Anna Giunchi Blog Personale

domenica 30 dicembre 2007

NON MALE...

Ci stiamo avvicinando al 2008, e il mio fisico si sta lentamente preparando...
Oggi: 30 minuti corsa, 10 volte i 200 in salita, ancora mezz'ora. A fine allenamento mi sentivo benissimo, come nei tempi buoni, e i miei occhi si stanno ricolorando...
Mi sono poi concessa sauna, bagno turco, idromassaggio: e stavo ancora meglio.
Stasera mi son rivista i tempi su pista. Obiettivo 2008: strasuperarli...

1500 METRI - SENIORES DONNE

5:27.52

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

MODENA

19/05

(1)

3000 METRI - SENIORES DONNE

11:39.55

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

SAN MARINO

27/06


FIDAL - Federazione Italiana di Atletica Leggera


Pag. 33

LISTE

Anno di Gestione: 2007


12:09.4

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

VITERBO

19/06

(2)

5000 METRI - SENIORES DONNE

20:09.02

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

FORLI

24/06

20:17.24

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

BOLOGNA

19/07

20:23.85

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

MODENA

20/05

21:15.65

GIUNCHI Anna

78

FO038 - EDERA ATL. FORLI

FANO

22/07

(4)



sabato 29 dicembre 2007

RUN TUNE UP


Ero proprio ingarrita, dopo la mia prima mezza!E' la foto che mi ritrae con la canotta bianca. Grazie a Michele, che mi ha fornito l'articolo!

E' ANCORA UN PO' LUNGA, MA...


Dipende tutto se sto bene, perchè la Corri al Salso è una gara veramente bella, e vorrei correrla anche quest'anno...

Giovedì pomeriggio, ore 15 e 30, anzi, 15 e 40: IL RITORNO DELLA FLEBO.
Mi sono allenata un'oretta prima, ultimo km in progressione con allunghi, con un male piuttosto intenso alle gambe, e mi sono poi recata in ambulatorio. Non so se farò tutta la vita del ferro in vena, ma se questo basta per risollevarmi, di fisico e di morale, non ci sono problemi...Non è calando gli allenamenti, come sto facendo da 2 mesi, che la situazione cambia: è così e basta: sono microcitemica e devo convivere con un problema di ossigenazione da parte dei miei piccoli globuli rossi, soprattutto in inverno, quando, a causa del freddo, se ne consumano di più. L'allenamento, semmai, favorisce il ricambio cellulare, più che mai necessario in questo periodo.
Venerdì, che era ieri, stavo già meglio, e sono riuscita a fare il medio a 4.55, 5, dopo 20 minuti di riscaldamento 10 km di orgoglio, Garmin al polso. Certo, ancora non ho i tempi di un anno fa, ma ci sto arrivando: con calma e facendo ciò che mi sento di fare. Anche oggi c'è il sole e, se me la sento, correrò un'oretta.
Sto anche lavorando in palestra: pressa, affondi, squat: la gamba va meglio.
Ieri sera mi son fatta una fiorentina di quelle belle grosse: quasi 500 grammi, e stamattina sono ancora bianchiccia, ma le palpebre stanno iniziando a colorarsi: ce la facciamo bene anche stavolta!

giovedì 27 dicembre 2007

LE FLEEEBOOOOO, EVVAI!!!!

Chi mi legge penserà che non sono normale, o che perlomeno mi diverto a farmi del male...Ma da questo momento sono molto più tranquilla, perchè son stata dal mio medico che mi ha preiscritto un ciclo di ferro in vena. Da qualche giorno vado un pò meglio, ma ieri, durante il mio fartlek moderato (la giornata era di sole e non potevo non uscire a prenderlo), ho comunque sentito che, da qui a febbraio, sopportare l'inverno sarebbe stata dura. Mi son recata dal medico proprio con la speranza mi desse l'ok per le flebo, e così è stato: oggi pomeriggio la prima, GRAZIE!!!

lunedì 24 dicembre 2007

ERA COLPA DEL FERRO!!!!!


Stamattina sveglia ore 7 e 30...eppure sono in vacanza!
Ma dovevo andare in ospedale, per chiedere un emocromo, atteso da una notte insonne. Lo sentivo che sarebbe andato male, anzi, malissimo, dato che meno di due mesi fa avevo tre punti in più, eppure il valore è quello: 9.4. E chissà da quanto è sceso così, dato che sono almeno tre settimane che mi sento lenta, fiacca, spossata, sensibile al freddo. Mi sorge un dubbio: e se fosse il nuoto?Dopotutto quattro volte a settimana è veramente tanto, troppo. IO NON VOGLIO TORNARE COME DUE ANNI FA, HO PAURA, son stata troppo male. Da oggi, quindi, un attimo di tregua sportiva e un inizio di cura costante. Alla trasfusionale mi han consigliato un ciclo di cura con un ferro di erboristeria non dannoso per lo stomaco e a loro detta miracoloso, che abbino a due capsule al dì di Spirulina, anch'esso prodotto naturale senza effetti controproducenti.
Sinceramente speravo mi prescrivessero un ciclo di flebo, ma mi hanno solo invitato, per ora, a tornare verso i primi di gennaio per un altro emo. Oggi, disperata, son passata allo studio del mio medico, chiuso, ahimè, per mostrargli le analisi e persuaderlo nel farmi fare ste benedette flebo; fino al 27 non è reperibile. Mi sto un pò suggestionando, ma inizio a sentire i sintomi anemici: quel mal di testa lo ricordo bene. Ho paura.

Riposo, da oggi, e felici feste a tutti.

sabato 22 dicembre 2007

CARENZA DI FERRO

Qui è quando ero malatissima, 5.3 di emoglobina. Eppure ridevo. Non voglio tornare così...

No, non va proprio...

Oggi pomeriggio mi ero imposta di fare il mio allenamento di "medio" (che, viste le mie condizioni, si basa su un ritmo di 5 al km), alla Pineta di Classe, infilandoci in mezzo la gara di cross di circa 3km e 700, in cui avrei dovuto tenere un ritmo piuttosto alto. Ebbene...un ritmo scandaloso, dove son partita a 4 e 25 per crollare subito al secondo km, fino a tenere una media di 5, sofferti. Gli altri km conclusivi del medio (di 10 km) son stati intorno ai 5 e 15, gambe a pezzi. Mi guardo allo specchio e, sotto le palpebre, non vedo pigmento. Spero con tutto il cuore che lunedì i medici siano al lavoro perchè qua sto veramente toccando il fondo.

venerdì 21 dicembre 2007

RISULTATI IN ROMA


I miei risultati di adesso saranno determinati dal numero di flebo che riuscirò a fare...MMMH, periodaccio!

Il mio amico Michele, ottimo maratoneta e ottimo segretario, mi ha fatto pervenire alcuni miei risultati, che ha trovato non so dove.
Mi stupisco dello schifo che ho fatto alla Miguel, ma dopotutto ero in pienissimo carico...

km pos. tempo

26/03/2006 MARATONA DI ROMA ROMA 42,195 5920 4.15.26
07/05/2006 BAVISELA TRIESTE TRIESTA 42,195 12 3.52.36
04/06/2006 TORRINO ON THE ROAD TORRINO - ROMA 9 4 0.41.50
18/06/2006 MARATONINA DI S.TARCISIO IV MIGLIO - ROMA 9,2 152
08/10/2006 MARATONA DI MILANO MILANO 42,195 408 3.21.58
22/10/2006 GRAN PRIX CITTÀ DI TIVOLI TIVOLI (RM) 10 5 0.39.56
29/10/2006 GRAN PREMIO GROTTAROSSA GROTTAROSSA - ROMA 11 2 0.43.06
12/11/2006 MEZZA MARATONA DI CIVITAVECCHIA CIVITAVECCHIA (RM) 21,097 6 1.27.25
19/11/2006 CORRIAMO AL TIBURTINO COLLI ANIENE - ROMA 10 17 0.41.02
03/12/2006 CORRI A SETTECAMINI SETTECAMINI - ROMA 10,6 51 0.42.46
17/12/2006 MARATONA DI OSTIA OSTIA (RM) 42,195 4 3.12.53
14/01/2007 PAVONARUN PAVONA (RM) 11,8 25 0.53.02
21/01/2007 LA CORSA DI MIGUEL ROMA 10,3 68 0.46.07
25/02/2007 ROMA - OSTIA ROMA 21,097 27 1.29.25
18/03/2007 MARATONA DI ROMA ROMA 42,195 44 3.17.41
01/04/2007 APPIA RUN ROMA 14,5 13 1.00.43
22/04/2007 MARATONA DI PADOVA PADOVA 42,195 271 3.12.30
19/08/2007 AMATRICE-CONFIGNO AMATRICE (RI) 8,5 16 0.35.43
23/09/2007 MEZZA MARATONA DI SABAUDIA SABAUDIA (LT) 21,097 107 1.32.27
21/10/2007 MEZZA MARATONA DI LATINA LATINA 21,097 150 1.35.24
04/11/2007 NEW YORK CITY MARATHON NEW YORK 42,195 396 3.25.10

MEGLIO,MOLTO MEGLIO


Non so se sia stato il VIVIN C di ieri dopo pranzo, o il quarto giorno di pastiglie di ferro, o il nuoto, ma sto iniziando a stare meglio. Stamattina avevo in progetto un medio, ma dal momento che domani, con ogni probabilità, farò una gara di cross a Ravenna, mi son limitata alla mia ora e 12 di nuoto. In certi punti il vascone era gelido, ma ho fatto talmente tante vasche che mi son riscaldata sicuro...Sto iniziando a sentire i benefici a livello muscolare di questo sport eccezionale: ieri pomeriggio ho fatto la mia ora di corsa con l'ultimo km in progressione e, finalmente, ho iniziato a sentire i polpacci tonici. Ho terminato l'allenamento con 10 allunghi: la gamba spingeva, e sta iniziando a rinforzarsi. Oggi pomeriggio un lungo rientro a casa dove, sicuramente, dovrò scontrarmi con un clima freddo, ma non mi importa: voglio passare il Natale e le feste con i miei, e ritrovare i miei amici, che non vedo da non so quanto. Spero che il 2008 sia un anno che parta con il piede giusto: dipenderà molto anche da me, e dal mio modo di reagire all'inverno...

Dai, dai che si ritorna!!!

E adesso: tennis!

giovedì 20 dicembre 2007

BASTA!!!


Sono stufa di ammalarmi, di covare raffreddori, di soffrire il freddo, di andare a letto con i brividi: BASTA!!!!
Non so se c'entri il fatto che non ho fatto il vaccino antinfluenzale ma, una cosa è certa, il 2007, dal punto di vista fisico e agonistico, per me è stato proprio un anno pessimo. Non è possibile che, da quando ho ricominciato con le pastiglie di ferro, ora io vada meglio (dunque era un calo non da sovraccarico)e riesca ad allenarmi, non è possibile...Ho un fisico che, evidentemente, non è portato per fare l'atleta!Stamattina ho nuotato e l'acqua mi sembrava una lastra di ghiaccio: ho nuotato circa un'oretta, poi non ce l'ho fatta più: troppo freddo! Martedì andavo benino: 20 minuti di riscaldamento, fartlek per 50 minuti, poi un mille: un lavoro che mi aveva risvegliato. Mercoledì, cioè ieri, un'ora e 20 di collinare, poi un'emozionante allenamento salendo i gradini del Campidoglio, 10 allunghi, forti e veloci. Ma già alla sera ero a pezzi: stavo covando questo ennesimo raffreddore, e ho passato la notte con i brividi. Mi son stufata: il mio fisico me lo sta dicendo in tutti i modi che è spremuto, ma è anche più di un mese che non lo stresso con allenamenti assurdi ma lo massaggio con del nuoto.
Oggi ho un esame di pedagogia, poi 15 giorni di riposo a Forlì, vero riposo..

lunedì 17 dicembre 2007

ROMA FREDDA


Boh, saranno nove gradi, a Roma, ma la sensazione è di un freddo maggiore. Qua temono tutti la neve, ma è una cosa parecchio utopica...
Stamattina ho girato mezz'ora per cercare un distributore (lo sciopero dei giorni scorsi ha lasciato a secco ancora molti benzinai piccoli), e il prospetto di allenamento pomeridiano di mister De Pinto ancora non l'ho in mente.
Visto che i blog son tutti polemici, farò un pò di polemica anch'io, dato che sfogarsi un pochino aiuta.
Finalmente non mi sento amareggiata per il fatto che la mia vecchia società non mi ha invitato alla cena di Natale (NON LO HA MAI FATTO): me lo merito, dato che mi sono svincolata!
Ed è anche giusto che i segretari, quando mi vedono, non mi salutino, perchè MI SON COMPORTATA MALE, MI CREDO UN FENOMENO, MENTRE INVECE HO TEMPI DI M....
Queste son testuali parole delle persone per cui ho corso per due anni circa.
Non penso che discorsi del genere, alla Palatino, li faranno mai. Adesso mi sto rendendo conto di andare a lumaca, ma ho attorno a me gente che mi stimola, e mi dà una carica in più: questo conta tanto soprattutto nel mio caso di deficit, che mi sa sia dovuto proprio a un calo di ferro...

domenica 16 dicembre 2007

NE E' VALSA LA PENA

Piccolo quiz per gli amici del blog: "Dove si trova questo squallore?"

Stamattina stavo bene, anzi, troppo bene. E' da ieri pomeriggio che sto bene; e pensare che la notte avevo la febbre...Fatto sta che ieri ho corso un'ora fuori, malgrado il freddo, poi ho fatto palestra, potenziando soprattutto addominali e dorsali. Mi ero prefissata, stamattina, di fare una gara di circa 14 km a San Marino, e l'avrei fatta tranquillamente, se al recarmi sul posto con mezz'ora di anticipo (stadio olimpico di Serravalle) non avessero comunicato che la gara sarebbe stata rinviata al 20 gennaio, causa neve, che stava fioccando pericolosamente. Così me ne sono uscita al casello di Cesena nord, cercando un bel posto dove fare il collinare, ma ho beccato pioggia fino alle 10. Alla fine ho seguito uno squarcio di cielo azzurro, che mi ha portato in zona Meldola, dove ho fatto 7-8 km di salita fino a Rocca delle Caminate, beccandomi una bella bufera. Riscendendo, la neve si faceva sempre più acquosa e son riuscita a concludere il mio allenamento di 1h 30 in totale salvezza.
Quando abitavo a Forlì, odiavo la neve e speravo in tutti i modi che non cadesse, onde evitare tutti i disagi urbani. Oggi, però, ho rivissuto quella sensazione di freddo sano e, soprattutto, ho provato la bellissima sensazione di quando c'è freddo secco e pungente ma ti sei già scaldato correndo, e ti godi un panorama spettacolare, fregandotene delle scarpe e dei capelli fradici.
Avevo già fatto i biglietti del treno e son stata "costretta" a rientrare a Forlì, ma mi sa proprio che ne è valsa la pena.

sabato 15 dicembre 2007

RIENTRO A FORLI'

a Salerno, per l'ultima volta, ho indossato la canotta dell'Edera

Stamattina, a Forlì, ho trovato la neve. Da quant'era che non vedevo la neve?Mi fa effetto ritrovare il freddo umido del Nord Italia, e non penso proprio che oggi troverò la forza di allenarmi fuori: palestra, niente di più. Oggi ho rimesso piede al campo Gotti della mia società e penso proprio che Edera atletica Forlì associata al mio nome mi mancherà, e tanto. Mi piaceva portare il nome di Forlì per tutte le gare che facevo in Italia, e in ogni luogo c'era qualcuno che la conosceva (ha una bella tradizione di atleti). Con Roma, ACSI Palatino-Campidoglio, si apre un'altra stagione di atletica leggera e, per quanto possibile, spero di essere utile a questa nuova società con la quale mi sto trovando veramente benissimo. Dal 2008 mi darò alle campestri, che temprano molto.
A Forlì ho salutato Ezio, il mitico custode, con cui ho chiacchierato un bel pò. Spero i rapporti generali si mantengano buoni: dopotutto l'atletica deve unire, a prescindere dalla regione per cui si corre. Rimango comunque una forlivese, romana di adozione ma comunque forlivese!

venerdì 14 dicembre 2007

RIENTRO...CON FEBBRE


Avevo ormai preso i biglietti: dunque a casa ci dovevo tornare...
Ieri ho corso un'oretta, piano piano, a Caracalla, cercando di curare il mio imperfetto stile di corsa. Le gambe erano di marmo (ovviamente, di mattina, avevo lezione di nuoto)e il lavoro del mercoledì si è fatto sentire di peso.
Stamattina il mio programma prevedeva solo nuoto, 1h e 22 nel vascone del Foro Italico, e niente corsa, perchè i tempi non avrebbero trovato spazio per essa, tra scioperi dei bus e lezioni all'università. Un colpo di freddo: tramontana romana, e febbre di botto. Ho fatto il viaggio di ritorno in uno stato di semicoscienza, con il freddo che mi saliva per tutte le ossa.
Avevo ormai preso i biglietti, ma non ne è valsa la pena per nulla.

giovedì 13 dicembre 2007

A PEZZI!

Mamma mia, che stanchezza, in questo periodo!!!Saranno gli esami, sarà il nuoto...non lo so, non ci capisco più niente, e non vedo l'ora di farmi le analisi del sangue per vedere se è tutto ok a ferritina e emocromo. Lunedì ero in forma, malgrado i 42 km del giorno proprio, e devo dire che ho avuto parecchia testa, una volta tanto, a correrli così, tanto per correre. Martedì ero in ottima forma e ho corso 1 ora e 20 sul pistino delle terme di Caracalla, buon ritmo, dopo aver fatto nuoto e tennis (a proposito: ho lasciato la racchetta al campo e non l'ho più ritrovata; non è che per caso possano avermela rubata?!): era il mio giorno di forma migliore. Ieri, mercoledì, invece, non mi sono piaciuta per niente, e quel che mi scoccia è che era una giornata di lavoro in pista, e non ho reso come avrei dovuto. Un duemila veloce, 10 giri di pistino veloci(433 metri, se noon sbaglio), intervallati da uno più lento, poi un mille, che ho corso con un tempo di 4 e 50...roba da far veramente vomitare. Ero stanca, ieri, e oggi pomeriggio spero di rendere un pò meglio nell'oretta che farò. Intanto, qui all'università, mi sono iscritta all'attività formativa di triathlon: si fa una volta a settimana, il martedì, dal mese di febbraio. Comunque manca poco al periodo natalizio: lì sì che mi darò un pò una calmata....
P.S.:non c'entra molto, ma sto migliorando nello stile a rana!!!

lunedì 10 dicembre 2007

DOVEVANO ESSER 21,INVECE...


Venerdì, ovviamente, 1h ora e mezza di nuoto, poi tennis, 1h e 30, e in serata 1 oretta di progressivo a Caracalla, sotto la guida del mio allenatore, un mito. Il suo consiglio per domenica 9 era di fermarmi al 21km, dal momento che ha da subito capito che, ora come ora, il fisico per reggere un'altra maratona proprio non ce l'ho. Son partita per Salerno proprio con questo proposito ma, purtroppo, se mi fossi ritirata non avrei avuto modo di tornare indietro: non ho visto servizio medico e, addirittura, dagli ultimi 15 km non c'era più nemmeno da bere, e della gente si è messa a piangere chiedendo l'acqua. Io, abituata a mangiare ai ristori, ho visto un pezzetto di banana al 28esimo, e son riuscita a bere solo un bicchiere di sali minerali. Se avessi fatto la gara per fare il tempo non ce l'avrei fatta e mi sarei spremuta del tutto. Così, malgrado tutto, ho corso i miei 21 a ritmo costante, per quel che potevo; e ho poi corricchiato gli ultimi 21. Ci ho messo 3h e 36, ma ho beccato comunque un sesto posto...80 euro!

giovedì 6 dicembre 2007

ARTICOLO SUL SITO ASI SULLA ROMA TRE MARATHON


Si è svolta domenica 2 dicembre la prima edizione della corsa su strada 'Roma3Marathon' presso la zona Marconi-San Paolo, a due passi da alcune delle sedi dell'Università degli Studi di Roma Tre. Una maratona fortemente voluta da alcuni studenti universitari e caldeggiata dalla stessa Università, per diffondere la pratica dello sport più antico del mondo all'interno dell'Ateneo più giovane di Roma. La prima edizione ha riscosso un buon successo nonostante si sia svolta sotto qualche goccia di pioggia. Gli oltre 50 studenti partecipanti hanno percorso i 5 km della maratonina nella zona compresa tra viale Marconi e via della Vasca Navale fino ad arrivare, come ogni maratona che si rispetti, percorrendo gli ultimi 400 metri all'interno del bellissimo impianto dello Stadio degli Eucalipti.L'evento che aveva tra i suoi obiettivi, oltre alla diffusione dell'atletica tra gli studenti universitari, anche quello di sviluppare l'interazione tra la realtà universitaria e quella del territorio, per consentire ai giovani abitanti dei quartieri limitrofi alla sedi universitarie di accedere agevolmente e continuativamente alla pratica sportiva; ha raggiunto il consenso di tutti i partecipanti e possiamo affermare che la 'Roma3marathon' diventerà un appuntamento fisso tra gli eventi sportivi promossi dall'Università di Roma Tre.La gara organizzata dal Comitato Provinciale di Roma dell'Alleanza Sportiva Italiana e dal punto di vista tecnico dalla società Atletica Asi Roma ha visto trionfare nella categoria universitari maschile col tempo di 20'49" Valerio Vigliogia (studente di Roma 3), che ha preceduto nell'ordine Matteo Santucci e Fabrizio Gangemi. Nella categoria femminile ha vinto col tempo di 22'05" Anna Giunchi (studentessa IUSM), grande promessa dell'atletica italiana, visti i risultati già conseguiti negli anni precedenti ovvero il 5°posto nella Roma-Ostia ed il 12° nella maratona di Roma. Anna Giunchi ha preceduto le due studentesse Erasmus di Roma 3, Jasmine Kofler e Charlotte Moquette.Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti, dopo essersi cimentati anche loro nella corsa podistica, il vicepresidente della commissione Sport del Comune di Roma, Alessandro Cochi ed il responsabile di Universo Sport di Roma Tre, Alberto Tenderini.

Questo pubblicò la mia società, al ritorno da NY, nel loro sito


ANNA A NEW YORK
Anna Giunchi ha attraversato l’oceano per correre la più bella maratona del mondo, quella fra i grattacieli di New York. Paradossale il numero dei partecipanti circa 40.000 e la nostra atleta deve avere sgomitato parecchio per farsi strada perché alla fine le classifiche ci dicono che è arrivata in totale 3.229° nella classifica generale maschi e femmine e 395° nella classifica femminile con il tempo finale di 3h25’10”. Questa la scheda dei suoi passaggi apparsa nel sito ufficiale della maratona: 0.22’13 (5km), 0.44’44 (10Km), 1.08’00 (15km), 1.31’32 (20 km), 1.36’45 (nella mezza maratona), 1.56’26 (25km), 2.21’05 (30km), 2.46’34 (35km), 3.13’18 (40km). Siamo certi che la nostra grande Anna, appena avrà recuperato le forze nel fisico e nella mente, ci regalerà la cronaca di questo viaggio per vivere, anche solo virtualmente, la grande emozione di questa bellissima esperienza agonistica.

PREPARAZIONE (?) PER SALERNO

E' la prima volta che, malgrado una maratona, non condiziono per niente la mia settimana e i miei allenamenti: anche stamattina ho nuotato (1h e 25 buona buona, ma dopo sto talmente bene che ne vale la pena), poi 2 ore di attività pratica a lezione e, stasera, allenamento a Caracalla. Ieri il mio allenatore mi ha fatto fare 20 minuti di riscaldamento, allunghi, poi 20 giri del pistino (uno veloce, uno lento di recupero, e un mille finale). Il giorno prima era rispuntata la fascite, ma ieri andavo molto meglio: 4 minuti più veloce del mercoledì prima, dove avevo fatto lo stesso lavoro, ma ad un ritmo più lento a causa dei gradoni del giorno prima. Non ho fatto niente da maratoneta seria: niente scarico dei carboidrati, niente allenamento più breve, niente di tutto ciò. Sto ascoltando solamente i consigli del niovo mister, che mi dice di farle proprio blanda, anche solo 21 km, per puntare a riprendere la velocità. Devo inoltre imparare a correre bene: a furia di sentirmelo dire, di abbassare quel braccio destro, imparerò ad avere un pò di stile...
Intanto mi è arrivata la conferma dell'albergo per Salerno: i biglietti già ci sono e, male che vada, mi farò un bel week-end turistico.
Tanto per ritornare a scrivere della mia vecchia società, l'intervista che mi hanno fatto e che ho trascritto in un mio recente post non è stata pubblicata nel loro sito. SICURAMENTE PERCHE' HO SCRITTO CHE CORRO PER UNA SOCIETA' ROMANA, CI SCOMMETTO!!!Ma tanto, oggi, è uscito un articolo sul Corriere di Romagna (con tanto di foto)dove lo ribadisco ancora...
Piuttosto, la mia prof di nuoto mi ha messo una pulce nell'orecchio: provare il triathlon. E' chiaro che metterei comunque in primo piano la corsa, ma ci sto pensando...

martedì 4 dicembre 2007

ROMA TRE MARATHON: Prima classificata


Non sto andando forte e il mio nuovo allenatore, Mauro De Pinto, mi ha consigliato, a Salerno, di andarci piano, MASSIMO 21 KM. Tuttavia, domenica, ho beccato un primo posto nella 5km organizzata dall'Asi, allo stadio degli Eucalipti, e la cosa mi ha risollevato, almeno un pò. Ieri ho firmato il passaggio alla Palatino Campidoglio, società nella quale mi sto trovando benissimo, sebbene la qualità sia veramente alta e dovrò sgomitare parecchio per farmi notare! Venerdì ho fatto un progressivo, poi sabato un'oretta a villa Ada e domenica la gara. Ieri abbiam corso in zona Ostiense, beccando per due volte una bella salitella (l'ho sofferta molto)ma continuo a NON MOLLARE: SO CHE MI RIPRENDERò PRESTO. Stamattina 1h e 10 di nuoto, e fra poco due ore di tennis, poi di nuovo a Caracalla. Daiie, che gliela faccio!!!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta