Anna Giunchi Blog Personale

domenica 29 agosto 2010

NON SO SE RIESCO A DESCRIVERVI LA GIOIA DELLO SVEGLIARSI LA MATTINA SENZA LA BORSITE RETROCALCANEARE CHE MI IMPEDISCE DI CAMMINARE...

Oggi, domenica 29 agosto (EHI, ma sta finendo l'estate... proprio ora che per me stava ricominciando!) ho fatto il mio primo lungo. 2h 15 (dovevano essere 2h, ma non avevo contato i 15 minuti per tornare a casa), tra Cervia e Milano Marittima, setacciando la pineta... Giornata magnifica dopo la tromba d'aria della sera prima (mi son barricata in palestra dalla  paura); allenamento svoltosi tranquillamente, sebbene lo temessi per il fattore noia. Bello... bello ritornare anche al lungo. Venerdì l'allenatore mi ha fatto fare un allenamento stupendo: 3,5 km di medio, seguiti da 5 km di fartlek. Un bellissimo lavoro che ho gradito molto...andavo a 4'07, nel medio...ho esagerato un pò. Mi sto divertendo, insomma, e tanto, con questa preparazione. Il tutto malgrado il caldo, insopportabile nei primi giorni della settimana (beh, non esageriamo...amo il caldo, e dopo gli allenamenti mi buttavo a mare che era un piacere). Ormai conosco a memoria il parco delle Terme di Cervia, sede ottima per svolgere i lavori, avendo il terreno sterrato...ne conosco perfino gli odori... Ad una certa curva sento odore delle barrette proteiche alla banana...ad un altro punto sento odore di sali minerali... Insomma, quando mi alleno e spingo un pò già penso a reintegrare...
 Tutti i pomeriggi faccio palestra...oggi, ad esempio, è toccato ai pettorali ed agli addominali. E ho sempre compagnie gradevoli, per cui non mi annoio mai (aspetto però che torni il mio amico Pier...). Il ginocchio, dopo una sola applicazione terapeutica, è pressochè guarito e la borsite ormai non è più invalidante. Ancora tre applicazioni da fare, ma ormai non ho più ostacoli infortunistici e sto riprendendo a spingere, come già detto.
E intanto mancano 7 giorni alla mia gara ad Ivrea... 

 Che bello pregustare un ritorno (amo infortunarmi per questo, ma lo scrivo in piccolo)...


Milano Marittima...

10 commenti:

... E io corro! ha detto...

Accidenti che bello! 4.07 di medio .. E 2h 15 di lungo? Comincio a credere che correremo insieme domenica fianco a fianco per poi vederti andar via sul finale... Io non ho tanto fondo :) Bene bene , spero che questi giorni di lavoro notturno trascorrano veloci ... Non vedo l'ora di correre la gara !

Norge ha detto...

E'così bello sentirti ... carica, positiva e finalmente senza problemi. Stai andando alla grande :-) ciao Anna.
Fausto/Norge

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao, guidooooooooooo!!! Daiie, manca poco poco!!! Domenica correremo a fianco solo se avrai la pazienza di aspettarmi...quel 4.07 è stato un caso, poi eran solo 3.5 km... Ma tu hai gareggiato ad ivrea anche ieri...sei di casa, lassù!!
Ciao, Fausto!! Hai sempre delle belle parole, per me, e ti ringrazio. L'umore, in effetti, vuol dire tanto...

Francarun ha detto...

Menomale sento qualcosa di positivo sul retrocalcaneare, io invece dovrò operarmi per il tuo stesso problema.

Tosto ha detto...

e bello leggere che stai recuperando alla grande

Anna LA MARATONETA ha detto...

Franca...come??? Ma sei sicura? Le hai proprio provate tutte? Anche a me fa molto male dopo molti km, ma ormai ci convivo...Valuta attentamente, da quanto ce l'hai?
Tosto, grazie!!! Sempre positivi, io e te... La vita è una gaussiana...lo sai, vero?

stoppre ha detto...

ma non avevi la periartrite al ginocchio ?

Giuseppe ha detto...

Complimenti Anna,
è sempre bello sentire tanto buonumore da chi sta provando a superare un problema fisico che fino a poco prima ti impediva di correre.
4'07"/km il medio, ottimo lavoro.
Ciao

Francarun ha detto...

Anna è da ottobre dell'anno scorso che ci convivo, ed ora hanno visto che oltre alla spina calcaneare ho anche il morbo di Haglund quindi devo operarmi, non so se è la stessa cosa che hai te.

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao, stoppre!!! Sì, leggera paeriartrite che si sta risolvendo correndo sul morbido e con tanto ghiaccio. Quella è il meno...il più è la borsite, che nn molla.
Grazie, Giuseppe...ma quel medio è stato un caso...oggi ero già più "attuale"... Quando nn sento male al calcagno, riesco a spingere, sennò è un macello. Boh, passerà...
Franca, ma io pensavo che il morbo di Haglund fosse un altro modo di denominare la formazione di calcificazioni all'aponeurosi del calcagno... Sì, in quel caso si opera, purtroppo. Io ho un amico che là e si è fatto bucare le scarpe...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta