Anna Giunchi Blog Personale

mercoledì 31 ottobre 2007

F351, tenetelo bene a mente

Rientro a Forlì, lasciando la pioggia romana (tanto piove pure qua)...
Ieri sera ho rilasciato una piccola intervista a un giornalista del Corriere di Romagna, e l'articolo uscirà nel week end, articolo inerente la mia gara a New York di cui vi terrò al corrente...
Stasera, nella mia casa forlivese (tutta sottosopra causa muratori) trovo con piacere la comunicazione del mio numero di pettorale: F351 (sembra un modello FERRARI), griglia arancione. Ci siamo, ragazzi, ora si inizia a pensare alla gara, e basta. Ultimo giorno di scarico di carboidrati, grazie al cielo, e da domani PIENO DI BENZINA.
Oggi riposo totale, dopo un fantastico massaggio sportivo del giorno prima.
Sto raccogliendo informazioni disparate su New York e, se tutto sarà come mi dice chi c'è stato, da là non tornerò più.
Forza, forza, forza...

martedì 30 ottobre 2007

3x2000, poi si parte!!

treno eurostar italia...breve sosta a Forlì, poi volo!!!

Ebbene sì, anche a Roma sta arrivando il tempo incerto, ma stamattina mi ha graziato e ho fatto i miei 2000 a ritmo 4 e 27 circa. Sono stanca, ancora, non lo nascondo, ma mi consolo pensando che, comunque andrà, sarà un'esperienza magnifica.
Ieri, dunque, è iniziato lo scarico dei carboidrati e già non ne posso più: oggi il mio menù è questo:
-mattina: ananas, integratori, succo di pera;
-pomeriggio: passato di verdura, yogurt, banana,
-sera: pesce (non so, sembra baccalà), piselli, gelato, yogurt.
E annamo!!!
E, domani sera, si prepara la valigia!!!!

lunedì 29 ottobre 2007

CI SIAMO, CI SIAMO, CI SIAMOOOO!!!LO SCARICO DEI CARBOIDRATI

Perchè non danno anche a me una comoda, calda auto blu???

E' questa la settimana clou, e giovedì notte si parte per l'aeroporto di Bologna, dove alle 5 mi aspetta il check in. Sto ancora vivendo un sogno e mi sembra tutto così irreale: ma veramente venerdì metterò piede a New York????
Per entrare in tema mi sto ascoltando l'ultimo cd del mio cantante preferito, Bruce Springsteen, MAGIC. Ragazzi, non sto proprio nella pelle!!
Ieri ho fatto 15 volte i 200, in pista, Acqua Acetosa (mentre si correva la storica, almeno per me, gara a Grottarossa), con recupero 200; il tutto in circa 25 minuti totali, mentre il giorno prima ho fatto un'oretta a Villa Ada, con allunghi, esercizi per tronco, braccia, addominali, e tanto stretching (ho i bicipiti femorali un pò contratti).
I pomeriggi me li sono spassati tutti nel centro di Roma, e non vedo perchè non dovrei godermi queste giornate favolose nella Capitale, dato che su a Forlì diluvia da almeno dieci giorni...

Da questa settimana inizia lo scarico dei carboidrati e il mio menù di oggi sarà:
mattina: integratore, ananas e succo di frutta;
metà mattina, dopo l'oretta di corsa, banana;
pranzo: minestrone di legumi e yogurt;
cena: spinaci, carote e filetto;
dopocena: gelato senza latte e yogurt.
Glutammina, un cucchiaino, alla sera, prima di coricarmi.
Non è proprio una dieta fatta di rinunce, ma del gelato non ne posso proprio fare a meno e me lo gusto comunque anche per queste sere (dopotutto quello che prendo è abbastanza leggero, no??).
Un ultimo massaggio di scarico mercoledì, e domani, martedì, 3 volte i 2000, non so con quale energia...
Anche stamattina, che ho corso un'oretta, ho sentito le gambe debolucce, per cui ancora in perfetta forma non sono (ahi ahi); inoltre questa ora legale mi sta un pò sullo stomaco (LA VEDO BENE PER IL JET LAG, MOLTO BENE!!!).
A New York city sono le 5 e 42 della mattina e mi prende una piccola amarezza: la mia società ha da poco festeggiato il sessantennale e i dirigenti non mi hanno invitato proprio: si son già scordati di me?!!!

venerdì 26 ottobre 2007

PLANTARI, GRAZIE!!!

Era da marzo che non facevo dei MILLE senza sentire alcun male, e oggi ufficialmente posso dire di avere DEBELLATO LA FASCITE, AHYEAH!!
Da lunedì fino a giovedì ho solamente corso un'oretta, con piccole variazioni, senza particolari lavori (mercoledì e giovedì, però, aprivo la giornata con 1 ora e 2 ore di nuoto in una piscina di 25mt GELIDA)e oggi ho fatto 10 mille sul lungotevere.Ho usato le scarpe leggere e ho tenuto una media di 4 e 15, 4 e 20, malgrado le gambe ancora pesantine (il programma di allenamento che ho seguito è stato una condanna, e forse ne trarrò i benefici fra un mese).
Qua a Roma son riuscita a scampare alla pioggia per miracolo e riesco ancora a correre con la roba corta, che bello!!Non ho più fatto bigiornalieri, ma ho perso ancora peso e non vorrei la mia stanchezza muscolare fosse dovuta anche a quello.
Questi mille di oggi sono stati carini: ad ogni punto in cui correvo associavo i metri (dove c'è il signore sul muretto sono a trecento metri, dove ci sono i bagni chimici sono a meno 2oo, dove c'è il barbone con i gatti a circa 100 mt, e via così), così l'allenamento è stato anche un pochino tattico, seguendo il cronometro del mio Garmin.
Mi sono arrivate le conferme per il volo e non sto più nella pelle, anzi, già sto volando!Purtroppo mi toccherà svegliarmi alle 4 di mattina, anche prima, per essere alle 5 a Bologna...
Mommamma, devo già pensare al jet lag!

mercoledì 24 ottobre 2007

HO FATTO I PLANTARI, ORA SONO UN' ATLETA COMPLETA

Da oggi, qua a Roma si combatte con il freddo della piscina del Coni, alle 8 di mattina...
Il mio secondo anno di università prevede questo brusco impatto mattiniero, ma tutto sommato ho passato anche di peggio. Nel periodo estivo, inoltre, il nuoto mi ha anche aiutato molto nella preparazione alla corsa, sia per quanto riguarda la resistenza, sia per quanto riguarda lo sviluppo della cassa toracica. Eppoi, è come se ogni volta si facesse un massaggio di scarico. Domani mi aspettano altre 2 ore, e vedrò bene se fare i mille nel pomeriggio, o se rimandarli a venerdì.
Comunque ho una bella notizia per il futuro delle mie articolazioni e del mio stile di corsa: HO FATTO I PLANTARI!!
Per adesso li sto sperimentando camminandoci, e devo dire che mi stanno già rivoluzionando non poco la vita!Sono andata da Mele, collina Fleming, ben noto a chi di corsa NE SA, e lo stesso Mennea, con cui condivido lo stesso numero di battiti cardiaci a riposo e l'allenamento sui 100 in salita a Villa Glori, se li fece fare su misura da loro, e mi sembra proprio che di risultati ne fece,eh...Chissà che questi plantari, tutti belli colorati e gaiosi, non portino anche me ad un bel risultato sulle strade di New York city...

martedì 23 ottobre 2007

FREDDO ROMANO

Non ho mai corso a Roma con 2 pile addosso, per di più nel pomeriggio...
Eppure ieri tirava una bora che avrei giurato si portasse con se cumuli di neve, seppure, per un breve arco di minuti, si è affacciato un timido sole. Così ho corso la mia oretta tranquilla (per modo di dire, perchè in zona Tevere tiravano delle vampate assurde)e, malgrado i 36 km di ieri, l'ho passata bene. Oggi pure ho fatto un'oretta, con piccole variazioni, ma sotto un sole limpido, pulito, un vero sole romano. Stavo bene.
Mi sto un pò guardando intorno per cercare una nuova società per correre, qua in zona; nonostante sia legatissima alla mia Edera mi sa tanto che le spese per New York non arriveranno proprio, sebbene qualcosa mi avessero promesso, qualcosa in cui spero ancora...
Sto pure cercando lavoro, e la affollatissima Capitale ancora non offre nulla, che angoscia!

lunedì 22 ottobre 2007

LIBERA INTERPRETAZIONE DI UN ALLENAMENTO


Era previsto questo lavoro che riporterò, nella domenica 21 ottobre, fredda domenica.
10km a 5' + 8km 4' e 20' mattina,
stesso lavoro nel pomeriggio, stessi ritmi.Lavoro molto duro psicologicamente.
Venivo da una settimana di km pesanti sulle gambe (vi rammento il LUNGO e i 3x6000)e mi son permessa di interpretare a mio modo l'allenamento.
In mattinata ho corso la mezza di Latina (devo essere arrivata sesta, ma con un tempaccio e le gambe moolto pesanti, cosa, del resto, che mi aspettavo)e, nel pomeriggio, ho corso gli ultimi 15 km a villa Ada, in leggera progressione. A pranzo non ho mangiato pasta, come prevedeva il programma, giusto due banane dopo la gara e 4 merendine per non crollare del tutto.
In serata, dopo lo stretching, ho fatto un pò di potenziamento per le braccia e nulla più, basta (fra l'altro stavo bene).
Non mi sono mai resa conto di quanto fosse bella Villa Ada di sera come ieri, e l'ho contemplata per un pò, morendo di freddo!!!
Da oggi inizio un programma di recupero, consigliata dal presidente dei Latina Runners, molto professionale, che mi ha consigliato, per salvarmi in tempo per New York ritrovando un pò di brio nelle gambe, un lavoro di 10 mille a 4 e 10 giovedì (fino ad allora corro libera) e del fartlek sabato.
Da oggi fino a New York devo imparare ad ascoltare meglio le reali esigenze del mio corpo, rispettandolo di più.
Comunque, risultato a parte, a Latina mi son proprio divertita, anche perchè ho rivisto un gruppo del Monte Mario e il mitico Corrado che corre scalzo; mi han trovato tutti dimagrita e da oggi starò anche attenta al peso, promesso!
Un grazie a Claudio, dei Latina Runners, che mi ha venduto la roba per il premio di prima di categoria 20-29 anni(almeno quello)e a Nemezio, sempre dei Latina, gentile autista dalla stazione di Latina (che è NEL CASINO) a piazza del popolo (di Latina, non di Roma)! Non c'era Nicola, peccato, ma spero che adesso, a lui, vada tutto bene.
Questo week end spero di riuscire ad allenarmi da loro, visto che tutti i componenti della società ieri han fatto il personale, orca boia!!!
Qui è ritratta la zona dove abito. Un paradiso...

mercoledì 17 ottobre 2007

3x6000:LIBERA!!!!

Quanti bei marmoni che mi guardano allenarmi...

Ce l'ho fatta, e i 3x6000 me li sono levata dai piedi, evvaiii!!
Li ho passati tranquillamente lungo il tevere, in una magnifica giornata di sole romano. Risentivo un pò del lungo di domenica e del doppio allenamento di ieri, e non son stati proprio dinamici, ma son contenta lo stesso, perchè MI SONO DIVERTITA!
Ieri ho passato un bel pomeriggio a Villa Ada, dove, finito l'allenamento, mi son poi scatenata a fare tutti quegli esercizietti del percorso a vita. Che posto meraviglioso, con quel profumo di aghi di pino!
Inoltre ieri pomeriggio a Fleming mi son fatta lo stampo per i PLANTARI, e da martedì incomincerà una nuova era di appoggi per i miei piedi.
In effetti sto caricando un bel pò a livello muscolare e, da qui alla maratona, ho programmato altri due massaggi di scarico. Non mi importa niente dei tempi, perchè sto correndo divertendomi, e apprezzando le cose belle della vita.
GRAZIE, ROMA!

lunedì 15 ottobre 2007

AGGIORNAMENTO DA ROMA

E da oggi, lunedì, si tratterà di riuscire a trovare spazio almeno per respirare!!
Ho guardato gli orari delle lezioni e, mercoledì e giovedì in particolare, avrò delle giornate massacranti!!Mamma mia, nuoto alle 8 di mattina, con la piscina del CONI tutta bella freddina, lo raccomando a chi vuole ammalarsi...
Almeno mi servirà per allenarmi a dicembre, dove dovrò sostenere una prova per il Brevetto Sportivo militare tedesco, brevetto che presi nel 2006 e che terrei a riconfermare per il 2007, dove devo fare 200mt di nuoto in meno di 2 minuti. E' un brevetto che prevede differenti prove di atletica (3000, salto in alto, 100 metri, lancio del peso, 400mt di nuoto)e, come alternativa al lancio del peso avrei proprio il 200 di nuoto (purtroppo non lancio molto in là..).Avevo superato tutte le altre prove senza difficoltà, a maggio.
E dunque rieccomi a Roma!
Ieri ho fatto tre ore e dodici di lungo (interminabili giri a Villa Ada, villa Borghese, lungotevere ascoltando dibattiti radiofonici nell'mp3)e, con mia grande sorpresa, oggi sto benissimo e il piede non mi fa neppure tanto male. Sono felice! Da stasera smetto anche con quelle VOMITEVOLI pastiglie di ferro e inizierò a mangiare ancora con gusto!
Inoltre venerdì, giorno in cui ho fatto 30 minuti+ 10 volte i 300 in salita+30 minuti, avevo tirato parecchio a livello di quadricipiti. Sabato ho fatto un bel bigiornaliero a Villa Ada (ha un fondo molto morbido, quel parco)e stamattina, ore 8 e 30, ero già a correre sul lungotevere. Ora, come consuetudine, vado a sentire una seduta, h 15 e 30, alla Camera dei Deputati.
Eh, a Roma sto proprio bene!

venerdì 12 ottobre 2007

IN PARTENZA DAL BINARIO UNO


Oggi, dopo aver salutato Bonsangue (una delle colonne dell'Edera atletica) e il mitico Ezio, mi sono appropriata della valigia, pronta per partire. Chissà come troverò, Roma?Ho saputo che ha piovuto come non mai, ma so che al mio arrivo mi accoglierà con un bel sole!
Appena posso vado a Vetralla, vicino Viterbo, per farmi curare sto dannato piede con dei plantari (ormai mi son rassegnata a farmeli fare).
Stamattina ho fatto 30, poi 10 volte i 300 in salita (tirava, mamma mia!) e ancora 30. La prossima settimana si stringe ancora i denti, poi si inizia a parlare di scarico. Terrò duro!

giovedì 11 ottobre 2007

INCUBO NEWYORKESE



Non so come mai mi capita di fare sogni, anzi incubi, così assurdi...Forse la sera mangio troppo, o chissà...
Stanotte ho sognato che mi trovavo a Roma, dove avrei dovuto prendere l'aereo per andare a New York. A causa di un ritardo in autobus mi trovavo ad avere grosse difficoltà per arrivare in tempo per il check in. Telefonavo così ad una mia amica, che sarebbe venuta con me (cosa che in realtà non avviene perchè parto da sola)che già era in aeroporto, per dirle di aspettarmi. "Sarà difficile" disse lei "che arrivi in tempo", dalla sua voce si capiva che sarebbe partita anche senza di me. Poi mi è venuto in mente che l'aeroporto era quello di Ciampino (mi trovavo in zona Foro Italico, chissà dove pensavo di prenderlo, 'sto aereo) e, angosciata, sono scesa da un autobus per prenderne un altro. Salgo di gran foga su quest'altro autobus e l'autista mi dice: "Guardi che doveva fare il bilgietto" e io, che per di più non ero con tanti soldi: " Ma sì, ce l'ho..", e lui: "No, non ce l'ha" (gli avrei fatto vedere un biglietto scaduto). Inizio a frignare: "Per favore, rischio di perdere l'aereo". E lui: "Prima facciamo un giro panoramico, poi arriviamo in aeroporto" e io: "Per favore, ho lavorato un'estate per permettermi questo viaggio". Piango. E lui: "Ebbè, viaggerà un'altra volta". Era un autista barbuto, giovane, con la coda, occhiali da vista e occhi chiari, piuttosto ironico, se non si era capito. Saremmo dovuti arrivare alla stazione Termini, dove un passante che avevo fermato precedentemente mi aveva garantito che, girando un isolato, sarei arrivata subito a Ciampino (da TERMINI!!), ma questo autista si era messo a fare tutto un giro in più, per farmi ritardare. Ritelefono alla mia amica che mi dice che si sarebbero imbarcati a breve, poi mi viene in mente che avevo lasciato la valigia nell'autobus precedente. Mi dispero. Dò per scontato di aver perso il volo e solo allora mi viene in mente che, da Termini a Ciampino, c'è la zona di Capannelle e, a piedi, non potevo comunque raggiungerla.
Questo è lo standard dei miei sogni... Ma il giorno prima della gara cosa sognerò???

Quel che è certo è che RAPPRESENTERO' L'ITALIA, e esibirò con orgoglio il TRICOLORE!!

mercoledì 10 ottobre 2007

ARRIVA IL FREDDO


Sta arrivando il vento freddo e umido, almeno a Forlì (forse a New York avrò a che fare con un clima simile...), e quando ce l'hai contro per buona parte dei 3x5000 il lavoro proprio a meraviglia non va. Ho fatto la prima serie su una media di 4 e 30, per poi calare di qualche secondo nella seconda e tenere una media assurdamente bassa, 4 e 45, nella terza. Avevo le gambe un pò stanche dalle variazioni di ieri (1h con ultimi 20 minuti in mattinata a 4 e 25 e 40 minuti con tecnica di corsa nel pomeriggio) e, malgrado abbia preso un pò di maltodestrine, ho avuto un calo di ritmo prevedibile. Poi, dopo 6, 7 giri, di quel circuito sempre uguale ti stufi un pò. Comunque mi sento bene, soprattutto perchè il piede "fasciato" durante l'allenamento non mi fa male. Fa male solo dopo, ma con un pò di stretching e pazienti massaggi riduco di molto il dolore e per il giorno successivo riesce a sopportare l'allenamento. Sto tuttavia entrando nell'idea di farmi fare dei plantari, sebbene continui a sentire pareri contrari e non sappia veramente con chi schierarmi: quel che è certo è che corro male, perchè ho la suola della scarpa pressochè tutta consumata all'esterno, mentre all'interno è nuova di pacca. Eppoi, che senso ha continuare a spendere soldi in massaggi se il giorno dopo sono daccapo??
Altro dilemma: lo scarico dei carboidrati: chi mi dice di farlo la prima parte della settimana, poi rimpinzarmi gli ultimi 4 giorni, e chi, addirittura, mi consiglia di mangiar solo di quelli 10 giorni prima (pasta e pizza a volontà). Per adesso opto per la prima soluzione...

E' comunque giunto il momento di studiare il percorso di New York. In effetti, se andavo a fare una gara a Mirabilandia beccavo meno saliscendi.

lunedì 8 ottobre 2007

FRA POCO SI RIPRENDE IL TRAM TRAM


Lunedì 15 ottobre si riparte con le lezioni universitarie a Roma, e, almeno per un pò, avrò la testa un pò svincolata dalla preparazione, e mi dedicherò alla biomeccanica, alla pedagogia, al nuoto, oltre che allo scrivere.
Sarà per il consiglio di maratoneti intelligenti quali Mauro e Michele, sarà perchè a Forlì c'era un sole pazzesco, sarà perchè ho ritirato il PASSAPORTO MAGNETICO, ma oggi mi son ripresa di umore: non è una gara andata male che deve pregiudicare una persona, ci mancherebbe, mica sono questi i problemi che contano!Oggi ho fatto 45 minuti, poi 10 allungoni di 1 minuto e 50, per sciogliere un pò le gambe, poi son rimasta al campo di atletica guardando GLI ALTRI allenarsi.
Domani si riparte con un bel bigiornaliero con il sorriso sulle labbra, poi mercoledì le mie belle ripetute sui 5000; poi venerdì si riparte per Roma e si ritorna a Forlì non prima del 31 ottobre. So che la città eterna è pronta ad aspettarmi, e mi ci butterò il prima che posso con una bella passeggiata in centro, o una visita alla camera dei deputati (mi piace troppo ascoltare le sedute).

Ho fotografato il passaporto perchè è BELLISSIMO!!!

domenica 7 ottobre 2007

PEGGIORATA

Andiamo proprio bene...Giro della Carletta, Rimini (Covignano), 12 km, gara che conclusi in 49.58, seconda assoluta, quest'anno mi ha visto arrivare settima con il tempo di 53.22. Sono arrivata senza aver fatto riscaldamento, e sono cavoli miei, ma perdere quasi quattro minuti da un anno all'altro può voler dire molte cose. Certo, la preparazione che sto facendo è dura, ma evidentemente è un carico di lavoro cui il mio fisico non risponde positivamente. Il tallone fa ancora male e la mia ostilità verso LEI, LA SALITA, continua a farsi sentire. Sono stanca e non vedo l'ora che arrivino i giorni di scarico prima della gara, perchè sto veramente a pezzi: sono demotivata perchè sto dando tutta me stessa verso un'attività senza produrre i risultati sperati. L'ultimo pezzo della gara l'ho fatto soffrendo, e un simpatico corridore mi ha fatto forza metro per metro. No, non ci sono più...

sabato 6 ottobre 2007

STO IN CRISI

Mommammma, sto in crisi!!!
Ieri avevo un bigiornaliero, ma un bigiornaliero tranquillo (1h mattino con stretching, 40 minuti al pomeriggio)e le sedute di allenamento mi sono sembrate interminabili (guardavo sempre l'orologio), avevo le gambe a pezzi e l'umidità mi entrava nelle ossa. Nel pomeriggio avrei dovuto fare un pò di palestra ma di voglia zero, ho letto e scritto. Stamattina avevo 1h con allunghi, e adesso che sono libera mi sembra una favola. Domattina mi sparo una collinare tosta a Rimini, dove l'anno scorso guadagnai un bel secondo posto, a pochi secondi dalla prima. Ma le prossime tre settimane, con 3 volte i 5000 e 3 volte i 6000, saranno un inferno!Ho ancora un lungo, una mezza e un allenamento doppio con 36 km totali da affrontare. Ho male al piede e la contrattura al soleo del sinistro sta ritornando. Continuo con ginseng, pappa reale, amminoacidi, glutammina. Però è dura, molto dura. Spero solo in una cosa: DI ANDARE BENE A NEW YORK. Lo scrivo fin d'ora: o arrivo tra le prime 10 italiane, o non sono per niente contenta.

venerdì 5 ottobre 2007

INNO ALLA GIOIA


Una giornata di sole, seppur offuscato dalla tipica nebbia della Val Padana, mi ha accolto mercoledì pomeriggio. Ho iniziato ad assaporare il bello della vita, il bello dei miei 29 anni. Mi sono guardata intorno e ho visto i campi da calcio della zona stadio: così belli, così verdi non li ho visti mai. E poi, il campo Gotti, semideserto, così pulito, così gradevole a vedersi. Ne ho accarezzato il prato, annusato il tartan, ammirato le tribune, vuote. Ho passeggiato per il centro della mia cittadina, dando un'occhiata ai negozi, un'occhiata una volta tanto non fuggitiva come sempre, ma attenta. Uno sguardo alla piazza, così grande e allo stesso tempo così avvolgente: stile medievale, con i muri rossicci, tipo Ferrara, per intenderci. Bella anch'essa. Unica. Poi ho alzato lo sguardo verso piazzale della Vittoria: che stile! Com'è bella Forlì, eppure così pochi la conoscono, così pochi la apprezzano. Una visita verso viale Roma: il traffico, i lavori in corso, le macchine che suonano, che meraviglia! Oggi è tutto bello, tutto bellissimo, anche i cassonetti della spazzatura. Voglio bene al mondo, oggi, SOPRATTUTTO PERCHE' PROPRIO STAMATTINA MI SONO LEVATA I 4X4000, e finalmente mi godo un pomeriggio di VITA, fuori da quel maledetto anello da 1 km!!!

giovedì 4 ottobre 2007

ULTRAMARATHON...GIRL

La volta che ho corso TUTTO IL LUNGOTEVERE in ginocchio

Michele, un mio amico marchigiano, mi ha consigliato di leggere il libro "Ultramarathon man", di quel tizio mezzo americano mezzo greco (DICONO SIA DISCENDENTE DI FILIPPIDE PERCHE' GRECO...allora io che sono italiana discendo per forza da Giulio Cesare???), tale Karno.
Cosa ne penso di Karno?
Premetto che il mondo degli ultramaratoneti non mi tange neppure di striscio, perchè semmai mi sento molto più vicina ai mezzofondisti (peraltro lo sono), ma, secondo voi, cosa devo pensare di uno che riporta dei motti quali "Corri finchè non fa male", "Se non senti male non spingi abbastanza", "Corri col cuore (MA COSA VUOL DIRE????IO CORRO PER VINCERE E BASTA!!!)", e robe simili??
Eppoi, forte, sta cosa: trascorreva, dopo essersi sposato, le serate davanti a un cocktail, poi, una sera, viene tentato da una donna particolarmente provocante e, dato che aveva smesso anni prima, RIPRENDE A CORRERE. Mamma mia, questa donna che gli ha fatto??? AH,AH,AH!!!!
Ma che vita è?Boh, io, quando ho letto questa roba, mi son messa a ridere!
Poi, in questo articolo che ho letto, ci sono delle sue foto a mò di eroe, dove corre con l'acqua fino al quadricipite, petto nudo per far risaltare la parete addominale, oppure mentre corre per i sassi di non so quale vallata, con l'espressione da Fantastici quattro. In una immagine corre tutto coperto, non so perchè.
Oh, sto uomo mi fa troppo ridere!
Ha fatto 50 maratone in 50 giorni (penso una a settimana, perchè in nessuna parte del mondo si fanno le maratone al lunedì o al martedì) e in questo non c'è proprio nulla di epico, teoricamente si può anche iscrivere e farle camminando.
Ha poi fondato un'associazione DI GRANDE IMPEGNO SOCIALE per avvicinare i giovani allo sport...i bambini del terzo mondo, però, ne traggono poco vantaggio, da questo...Oh, per carità, è comunque meglio di nulla, ma che non venga dipinto come uno che fa del bene universale.
E' in effetti un bell'uomo, molto molto bello, ma non ha certo il fisico da runner..da quel che so, infatti, se gli va bene chiude una maratona in 3 e 20.
Poi, voglio provarla anch'io questa cosa: si è fatto portare una pizza mentre correva! Vabbuò che, se lo faccio, vomito sul serio!!!
W Karno!!!

Vado a concludere il doppio allenamento!!!

mercoledì 3 ottobre 2007

CARPI?????

Una proposta del mio allenatore, per non sprecare il mio periodo di forma, dato che TANTO A NEW YORK NON SI FA IL TEMPO...
Fare la maratona di Carpi il 21 ottobre...
E già mi vien male!!
Oggi ho fatto 4x4000, e l'umidità forlivese mi ha portato a fare gli ultimi a dei ritmi squallidi, da 4,42 al km. Son partita con media di 4,25-4,26, per poi portarmi sui 4,28 nel secondo blocco e 4,30 nel terzo. E' dura, e questi allenamenti, su un percorso da un km dove l'unico amico è l'orologio che fa BIP e la bottiglia con i sali, NON LI AUGURO A NESSUNO.
Tuttavia, per il 21 ottobre non mi sento proprio pronta, e penso proprio, piuttosto, di optare per Milano, a dicembre, se New York mi dovesse andare male. Comunque non è mai detto...
Alla mia richiesta di un consiglio se fare Carpi o no, ho ricevuto alcuni messaggi, via mail e via forum:

Il percorso di Carpi è piatto...quindi ideale x fare il personale...conosco parecchia gente che l' ha fatto il personale.
Certo è che se la preparazione non è ottimale o cmq incompleta..non puoi sperare di far sulle 3h...se non sbaglio Carpi è a metà ottobre.
Io punterei qualcos'altro...magari solo NY e poi se stai bene Milano...altro percorso molto scorrevole!
E poi pacchia per un po' di mesi!!!

Sabri

Goditi NY come se fosse la prima e l'ultima maratona della tua vita. Cerca di arrivare più sfinita che puoi, ma non completamente ko.

Se vuoi fare il tempo puoi farlo il mese prossimo oppure durante il prossimo anno.

Sara


se è la prima volta che vai a new york goditi la città che è unica,,dopo aver visitato i musei,la città e l' empire,il madison s.g, e il planetario i parchi e i negozi, le energie per la maratona se ne sono belle che andate,fai la maratona pe divertirti (ne vale cque la pena)senza cercare il tempo ,quello cercalo in una maratona a "casa"dove dormi nel tuo letto,mangi secondo le tue abitudini e ti vengono a tifare gli amici,comunque la grande mela è veramente bella ,goditela ciao.
carlo

Concordo pienamente

Luisa


Scelta non facile da fare , 2 maratone in 2 settimane potrebbero essere una buona idea , si fa' la prima usandola come ottimo allenamento per la seconda , ma se ci sono acciacchi cosa si fa' ? NY � una maratona che una volta prenotata � meglio farla , quindi sarebbe un peccato se non si dovesse stare bene fisicamente.
Pero' c'� da dire che fare delle grandi prestazioni a NY non è certamente facile , difficile fare dei temponi , se si fanno vuole dire che su circuiti piatti si sarebbe fatto sicuramente meglio , visto il tipo di percorso.
Carpi viceversa è un percorso scorrevole , e se non ricordo male il primo tratto fino alla mezza in leggera discesa , quindi aiuterebbe un minimo .
Se sei disposta eventualmente ad andare a Ny solo per viaggiare , puoi anche puntare su Carpi , altrimenti......


"E pensare che ti avevo sconsigliato, per motivi extra-atletici, di correre a S.Benedetto...Brava! Riguardo il correre due maratone in dieci giorni, da profano potrei dirti che mi sembra un tantino troppo, ma il punto è che tu hai affidato il tuo corpo (metaforicamente parlando, s'intende...) e la tua anima al tuo allenatore, del quale devi avere cieca fiducia. Se lui ti dice di buttarti nel fuoco tu lì ti devi buttare, e senza fare domande. Se ti dice che sei allenata ed in grado di correre due maratone in così pochi giorni, tu le devi correre, e forte! Mettiamola così: Carpi ti servirà come stimolo per dare di più a N. Y. Tra le palle del riccio, cara Annalamaratoneta!
Batman"

Alla fine ho deciso: NEW YORK E BASTA!!!!
Grazie a tutti!

Anna Giunchi la maratoneta

Benvenuto sul blog di Anna...la maratoneta