Anna Giunchi Blog Personale

sabato 26 aprile 2014

Ozzano e' resistenza, Lovoleto è mantenimento...

Esattamente un anno fa corsi una delle gare più belle e dure della zona. Una 15,3 km che l'anno scorso vinsi, con mia sorpresa perchè venivo da un periodo di forma un pò labile.
Quest'anno sono arrivata terza, contentissima di quanto sono riuscita a dare in un percorso così difficile muscolarmente: la concorrenza era più valida e, rispetto all'anno scorso, sono migliorata.
Era anche piuttosto caldo, ma i paesaggi meravigliosi dei Gessi erano in piena visibilità. Le colline ozzanesi, molto ripide e panoramiche, meritano una visita e qualche escursione.
Su consiglio di Fausto Cuoghi, il mitico speaker che abita nella zona, sono andata  a visitarle anche dalla parte di Osteria Grande, monte Calderaro. Sono mete di molti ciclisti, oltre che di podisti.
Contenta del risultato, dicevo, soprattutto tenendo conto che lunedì avevo corso la 21 km di Cervia (spiaggia, vento, pineta). Contenta perché sto bene e mi diverto, a correre.
Domenica, nella terza gara della settimana a Lovoleto (sempre zona Bologna), un ritmo di 4'10-4'15 al km, per rivelocizzare le gambe un pò affaticate.
La settimana inizia male con maltempo e pioggia...ma il sole è lì dietro le nuvole...

La gara di Ozzano, terza assoluta



...e quella di Lovoleto; 3 di categoria

martedì 22 aprile 2014

Pasqua salata

Sono durate poco queste vacanze pasquali, e sono andate secondo le mie previsioni, anche se per la prossima volta vorrei organizzarmi per passarmele in montagna, prenotando per tempo.
Di montagna ho visto poco, anche se girare per il mio mare e' sempre il Top. Mi sono allenata e sono andata in bici: solo un giorno a San Leo, la mattina di Pasqua, con tanto di passeggiata in solitaria nella Valmarecchia. Ho passato queste vacanze in compagnia del mare, della musica, della bici e (poco) della macchina.
Lunedi mattina ho corso la 21 km tra Cervia e Cesenatico andata e ritorno: moltissimi i partecipanti, agonisti e non. Direi che sto andando sempre meglio, dal momento che in un percorso di spiaggia con vento contro, pineta e poco asfalto, ho chiuso in 1:31:33, lo stesso tempo di Friburgo, ma in questa gara si perdevano almeno tre minuti (circa come a Friburgo).
Mi sento, adesso, da 1h28. Niente a che vedere con i tempi del 2010, ma sento che da quando mi alleno in pista e, soprattutto, respiro aria di mare, sto migliorando a vista d'occhio. Bella gara, domenica, malgrado la mancata segnalazione dei km mi mandasse un po' out...Peccato aver perso tre posizioni, delle quali le ultime due per pochi secondi, ma questo deve farmi riflettere sulla mia minore competitività di qualche anno fa. Ah, sono arrivata 5.
Il clima sta diventando sempre più gradevole e la primavera porta già colori e profumi: e questa settimana si corre e gareggia ancora... È' la cosa più bella!!!


lunedì 14 aprile 2014

Annate...

L'anno scorso, e ricordo che stavo benissimo, con un tempo di 1 minuto abbondante più lento di quest'anno, arrivai seconda assoluta.
Quest'anno, forse a causa degli allenamenti o della cena stra abbondante di fritto, "bistecche di surimi" e marshmallow nel gelato, festeggiata con Fabrizio per il mio compleanno a Cesenatico, stavo ancora meglio...in salita, finalmente, sentivo buon fiato e corsa sciolta come non ricordavo da tempo. Dò molto merito agli allenamenti in pista, ma anche alla temperatura e alla voglia di correre e migliorarmi. Nonchè alla base di fondo costruita con la Maratona.
A San Lazzaro, gara di 9 km molto impegnativa, con salite e pezzi in sterrato, sono andata molto bene...la concorrenza era alta e sono arrivata ottava dietro atlete molto migliori di me. Voglio guardare a come stavo io, e sono contentissima: 39.05 contro i 40 e passa del 2013.
Al mare sto bene e respiro aria pura in pineta regolarmente, mi piace lavorare nelle scuole in compagnia dei miei vortex e posso ritenermi felice per tutto quel che mi accade.
Quando il resto va bene il fisico risponde, ed è contento.
Ora, in programma una 21 km a Cervia il lunedì di Pasqua, poi altre due gare tra il 25 e il 27...
La Primavera è alle porte e la gente è già in spiaggia a prendere il sole: iniziamo presto, quest'anno.
Buona settimana a tutti!


5 categoria a San Lazzaro

mercoledì 9 aprile 2014

La Germania che non conosce crisi

Il Team Friburgo

Ne è valsa la pena, dopo la piacevolissima cena con il Gruppo podistico cervese, affrontare un viaggio notturno di 8 ore che ci avrebbe portato a Friburgo.
Un viaggio sotto la guida di Thomas e Enrico, tranquillissimo e molto gradevole, con attraversamento di pressoché tutta la Svizzera.
All'arrivo in hotel (eravamo due pulmini da 9 persone) la gentilissima signora Carella ci ha subito intrattenuto con i suoi progetti circa la sua contrarietà all'aumento della tassa di soggiorno in Germania: parlava benissimo l'italiano e, rispetto alla albergatrice che trovammo a Monaco di Baviera, fu molto aperta e socievole.
Eravamo a pochi metri da un meraviglioso parco dentro la foresta nera: qualcosa di immenso in cui perdersi. Uno spettacolo di natura che si è aperto ai miei occhi: talmente tanto verde da sentire nei polmoni aria buona gia' ai primi minuti di corsa.
E infatti, alla gara di domenica, stavo molto bene. Il percorso era molto impegnativo ma pieno di calore e tifo, soprattutto nelle affollate vie del centro: la giornata era insolitamente calda e, in occasione dei campionati tedeschi di 21 km, correvano oltre 2300 donne. Ho finito con 1:31:20, con progressione finale: peccato perché avrei sperato di stare sotto l'1h30, ma dopo un certo numero di salite non sono riuscita dal 14esimo a tenere i 4'15 al km iniziali. Eppure sono convinta di poter riprendere presto con i ritmi che vorrei. 13esima di categoria, ma con concorrenza molto valida.


E di tutto questo vale soprattutto l'esperienza, veramente molto bella, in una cittadina di 100.000 abitanti dove non si avverte crisi economica, in cui i giovani escono e spendono nelle serate al ristorante, e si divertono fino a tardi.
Non ho bevuto birra, molto gradita da buona parte del nostro pulmino, ma non mi sono neppure concessa dei dolci locali: solo un hamburger, una pizza, un gelato. Del resto siamo ripartiti domenica alle 17, con arrivo in nottata.
Ringrazio la regione Emilia Romagna per avermi ospitato in questa bellissima manifestazione, nonché il mio compagno di team Thomas Benedetti che ha permesso il tutto, organizzandoci al meglio.
Ad ottobre si tornerà a Monaco!!!

mercoledì 2 aprile 2014

Assemini part Three!

Ritornare per il terzo anno ad Assemini sapendo quello che avrei trovato, è stato bellissimo.

Fine lavori...

Sapevo che avrei ritrovato uno staff impeccabile, che di anno in anno si perfeziona sempre di più nell'organizzazione di una manifestazione già...perfetta, ma sapevo anche che avrei ritrovato degli amici, amici ai quali sono affezionata al punto da promettermi, ogni anno, di tornare a trovarli.
Il Gruppo podistico di Assemini lavora veramente bene e mi ero già accorta di tutto questo al mio arrivo, ove, in salone comunale, ospiti di un sindaco, Mario Puddu, veramente umile e in gamba (nonchè atleta), io e Fabrizio abbiamo notato un'organizzazione di oltre 100 volontari schierati ad hoc lungo il percorso, sotto la sorveglianza di un capitano della polizia municipale esperto ed interessato all'evento.

Sa Panade!

Gara impeccabile, dunque, con oltre 1300 iscritti non competitivi e oltre 400 agonisti, impegnati in un percorso costituito da un circuito di tre giri, reso alquanto impegnativo dal vento di scirocco, ben noto ai sardi. Per me un tempo non soddisfacente, migliorato di tre minuti dall'anno scorso (l'anno scorso però ero sotto un Tir in quanto a forma): 1h32.40 e 12 assoluta...mediocre è dir poco, ma mi velocizzerò. Per Fabrizio 1h18.02: non sono i suoi tempi ma si è migliorato parecchio dopo l'infortunio.
Ma il bello è venuto dopo (mega pranzo) e alla sera, quando abbiamo mangiato insieme allo staff, ridendo a più non posso: pizze al taglio in compagnia anche del nostro amico sindaco!
Per tre sere abbiamo mangiato pizze squisite sfornate dal grande pizzaiolo del Daulef, (anch'egli è atleta), dormendo nella stessa struttura degli anni scorsi: mini appartamenti a più camere a prezzo più che buono, considerando anche le tre notti. Un grazie a Giampaolo, Gianluigi, Enrico, Massimo...a tutto lo staff per averci invitati a questa splendida manifestazione...e grazie anche a Giampaolo per le levatacce all'alba in direzione aeroporto!
Rientro a Parma e poi dritti al lavoro...venerdì si partirà per la mezza maratona di Friburgo con lo staff Gabbi e la Regione Emilia Romagna: le gambe vogliono ancora correre, e ce la faranno...
Si parte!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta