Anna Giunchi Blog Personale

domenica 1 maggio 2011

Ajò, Amici!!!

In questo momento mi trovo in grosse difficoltà...
Non so da dove incominciare, nel trattare l'esperienza che mi ha accompagnato in questi tre giorni sardi. Inizio con la dovuta premessa che: "Il merito è tutto di Amedeo": così ntroduco la narrazione di una meravigliosa esperienza che mi ha messo a contatto con la Sardegna Nord Orientale, permettendomi di conoscere Sassari e il suo Entroterra, Porto Torres, Alghero e i suoi tramonti, le meravigliose scogliere di Capo Testa e dintorni, con le torrette che mi fanno impazzire; e ancora, la spiaggia Platamora, punto di arrivo della nostra 21 km. Una marea di emozioni mi hanno pervaso in questi giorni, così come una marea di visioni della Sardegna, da rannuvolata a raggiante di sole, hanno illuminato i miei occhi.

MI SENTITE????


SARDEGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

E' una terra meravigliosa, così vasta e ricca di vegetazione, capace di farti sentire a stretto contatto con il calore urbano così come di farti sentire, dopo pochi km, sopra il tetto del mondo, completamente immerso nella natura...
Grazie a Davide, vero e proprio cultore del posto, ho scoperto anche la "psiche" di questa terra...ho visto le sfumature delle rocce, il mare celeste, un giorno sereno e, il giorno prima, decisamente burrascoso, con le sue onde mutevoli... E mi son trovata ad un passo dagli strapiombi...dal tutto al...vuoto.
Dopo tutto questo, com'è possibile che, al rientro a Ciampino, malgrado le 2 ore di ritardo del volo, possa essere nervosa e "sclerata" come venerdì mattina, quando sono partita da casa direzione aeroporto sotto la pioggia?
Dopo un tramonto rosato ad Alghero la rabbia non è più concepita, proprio no, la lasciamo agli altri, a quelli che hanno i ritmi un pò meno calmi...

To be continued...

Nessun commento:

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta