Anna Giunchi Blog Personale

lunedì 11 febbraio 2008

A FIUMICINO...VOLAVO!!!


Domenica ho rimesso le ali ai piedi...Ho già dato un minuto al mio best in mezza del 2007 e, se non fosse stato per un intoppo alla partenza, avrei bissato l'1 e 27 del 2006, a Civitavecchia.

Mezza maratona di Fiumicino. Ritrovo ore 7 e 30, con conseguente sveglia alle 6 e 30...Eppure, stanotte, non ho chiuso occhio e, stamattina, mi sono pappata 1h e 30 di nuoto continuo.

E dire che venerdì sera, terminato il fartlek (UN MASSACRO, IL FARLEK), al mio allenatore ho rivolto le seguenti parole: "E' un rischio partire a 4'20?". E invece mi sono ritrovata a passare i 10km in 41 minuti, ad andare a 4' e 10, anche a 4' al km, chiedendomi se il Garmin fosse impazzito. Non sapevo se sarei riuscita a terminare la gara a quel ritmo, ma improvvisamente, a tre km dalla fine, faccio un pò di variazioni, mi metto in testa che SOTTO L'ORA E TRENTA POSSO ANCORA FARLA. Lo vedo, quell'arco, che mi segna 1h e 28 e pochi secondi: RAGAZZI, ANNA GIUNCHI DELL'ACSI PALATINO-CAMPIDOGLIO è settima assoluta, prima di categoria, a premio alle 12 con un prosciutto, venduto stamattina a 50 euro al mio prof. di tennis.

Il rientro a Roma, con passeggio da Villa borghese (udite-udite)a piazza Verbano (oltre Parioli, zona salario), con prosciutto in mano, non è certo stata esente da commenti, ma mi sono goduta il rientro a Roma così. Sono guarita, mi son bombata di ferro ma sono tornata quella di prima, e migliorerò ancora.

Oggi, il nuoto, mi ha alleviato l'affaticamento muscolare: domani ho un esame e giovedì un altro...anche venerdì ho un esame.

Sabato, poi, è stato un pomeriggio tutto particolare. Già venerdì sera, al campo di Caracalla, mi era parso di aver visto dei controllori, che però controllori non erano, ma bensì dei ragazzi tranquillissimi, con giubbotto simil-cotral. Sabato, invece, ne ho visti tantissimi, in qualunque rovina di Roma nascosti: li ho anche visti all'opera, mentre entravano negli autobus importunando i poveri passeggeri nell'esibizione del titolo di viaggio. Li ho visti scrutare un autobus, all'orizzonte, onde poi scriverne i dati, ed entrare così, con irriverenza, dentro la vettura, quando la gente meno se lo aspettava e l'autista stava per chiudere gli sportelli. Sabato, no...IO HO GIRATO TUTTA LA CITTA' A PIEDI, e non hanno avuto modo di beccarmi. Oggi, forse, prenderò l'autobus e, forse, mi beccheranno a timbrargli in faccia. Sarà allora a quel punto che inizierò il mio racconto: "Sa, Controllore... per lei è una fortuna avermi sull'autobus come normale passeggero, solitamente sulla terra non ci sto mai;deve sapere che ieri, a Fiumicino, io VOLAVO..."

4 commenti:

PRES.SSA ELISEA PALAMARIS ha detto...

Grande anna,,,tra un pò mi tirerai i lavori!e cmq ti consiglio di farti la tessera mensile così non avrai problemi!!!!!

ettore ha detto...

Eccezzionale veramente avevo predetto,fortissima sia per la gara sia per la lotta con i controllori,che in fondo ti piace assai sfidarli, comunque mio figlio che fà fisioterapia a Roma ha l'abbonamento!!!!!!
Ciao.

Batman ha detto...

Brava Maratoneta! Anche se, secondo me, continui a fare troppe cose contemporaneamente, con relativo dispendio di energie.
Poi: PAGA IL BIGLIETTO IN AUTOBUS!!! Un po' di soldi in più fanno sempre bene al comune ed al sindaco di Roma...
Batman

Anna LA MARATONETA ha detto...

MA SENTIRVI TUTTI COSI' VICINI, MA CHE BEEELLLO!!!!!!Prometto che se fanno sindaco ALEMANNO, contribuirò alle spese per il comune di Roma facendo abboamenti a raffica!!!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta