, ad aprile...Eppoi ti dico che, dopo quello che è successo in Abruzzo anche qua l'umore della gente è quello che è...E' stata una tragedia, sul serio,a due passi da noi e, seppur la vicinanza geografica non dovrebbe essere un indicatore, ci siamo tutti coinvolti emotivamente. Speriamo si sistemino le cose per quanto possibile; di fronte alle catastrofi naturali si diviene realmente impotenti...

Anna LA MARATONETA ha detto...

Buona Pasqua anche a te!!!
Cade proprio il mio birthday...

Jenny ha detto...

AUGURONI di Buon Compleanno allora!!!!

Un bacio

Anna LA MARATONETA ha detto...

Grazie, Jenny!!!
Ettore, prepariamoci poi per quella di Viterbo...

Signori... i Pooh! ha detto...

Che la velocità,forza,resistenza,
coordinazione, flessibiltà,elasticità muscolo-articolare, l'assenza di infortuni, tanta voglia di correre e soprattutto tanta pace attorno siano con Voi anche in questo periodo Pasquale, che non sarà purtroppo tale per tutti in questo momento in Italia.
I migliori auguri Pasquali a tutti i runners del blog della strepitosa maratoneta romagnola che firma i personali permettendosi anche il lusso dei pit-stop in gara; proprio a lei l'altro, viste le circostanze, vorrei rivolgere uno strepitoso doppio augurio: quello di un buon compleanno ormai imminente!

Ancora tanti auguri e un saluto carissimo para todos!
Michele.

ps: il sottoscritto tapascio ha chiuso ROMA '09 a 3.20,14 e lancia l'urlo di sfida (ovviamente solo a se stesso e a chi altri sennò...) per l'autunno ad un rotondo 3.15.
A dividermi da tale "ambizione" ancora un determinato tipo di lavoro confidando nell'assenza di microstop dovuti anche alle più banali infiammazioni e/o rotture di scatole varie. Determinante sarà anche il vostro sincero incitamento... !!

margantonio ha detto...

complimenti Anna per la tua mezza e per aver vinto la gara. arrivo un po' in ritardo ma penso che vada bene uguale. mi sembra di capire che vai a correre a Madrid?
ci farai una buona relazione sul percorso allora perchè sarà uno dei miei prossimi obiettivi per il prossimo anno.
ciao

Anna LA MARATONETA ha detto...

Grazie, Michele!!!!
Mi sto preparando psicologicamente per Madrid. Ho riassestato i plantari e...basta...domani 3x5000 poi clima Pasquale.
Ciao, Margantonio!!!
Sì, andrò a Madrid, anche se un esame di inglese anticipato al mio ritorno mi ha fatto un pò incacchiare...Ti racconterò l'avventura...Grazie per i complimenti, e li rimando a te, che sei un ciclone!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta