Anna Giunchi Blog Personale

mercoledì 10 ottobre 2007

ARRIVA IL FREDDO


Sta arrivando il vento freddo e umido, almeno a Forlì (forse a New York avrò a che fare con un clima simile...), e quando ce l'hai contro per buona parte dei 3x5000 il lavoro proprio a meraviglia non va. Ho fatto la prima serie su una media di 4 e 30, per poi calare di qualche secondo nella seconda e tenere una media assurdamente bassa, 4 e 45, nella terza. Avevo le gambe un pò stanche dalle variazioni di ieri (1h con ultimi 20 minuti in mattinata a 4 e 25 e 40 minuti con tecnica di corsa nel pomeriggio) e, malgrado abbia preso un pò di maltodestrine, ho avuto un calo di ritmo prevedibile. Poi, dopo 6, 7 giri, di quel circuito sempre uguale ti stufi un pò. Comunque mi sento bene, soprattutto perchè il piede "fasciato" durante l'allenamento non mi fa male. Fa male solo dopo, ma con un pò di stretching e pazienti massaggi riduco di molto il dolore e per il giorno successivo riesce a sopportare l'allenamento. Sto tuttavia entrando nell'idea di farmi fare dei plantari, sebbene continui a sentire pareri contrari e non sappia veramente con chi schierarmi: quel che è certo è che corro male, perchè ho la suola della scarpa pressochè tutta consumata all'esterno, mentre all'interno è nuova di pacca. Eppoi, che senso ha continuare a spendere soldi in massaggi se il giorno dopo sono daccapo??
Altro dilemma: lo scarico dei carboidrati: chi mi dice di farlo la prima parte della settimana, poi rimpinzarmi gli ultimi 4 giorni, e chi, addirittura, mi consiglia di mangiar solo di quelli 10 giorni prima (pasta e pizza a volontà). Per adesso opto per la prima soluzione...

E' comunque giunto il momento di studiare il percorso di New York. In effetti, se andavo a fare una gara a Mirabilandia beccavo meno saliscendi.

Nessun commento:

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta