Anna Giunchi Blog Personale

giovedì 8 gennaio 2009

FINALMENTE SI CORRE..

montagna...a presto!

Mercoledì Romano...del tutto impegnativo.
Rientro la sera prima dal freddo di Forlì, mezza congelata alla stazione di Bologna (mattinata di 1h 40, rammento), poi dritta a Termini, sul treno Alta Velocità Freccia rossa, in ritardo di 20 minuti, ma aveva freddo anche lui. Arrivo a casa, quella svuotata, con ancora un freddo burino addosso, freddo talmente pungente che i miei vasi hanno adoperato una costante restrizione. A tal proposito rammento che, durante le mie lunghe ore di sci di fondo, ripetevo costantemente le strutture dei FUSI neuromuscolari, l'EPOC, il VO2max e quant'altro...Ho stressato mezzo altopiano, insomma. Mercoledì mattina, infatti, ho cercato di tastare il pathos che si respira durante l'esame di fisiologia 2: pensavo di peggio, ma dopotutto me lo ripeto che è un esame cui tengo molto, e ne accresco l'importanza.
Allenamento ottimo, su asfalto: 20' di riscaldamento e 10 variazioni sui 500: un giro veloce, uno piano: totale, 20 giri. Buono, malgrado sia un pò rintontita dal solito calo di ferro dovuto al ciclo...non ci bado più e mangio bene, e basta.
Pomeriggio da raccontare: dovevo effettuare il TRASLOCO. La mia casa semivuota si era riempita di valigie, sporte, borse, borsoni, merce che avrei caricato sulla macchina ipervolumetrica (non c'entra però il volume di ventilazione polmonare)del grande santo Roberto, il mio nuovo padrone di casa.
Ovviamente ne avevo fatta una delle mie, ieri pomeriggio: avevo lasciato le chiavi della casa vecchia dentro la casa stessa...pertanto era necessario un intervento d'emergenza: 1: scassinarla.
Oppure, altre due soluzioni:
-2: telefonare ai miei vecchi coinquilini chiedendo loro se ne avessero avuto una copia;
-3: telefonare alla mia proprietaria ponendole la stessa domanda, ma di lei non avevo più i numeri, essendomi portata un altro cellulare.
Primo tentativo: lo scasso. Abbiam provato in tutti i modi, persino con le forbicione da potatura, ma...niente..era una porta incredibile, quella...Non funzionava neppure con la tecnica della scheda telefonica, che poi telefonica non era, ma bensì della palestra...Vabbè, ladri non siamo, noi; ne ero convinta dal momento in cui non riuscii ad aprire il lucchetto dello scooter, al Fatebenefratelli...
Così ho telefonato ai miei vecchi coinquilini chiedendo loro i numeri della proprietaria (loro hanno una copia della chiave, ma purtroppo abitano a 15 km da Roma) . Anche la mia ex propietaria, grazie al cielo, ne aveva una copia. Di corsa al suo negozio, a Castel Sant'Angelo, ritirate le chiavi dal garage dove ha posteggiato la macchina, poi di nuovo a casa, per aprire la porta...E Roberto non ha fatto una piega: nessuna manganellata in testa. Sono smemorature da anemia, lo so...oppure da mia deficienza, e basta...
Il trasloco, però, è avvenuto (manca solo la bici e, con questa pioggia, la vedo lunga) e mi sono già sistemata nel mio nuovo territorio. E ci sto benissimo, sempre che non cada dal letto a castello (ma in tal caso i FUSI neuromuscolari si attiverebbero, segnalandomi l'errore di esecuzione motoria), letto che è comodissimo e caldo. NON DORMO PIU' IN UNA BRANDINA!!!!!
Giovedì mattina: 1h di corsa con diluvio finale al Parco di Monte Mario: salite belle toste; peccato sia un percorso breve.
Mi mancava la vita nel caos, a me...

4 commenti:

Alvin ha detto...

Si si, ne son certo sei pazza...ma quante ne fai, il treno, cambi casa, i fusi neouromuscolari, ti chiudi fuori con le chiavi dentro, tenti di scassinare la porta....ma sul fatto...del "calo di ferro, me ne frego, mangio bene e basta" il mio voto è 11! Brava Anna!

Anna LA MARATONETA ha detto...

grazie, Alvin!!!gli apprezzamenti di gente come te mi fanno veramente piacere!Grazie tante!

Mic ha detto...

Brava, non ci badare al ferro,..come fa la gran parte di noi. Di certo non top runner, ma comuni atleti che riescono a correre, magari anche bene, senza tenere sotto controllo le analisi come fai tu...e i professionisti; alla faccia della flebo! Se già adesso sei una toprunner, chissà quando sei a posto di ferro, che sfracelli! è pieno di anemici, e se vuoi un bravo medico x le flebo, chiama Santuccione ;-)

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ciao, Mic!!!Saggi consigli, grazie...molte donne sono anemiche anche senza correre, dopotutto...Santuccione però non so chi sia;preferisco affidarmi a un valido nutrizionista!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta