Anna Giunchi Blog Personale

mercoledì 9 aprile 2014

La Germania che non conosce crisi

Il Team Friburgo

Ne è valsa la pena, dopo la piacevolissima cena con il Gruppo podistico cervese, affrontare un viaggio notturno di 8 ore che ci avrebbe portato a Friburgo.
Un viaggio sotto la guida di Thomas e Enrico, tranquillissimo e molto gradevole, con attraversamento di pressoché tutta la Svizzera.
All'arrivo in hotel (eravamo due pulmini da 9 persone) la gentilissima signora Carella ci ha subito intrattenuto con i suoi progetti circa la sua contrarietà all'aumento della tassa di soggiorno in Germania: parlava benissimo l'italiano e, rispetto alla albergatrice che trovammo a Monaco di Baviera, fu molto aperta e socievole.
Eravamo a pochi metri da un meraviglioso parco dentro la foresta nera: qualcosa di immenso in cui perdersi. Uno spettacolo di natura che si è aperto ai miei occhi: talmente tanto verde da sentire nei polmoni aria buona gia' ai primi minuti di corsa.
E infatti, alla gara di domenica, stavo molto bene. Il percorso era molto impegnativo ma pieno di calore e tifo, soprattutto nelle affollate vie del centro: la giornata era insolitamente calda e, in occasione dei campionati tedeschi di 21 km, correvano oltre 2300 donne. Ho finito con 1:31:20, con progressione finale: peccato perché avrei sperato di stare sotto l'1h30, ma dopo un certo numero di salite non sono riuscita dal 14esimo a tenere i 4'15 al km iniziali. Eppure sono convinta di poter riprendere presto con i ritmi che vorrei. 13esima di categoria, ma con concorrenza molto valida.


E di tutto questo vale soprattutto l'esperienza, veramente molto bella, in una cittadina di 100.000 abitanti dove non si avverte crisi economica, in cui i giovani escono e spendono nelle serate al ristorante, e si divertono fino a tardi.
Non ho bevuto birra, molto gradita da buona parte del nostro pulmino, ma non mi sono neppure concessa dei dolci locali: solo un hamburger, una pizza, un gelato. Del resto siamo ripartiti domenica alle 17, con arrivo in nottata.
Ringrazio la regione Emilia Romagna per avermi ospitato in questa bellissima manifestazione, nonché il mio compagno di team Thomas Benedetti che ha permesso il tutto, organizzandoci al meglio.
Ad ottobre si tornerà a Monaco!!!

1 commento:

Fabrizio Calabrese ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta