Anna Giunchi Blog Personale

venerdì 22 maggio 2009

DILEMMA...

ciclista da strada e da sala!!!

PROSEGUE QUESTO PERIODO DI STOP...
Oggi, poi, ho fatto un volo in bici e mi son riempita di lividi. Uno è ben evidente: proprio sulla tibia, bello pienotto...Anche la destra fuori uso.

Ma mi vengono elargiti i consigli più disparati, inerenti questa periostite...Sempre più gente che corre mi consiglia di non stare ferma, adesso che il dolore è decisamente diminuito, e di allenarmi comunque, sul morbido, in quanto devo rinforzare il soleo per evitare carico eccessivo sulla tibia. Io, per prudenza, ancora non corro, per me manca poco. Oggi ho provato per dieci minuti a zompettare, ma sentivo tirare un pochino e mi sono fermata. Chi di voi ha esperienza? Devo riprendere?Mi parlano di gente che ci convive per anni, ma io non riesco proprio a correre con delle fitte continue...

27 commenti:

Mic ha detto...

Secondo me per correre bene non si può convivere con i dolori! Io ti consiglio di metterti il cuore in pace, lasciare perdere la forma e di prenderti tutto il tempo che serve per guarire bene. Altrimenti rischi di allenarti male e allungare i tempi, per conservare un minimo di forma. In genere quando non ci sono dolori a camminare è già un buon segno; prenditi ancora un paio di giorni e speriamo che nel frattempo spariscano tutti i fastidi.
A me sembrano consigli molto sensati, e sto cercando di seguirli anch'io, visto che mi trascino un infortunio da sovraccarico da 3 settimane.... Speriamo bene.

fisiologia ha detto...

Ok, grazie del consiglio...in effetti anch'io sto seguendo questa via, e allenarsi zompettando non serve proprio a niente, se non a consolarsi che: "comunque si è corso"...Cercavo solo di capire se correre sul morbido serve a guarire prima perchè vascolarizza oppure no. E'una terapia che non ho mai provato, e comunque i medici sportivi consigliano riposo. a camminare non ho male...Tu lo stai trattando, il tuo inforunio (pomate o robe simili)?Sei completamente fermo?Dai, guarisci in fretta anche te!!!

... E io corro! ha detto...

Già ti ho detto che insistendo a correre con la periostite, io non camminavo neanche più. Se poi sta passando e vuoi riprendere gradatamente, correre sul morbido di certo aiuta, ma (se posso) non aver fretta (solo dio sa quanto ti capisco però, a volte penso che se assumessimo droghe, ne saremmo meno dipendenti di quanto lo siamo dalla corsa)

Mic ha detto...

Io l'ho trattato con tutti i rimedi possibili: pomate, ghiaccio e antinfiammatori, anche se non mi piace prenderli e sarebbe stato meglio evitarli, con + riposo. Siccome il mio problemino è alla caviglia, mi risulta utile la bascula x gli esercizi propriocettivi, mentre ero curioso della TECARterapia, ne ho sentito parlare bene, ma non la conosco e cmq dalle mie parti non c'è.
Non sono completamente fermo, non ho mai staccato x + di 3 giorni, ma corro male, sempre con il pensiero rivolto alla caviglia, che ne risente terminato l'allenamento. Ho il grosso dubbio che fermandomi immediatamente x qualche giorno in +, adesso si sarebbe già risolto da un pezzo.

Hombre "Actimel" ha detto...

E' bello ritrovarsi tutti nel giordino degli acciaccati.
Negli ultimi 20 giorni per non fermarmi completamente ho corricchiato anch'io poco e in maniera forse ancora meno allenante.
Ho camminato molto e sono andato in bici, ma come sapete molto bene tutti non è la stessa cosa.
Il mio preblema è un dolore che non si sente da fermo e talvolta neanche in corsa fin quando la corsa è di entità moderata.
Però c'è sto benedetto bicipite femorale che si sente e ci vuole altrettanta pazienza.
Il problema è che per quanto uno possa starci attento ormai tutte queste rotture di palle si toccano fra loro.
Guarita una sotto un'altra.
Aspetto ancora qualche altro giorno come saggiamente diceva Mic e poi provo con un 10.000 in pista a 4.40 con i giri finali più spediti.
Sarà il Day after a farmi capire se sarà giunto il momento di iniziare il count-down per iniziare la preparazione che culminerà con la battaglia di Milano del 22 novembre.
In mezzo ci saranno alcune impegnative (per impegnative intendo semplicemente prese sul serio) 21.097 km, qualche 10 e qualche 32.
Insomma se riusciamo a tener duro, venderemo cara la pelle.
Ciao ragazzi e buona domenica!

ps: se avessi guidato io l'Inter avrei vinto lo scudetto già a metà campionato. Con il "fenomeno" in panchina siete da tempo fuori dal calcio che conta (l'Europa)e lo scudetto ve l'hanno fatto vincere i cugini solo due domeniche prima del termine del torneo.
Ancora vi vantate di essere nerazzurri?
Con l'armata che avete son davvero pochi 'sti "tituli" non vi pare?

Anna LA MARATONETA ha detto...

Anche a me han parlato bene di laser e tecar, ma nel mio caso li han ritenuti poco utili. La bascula, in effetti, per la propriocezione è ottima, mentre io, dal momento che devo rinforzare il muscolo tibiale, faccio molti molleggi. Oggi comunque non avevo male e ho provato a corricchiare sul morbido. Niente male. La conferma che un riposo di 20 giorni ci voleva...

Massimo ha detto...

Ci sono anch' io !
In questo momento sono fermo.
La diagnosi e':Tendinopatia tibiale posteriore a livello del passaggio retromalleolare interno in soggetto con piedi cavo supinati.
La mia tibia sinistra ha ancora avvitata una placca con viti a causa di una frattura esposta causata da un incidente stradale avvenuto 30 anni fa,e ho subito 3 interventi;quindi la struttura muscolare non e' mai stata paragonabile alla gamba destra !,nonostante cio',tutto sommato non ho mai avuto problemi fino a 5 mesi fa,poi piano piano un fastidio e poi un incremento fino al dolorino dopo 6-7 km di corsetta...;da qui ho incominciato con qualche giorno di stop,ghiaccio,antifiammatori,pomate all' arnica,argilla verde,acqua e sale,cerotti...eccc,intanto tra un trattamento e l' altro,riprovavo a correre: niente ! A questo punto, ecografia,e non risultava niente di particolare,poi la RM,e anche qui niente di rilevante; quindi visita dall' ortopedico sportivo :mi ha consigliato ciclo di Tecar e se non da' risultati,la Mesoterapia.
Adesso sono arrivato alla 5 seduta di Tecar,ho cominciato a sentire dei miglioramenti...;la Fisioterapista mi ha consigliato di non correre se no vanifica la terapia allungando (se va bene) il processo di guarigione.
Nb. Durante le prime due sedute sono andato a correre e verso la fine del mio solito giro ricomparivano i sintomi,quindi aime' ho dovuto darci un taglio alla corsetta :e' dura ! ma e' necessario per guarire !
Le cause oltre al deficit della placca,e sicuramente imputabile a sovraccarico,l' anno scorso scorso ho fatto circa 50 garette,di cui parecchie collinari e montagna...

Alexander ha detto...

Anna..ti consiglio di fare bagni caldi-freddi mentre sei sotto la doccia,di fare esercizi per rinforzare i polpacci(lo step ad esempio e i molleggi),usare la tavoletta propriocettiva per le caviglie e comprare delle fasciature da scarico''taping''da applicare alle tibie per sciogliere le tensioni;mi raccomando le scarpe pure:usa sempre un paio che non ti abbia dato fastidi in passato,evita le superleggere e le intermedie per il momento,corri sul morbido piu'che puoi e fai esercizi propriocettivi come la camminata,rullata,passospinta ecc che migliorano l'azione di corsa e non ti fanno correre appesantita.Questo e'tutto quello che so e che applico quotidianamente,dato che ci soffro pure io.Amen!!!

fisiologia ha detto...

Grazie, Massimo, e grazie, alexander!!!!!
Anch'io ho piede cavo, e pure a me è partita in quel modo, Massimo. E' una bella rottura perchè oggi, dopo che corricchiavo, ho risentito il doloretto. E di nuovo stop. Non mi arrischio a fare terapia come la tecar perchè temo siano soldi buttati, e se tanto devi star fermo, tanto vale aspettare il recupero graduale. La cosa che frega è che non senti nulla al tatto e a camminare, ma compare dopo la corsa, e non sai mai quand'è guarita!!!
Anche oggi ho fatto molleggi e il taping non mi è sembrat tanto utile, ma forse ero negativa io.
Tu, Massimo, quanto ti sei fermato?E tu, Alexander?
Vorrei sapere se in un mese di stop guarisce, o se è roba più lunga...La bici va male?
eppoi...i plantari possono servire?Io li ho e mi han consigliato di toglierli.
Grazie per i consigli!!!

fisiologia ha detto...

Alex Branky!!!Benvenuto!!!!

Massimo ha detto...

L' ortopedico ha ritenuto che non fosse necessario farmi fare i plantari...,vanno bene delle scarpe neutre....,quelle che ho sono adatte,se poi dovessi avere ( pero' prima mi deve passare !)dolorini in futuro mi ha detto di non fare l' eroe,e conviverci ! bho... !(?.
Naturalmente questo vale per me, e non si puo' generalizzare...
Secondo me dovresti evitare di saltarci sopra....,la bici potrebbe andare bene, a patto che non sali sui pedali a fare salita...
Naturalmente prima di fare esercizi per rinforzare e' utile che passi l' infiammazione....
I tempi sono diversi da caso caso.da persona a persona...(originale ehh ?!):leggendo qua e la',a volte ci vogliono anche 3-4 mesi !,o se va' bene anche solo 20 giorni...
La Tecar dicono che funzioni...non so'.forse e' solo effetto placebo,io faccio finta di crederci...,l'importante e che per un motivo o per l' altro sto c... di problema passi !

ALEXANDER ha detto...

Grazie fisiologia!Conosci il mio soprannome?Alla faccia del mio anonimato xD.Cmq io ci convivo,non mi sono mai fermato per la periostite(altrimenti dovrei stare fermo sempre!),diciamo che al mattino e'un po'piu'fastidioso mentre al pome corro tranquillo,perche'il fisico e'piu'sveglio(beh,c'e'da dire ke ho pure 20 anni,quindi...),mentre i tempi di guarigione variano da persona a persona,dipende dall'entita'dell'infiammazione..l'unico rischio se si continua inperterriti a correrci sopra con un dolore fastidiosissimo sono le fratture da stress,che di conseguenze allungherebbero e pure di parecchio i tempi di guarigione poi...e noi non vogliamo ke le cose peggiorino,no?;-D I plantari..beh,io li sconsiglio visto ke ci ho avuto a che fare:io dico sempre ke il miglior plantare e'quella scarpa neutra che si adatta meglio alle nostre esigenze(pronatori,supinatori)e devo dire ke le Asics in questo campo sono le migliori,mentre le mizuno sono ottime per chi ha i piedi piatti(vista la soletta interna praticamente piatta)mentre li sconsiglio per chi ha un arco plantare normale.Spero di essere stato utile nel mio piccolo!

Anna LA MARATONETA ha detto...

utilissimo...e ti ringrazio!!!
Sulle mizuno hai perfettamente ragione: a me venne la fascite, e ho il piede cavo...Ora sono con il ghiaccio...

Alexander ha detto...

Anna..come A3 ti consiglio l'Asics Gel Cumulus o meglio ancora l'Asics Gel Stratus(che e'una A3 pero'e'leggera come scarpa),pero'mi raccomando:se non sei una pronatrice,non comprare le scarpe dell'Asics con il duomax(quella striscia grigia messa di lato e sotto la scarpa)perche'peggioreresti la situazione!Se hai un appoggio neutro o supinatrice,le prime due che ti ho detto ti calzeranno a pennello,mentre se vuoi una scarpa per allenamenti piu'veloci e/o gara,ti consiglio le Asics Gel Speedstar,anch'esse neutre-protettive-comodissime-leggere.Prova e fammi sapere!;-D

Anna LA MARATONETA ha detto...

stavo benissmo, con le speedstar, e le usavo per i lunghi (avendo il plantare mi pesavano di più),poi son passata alle saucony perchè le speedstar duravano troppo poco, mentre in gara usavo le Bandito, anche in maratona. Con le saucony ho iniziato i primi problemi, soprattutto dopo un lungo di 3 ore. Ora ho delle a3 asics, cmq sono pronatrice...cmq seguirò il tuo consiglio:via plantari...

Alexander ha detto...

Grande!Ecco il punto e'anche questo:i plantari sono fastidiossissimi!Non e'bello correre sentendosi due macigni sotto i piedi per via dei plantari,la corsa deve essere piu'naturale possibile e un atleta deve poter sentire sotto i propri piedi la rullata senza accusare sensazioni fastidiose,perche'senza belle sensazioni non si puo'correre tranquilli e sereni!Ma te lo immagini un top atleta con dei plantari?Magari dentro le chiodate che DEVONO per forza di cose calzare come un guanto?Altro ke plantari!!!P.S-Considerato che sei pronatrice,potresti usare le DS Trainer che hanno il Duomax interno,un rinforzo per gli atleti pronatori che appoggiano verso l'interno del piede,mentre le Bandito per la maratona mmmmhhh...dubbioso al riguardo!Mi sembra paccosa come scarpa..

fisiologia ha detto...

e infatti ci hai preso, perchè il top del male l'ho avuto proprio dopo una gara con la bandito...Ha la banda grigia, cmq. Cosa ne pensi delle Saucony???

fisiologia ha detto...

E le duomax sono a3?Ho rimesso ai piedi delle pagasus, poco fa, ma mi trovo meglio con le saucony, sento di più il movimento. Quanto ai plantari, è vero: mi chiedo come ho fatto a correre così ingabbiata, però so che c'è gente valida che li usa...

Alexander ha detto...

Fisiologia..a quanto pare sei una donna,bene bene!In questo caso posso consigliarti ancora meglio quali scarpe A3 con il supporto in Duomax dell'Asics farebbero al caso tuo:puoi usare le Gel Kayano e/o le Gel 1140,mentre se vuoi una scarpa intermedia puoi benissimo usare la Ds Trainer e,se preferisci una superleggera per le gare a discapito di un'intermedia,le Ds Racer(tutte queste hanno il Duomax per i pronatori).Le saucony sono le uniche scarpe che non ho mai provato e quindi non me la sento di dire se siano piu'o meno valide,considera che vado avanti con le Asics da quand'ero praticamente un bimbo(manco fossi il suo testimonial xD),ma una cosa sento di consigliarti:se ti trovi bene con un paio di scarpe,usa sempre e soltanto quelle per un lungo periodo,mentre ti sconsiglio di provare continuamente scarpe di una e l'altra marca soltanto perche'si potrebbe magari risparmiare qualche euro,perche'ogni scarpa di ciascuna marca ha una soletta interna differente e il piede questo cambio continuo lo influenza nell'arco plantare,creando dei fastidi e danni che magari non si avvertono subito ma che con il tempo salteranno fuori...come si dice:squadra che vince,non si cambia!

Anna LA MARATONETA ha detto...

aLEX, SCUSA!!!!fISIOLOGIA SONO IO, aNNA!!!HO USATO UN ALTRO LINK!GRAZIE PER I CONSIGLI, ASICS, DUNQUE...IN EFFETTI MI TROVAVO BENE....

Anna LA MARATONETA ha detto...

COMPLIMENTI PER IL BLOG, BRANKY!!!

Alexander ha detto...

Ahha non c'ero arrivato da solo!!Grazie,ci scrivo ogni giorno e se vorrai,commentami qualcosa sullo Spaces! ;-D

Anna LA MARATONETA ha detto...

ci sto provando ma devo iscrivermi, vero???
Ehi, complimenti per ieri!!!

Alexander ha detto...

Nono..clicca su''aggiungi commento''e puoi lasciarlo in tutta tranquillita'!Mica e'facebook xD P.S:grazie..ma posso fare mooolto meglio..

Anna LA MARATONETA ha detto...

fatto!!!
Potresti aiutarmi nell'esame di informatica!!!
Beh, ieri a Ravenna, cmq, pioveva...

Alexander ha detto...

Piu'che per la pioggia,che cmq durante la gara ci ha risparmiato,direi i 3 giri di boa..li'si che si poteva spaccare la faccia!!!Cmq se c'hai msn,possiamo parlare li'e ti spiego pure come sistemarti lo Spaces..

Anna LA MARATONETA ha detto...

msn, ummmh...fammi vedere se riesco ad attivarlo...

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta